Come scegliere il percorso universitario

Come scegliere l’università giusta? È certamente questa la domanda che rimbalza con maggior frequenza nella testa di chi sta magari ultimando le scuole superiori ed è già impegnato a capire, o meglio a tentare di capire, qual è la strada migliore da percorrere, in termini di studio e formazione, per costruirsi un domani che sia davvero all’altezza delle proprie inclinazioni ed aspettative.

Una domanda che peraltro oggi si pongono anche i meno giovani che magari già lavorano e che pensano di tornare a studiare per inseguire quella laurea a cui hanno rinunciato in passato o per perfezionare un precedente percorso di studi universitari.

Non è ovviamente una domanda banale perché oggi, scegliere l’università giusta, quando accade, si traduce nella possibilità di trovare più velocemente un lavoro o, in alcuni casi, di poter conciliare gli impegni derivanti dagli studi universitari con un primo impiego o un impiego già esistente.

Fai il test e scopri la facoltà più adatta a te!

L’ateneo Niccolò Cusano, grazie alla consolidata esperienza maturata in anni di insegnamento al fianco degli studenti italiani, ha ben chiara quale sia l’importanza della fase della scelta del proprio corso di laurea, e proprio per supportare gli studenti ad effettuare tale scelta basandosi sulle migliori basi decisionali possibili, ha attivato al suo interno un vero e proprio servizio di orientamento.

Un servizio che si avvale di Tutor formati in grado di supportare gli studenti e di prove simulate attraverso le quali gli stessi studenti possono “provare” gli innovativi metodi di insegnamento ed apprendimento proposti da Unicusano. Sempre nell’ambito dell’orientamento l’ateneo Niccolò Cusano ha realizzato un test per scegliere l’università più giusta, gratuito ed accessibile da tutti all’indirizzo: http://unitest.unicusano.it/test-v1/.

Si tratta di un test per scegliere l’università più adatta a quello che è il proprio background culturale ed a quelle che sono le inclinazioni che naturalmente ognuno di noi può avere rispetto a diverse tematiche, che siano esse riconducibili agli ambiti della cultura umanistica piuttosto che ad esempio delle scienze e della matematica.

Il test si sviluppa su dieci domande e fornisce alla fine una indicazione rispetto a quella che potrebbe essere la facoltà più adatta a noi.

Ovviamente tale test ha l’ambizione di essere uno degli strumenti che ogni studente dovrebbe utilizzare per la scelta della propria facoltà, una scelta che peraltro non dovrebbe solo basarsi sull’assecondare le proprie inclinazioni e gusti, ma deve necessariamente tenere in conto anche quelle che sono le reali opportunità di impiego che un certo percorso universitario può garantire rispetto ad un altro.

È certamente questa la domanda che rimbalza con maggior frequenza nella testa di chi sta magari ultimando le scuole superiori ed è già impegnato a capire, o meglio a tentare di capire, qual è la strada migliore da percorrere, in termini di studio e formazione, per costruirsi un domani che sia davvero all’altezza delle proprie inclinazioni ed aspettative.

Una domanda che peraltro oggi si pongono anche i meno giovani che magari già lavorano e che pensano di tornare a studiare per inseguire quella laurea a cui hanno rinunciato in passato o per perfezionare un precedente percorso di studi universitari.

Non è ovviamente una domanda banale perché oggi, scegliere l’università giusta, quando accade, si traduce nella possibilità di trovare più velocemente un lavoro o, in alcuni casi, di poter conciliare gli impegni derivanti dagli studi universitari con un primo impiego o un impiego già esistente.