I prestiti universitari: come funzionano

Per chi ancora non ne fosse al corrente, frequentare un corso di laurea, o un master, anche se online, è sempre più facile e agevolato, soprattutto da un punto di vista economico, importantissimo quando si parla di crisi. È infatti possibile usufruire di prestiti personali che aiutano tutti gli studenti tra i 18 e i 40 a finanziare i propri studi con prestiti pensati appositamente per loro. Per saperne di più, continuate a leggere.

Ispirandosi al sistema universitario inglese, finalmente anche quello italiano ha introdotto il sistema dei prestiti personali. Il Ministero della Gioventù, in associazione con l’Abi, Associazione Bancaria Italiana, assicura a tutti gli studenti interessati dei prestiti d’Onore, acconsentendo ad erogare 25 milioni di euro per il progetto.

Di questi 25 milioni, ogni studente può usufruire di un massimo di 25mila euro, spalmabili su tre o cinque anni a seconda del corso di laurea, del master o del dottorato frequentato.

Si tratta di un fondo facilmente accessibile, che non richiede particolari credenziali per ricevere il prestito e, oltretutto, gode di bassissimi tassi d’interesse e di tempi di restituzione particolarmente lunghi. Infatti lo studente dovrà ricominciare a restituire i soldi solamente a conseguimento del titolo avvenuto, con la possibilità di rimandare tale restituzione fino ad otto anni, a seconda anche delle possibilità economiche dell’intestatario del prestito.

Ci sono inoltre delle opportunità di prestito particolarmente interessanti, come ad esempio “Diamogli credito”, di cui può usufruire qualsiasi studente tra i 18 e i 35 anni che, nonostante le difficoltà economiche, si distingue per il merito.

Il prestito universitario, dunque, agevola e incentiva moltissimo gli studi universitari, siano essi corsi di laurea o master, donando nuova importanza all’istruzione. Inoltre, grazie all’abbattimento dei costi che università telematiche come Unicusano permette, la frequentazione è ancora più facilitata. Seguire un corso di laurea o un master online, infatti, permette non solo di gestire le ore di lezione e quelle di studio individuale in maniera indipendente, a seconda delle proprie esigenze, magari conciliando lo studio con un lavoro, che aiuti a sostenere le proprie spese. Questo tipo di università permette anche di abbattere i costi di affitto di una casa per gli studenti fuori sede, quelli per i mezzi di trasporto, dei pasti fuori casa o dell’acquisto dei testi, trattandosi di materiale digitale. La presenza in sede, infatti, è richiesta solamente in caso d’esame, ovvero pochissime volte l’anno.

Se stavate cercando un’università che funzionasse proprio così, allora non vi resta che chiedere maggiori informazioni: è senza impegno ed una nostra consulente sarà lieta di darvi tutte le informazioni di cui avete bisogno. E poi restate sintonizzati sul BLOG di UniCusano, per rimanere aggiornati su tutto quello che riguarda futuro, innovazione e cultura 😉 Alla prossima!