Lavorare come personal trainer: studi e possibilità

lavorare-come-personal-trainer

Il fitness è la tua passione? Stai pensando di lavorare come personal trainer e stai cercando maggiori informazioni a riguardo?

Le persone che danno importanza alla cura del corpo e fanno più attenzione alla propria salute sono sempre di più e la palestra è diventato un luogo perfetto per mantenersi in forma e confrontarsi con altre persone.

Proprio con l’aumento di questa esigenza, la figura del personal trainer nelle palestre è sempre più richiesta. Questa figura professionale, non progetta solamente un piano di allenamento personalizzato, ma fa molto di più.

Il personal trainer ha diverse responsabilità e possiede varie competenze, collaborando con altri professionisti. Vediamo allora di scoprire tutti i dettagli su come diventare personal trainer, dal percorso di studi alle competenze da possedere.

Il lavoro del personal trainer: scopri come diventarlo e in cosa consiste

Il lavoro del personal trainer è sicuramente molto affascinante e utile: avere l’opportunità di aiutare e stimolare persone con esigenze diverse a cimentarsi nell’attività fisica e una vita più salutare può dare enormi soddisfazioni.

In questo articolo ti parleremo del percorso di studi e su tutto ciò che ti occorre sapere per diventare personal trainer.

Chi è e cosa fa il personal trainer?

Il personal trainer, abbreviato anche solamente come PT, è un professionista specializzato nel benessere fisico e mentale dei clienti della palestra.

Quali sono le sue mansioni?

  • ascoltare la persona, stilando un profilo sulla base dei suoi bisogni fisiologici e psicologici (verrà aggiornato nel tempo)
  • programmare e realizzare allenamenti personalizzati per la singola persona
  • consigliare e seguire la persona durante l’allenamento, nonché assisterla su richiesta

Proprio per questo, il suo lavoro si compone di diverse fasi, che possiamo riassumere genericamente in questi passaggi:

  1. intervista preliminare per individuare i bisogni del cliente
  2. valutazione antropometrica e funzionale
  3. elaborazione di un programma di allenamento personalizzato
  4. controllo dell’efficacia del programma
  5. aggiornare il programma ogni tot mesi

Le competenze e le soft skills

Proprio per la complessità di questo lavoro, non ci si può certo improvvisare personal trainer. Occorrono conoscenze e competenze specifiche al fine di garantire un servizio sicuro, completo e affidabile.

Occorrono una grande conoscenza del corpo umano e degli stili di vita corretti e salutari. Essere solamente amanti dello sport non basta, dovrai sviluppare una serie di conoscenze e competenze non solo di ambito sportivo ma anche di educazione alla salute e alimentare.

Queste sono le soft skills di un buon personal trainer:

  • capacità di relazione e predisposizione al contatto con il pubblico;
  • ottime doti comunicative;
  • capacità di collaborazione;
  • leadership;
  • riuscire a motivare le persone durante l’allenamento al fine di raggiungere gli obiettivi.

Per quanto riguarda le conoscenze invece, è bene avere ampie competenze in tutto ciò che riguarda:

  • anatomia umana;
  • traumatologia;
  • psicologia dello sport;
  • traumatologia.

Il percorso di studi per diventare personal trainer

Le conoscenze che un PT deve avere non si apprendono solo con l’esperienza sul campo. Ci sono dei percorsi di studi che offrono una serie di competenze immediatamente spendibili per intraprendere una professione in questo settore.

Quello che consigliamo è dunque una laurea in scienze attività motorie e sportive, così da acquisire conoscenze in ambito scientifico. In particolare, il nostro Ateneo offre due corsi di laurea in scienze motorie:

Il primo corso, di durata triennale, ha come obiettivo quello di fornire allo studente competenze di base relative agli aspetti biologici e fisiologici dell’esercizio fisico insieme alle basi psico-pedagogiche e sociali dell’educazione motoria e agli aspetti giuridici relativi. Tutto il bagaglio di conoscenze acquisite durante il percorso ti permetterà di condurre in autonomia programmi di allenamento e di educazione motoria, sia individuali che di gruppo, nei diversi contesti sociali, con particolare attenzione al benessere psico-fisico e sociale e in funzione del genere, dell’età, della condizione fisica e delle altre specifiche caratteristiche dei destinatari.

L’accesso al corso è previsto per chi possiede almeno un diploma di scuola secondaria di II grado, anche conseguito all’estero, riconosciuto idoneo sulla base dei requisiti curriculari minimi previsti dal corso e verificati al momento dell’accesso. Oltre al titolo, l’ammissione al corso è subordinata al possesso di specifici requisiti curriculari e a una adeguata preparazione personale, testati attraverso lo svolgimento di una prova di ammissione.

Una volta completato il percorso triennale, potrai proseguire la tua formazione con una laurea in Scienza e Tecnica dello Sport, importante per approfondire competenze biomediche, psicopedagogiche, sociali e giuridiche unitamente a conoscenze avanzate delle metodologie di allenamento delle principali categorie di sport

Una volta completati gli studi, potrai iniziare a fare esperienza in qualche palestra e affiancare un PT, così da acquisire conoscenze pratiche. Con Unicusano potrai acquisire strumenti pratici già durante gli studi: il nostro Ateneo prevede sempre stage e tirocini, utili per mettere alla prova le tue abilità. Per iscriverti e diventare personal trainer con la formazione Unicusano, compila il form o chiama il numero verde 800.98.73.73