×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42
logo Unicusano

Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale

in

Mobility management


(750 ore - 30 CFU)

Anno accademico 2020-2021

V Edizione - I Sessione

ART. 1 - ATTIVAZIONE
L'Università degli Studi Niccolò Cusano - Telematica Roma - attiva, il Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale in "Mobility Management" afferente alla Facoltà di Economia, per l'Anno Accademico 2020/2021 di durata pari a 1500 h.
Agli iscritti che avranno superato le eventuali prove di verifica intermedie e la prova finale verrà rilasciato l'Attestato del Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale  in "Mobility Management".

ART. 2 - OBIETTIVI E MODALITÀ
L'Università degli Studi Niccolò Cusano, proseguendo nella sua azione di offrire percorsi di studio professionalizzanti funzionali allo svolgimento di effettive attività di lavoro, istituisce il Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale in "Mobility Management"
 

Il Corso in "Mobility Management" mira a migliorare la conoscenza e l'applicazione delle recenti pratiche di mobilità all'interno delle organizzazioni complesse quali imprese private e amministrazioni pubbliche.

La figura del responsabile della mobilità aziendale (mobility manager) è stata introdotta nel nostro ordinamento dal Decreto sulla mobilità sostenibile nelle aree urbane emanato dal Ministero dell'Ambiente il 27/03/1998 (G.U. n. 179 del 3/8/1998). Essa consente di dare risposte nel breve periodo ai problemi della congestione del traffico e delle sue conseguenze sulla salute. Il Decreto ha stabilito che le aziende private e gli enti pubblici debbano identificare un mobility manager che ottimizzi gli spostamenti sistematici dei dipendenti riducendo l'uso dell'auto privata attraverso lo strumento del Piano degli Spostamenti Casa - Lavoro. Il successivo D. M. 20/12/2000 ha sancito che il responsabile delle strutture di supporto e coordinamento come il mobility manager d'area e i Piani Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) sono estesi anche alle aree industriali, artigianali, commerciali, di servizi, poli scolastici e sanitari o aree che ospitano, in modo temporaneo o permanente, manifestazioni ad alta affluenza di pubblico.
Il concetto di gestione della mobilità è tuttavia in continua evoluzione e di conseguenza anche le figure professionali ad esso associate (in particolare il mobility manager) sono caratterizzate da un progressivo affinamento ed estensione del proprio ruolo. Gli ambiti e gli strumenti operativi di gestione della mobilità sostenibile (mobility Management), sono oggi intese non solo come un'attività limitata ad un singolo sito o polo di riferimento ma considerate come una rilevante opportunità per la soluzione dei  problemi degli spostamenti di persone e merci.

Il Corso si propone di illustrare l'evoluzione, le novità e gli strumenti inerenti la mobilità sostenibile urbana secondo la prospettiva delle imprese, degli enti pubblici e del sistema economico-sociale del territorio.  In particolare verranno affrontate tematiche inerenti la normativa di riferimento, gli strumenti attuali e le best practices per la gestione della mobilità presso le organizzazioni complesse pubbliche e private.

ART.3 - DESTINATARI E AMMISSIONE
Il Corso è rivolto a tutti i diplomati e ai laureati in tutte le discipline del nuovo e vecchio ordinamento (ex art. 6 comma 2 lettera c della  legge  341/90).
I candidati in possesso di titolo di studio straniero non preventivamente dichiarato equipollente da parte di una autorità accademica italiana, potranno chiedere al Comitato Scientifico il riconoscimento del titolo ai soli limitati fini dell'iscrizione al corso. Il titolo di studio straniero dovrà essere corredato da traduzione ufficiale in lingua italiana, legalizzazione e dichiarazione di valore a cura delle Rappresentanze diplomatiche italiane nel Paese in cui il titolo è stato conseguito.
I candidati sono ammessi con riserva previo accertamento dei requisiti previsti dal bando.
I titoli di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione per le domande di ammissione.

Art. 4 - DURATA, ORGANIZZAZIONE DIDATTICA, VERIFICHE E PROVA FINALE
Il Corso ha durata annuale pari a 1500 ore di impegno complessivo per il corsista, corrispondenti         a 60 cfu.
Il Corso si svolgerà in modalità  e-learning con piattaforma accessibile 24 h\24h.
Il Corso è articolato in :

  1. lezioni video e materiale fad appositamente predisposto;
  2. eventuali test di verifica di autoapprendimento

Tutti coloro che risulteranno  regolarmente iscritti al Corso dovranno sostenere un esame finale che accerti il conseguimento degli obiettivi proposti presso la sede dell'Università sita in Roma - Via Don Carlo Gnocchi 3.

Art.5 - ORDINAMENTO DIDATTICO
Il Corso  sarà articolato in video lezioni  (fruibili 24h/24h), dispense scaricabili dalla piattaforma e-learning, eventuali seminari di aggiornamento e approfondimento tematico.

  1. Analisi dello scenario della mobilità urbana: inquadramento del contesto italiano e internazionale, la domanda di mobilità sostenibile dei passeggeri e delle merci nelle città italiane, previsioni e scenari competitivi. (SECS P/01, SECS P/02, M-GGR/02)
  2. Quadro normativo di riferimento: (IUS/01, IUS/04, IUS/09, IUS/10)
  3. Il mobility management: (SECS/P-07, SECS P/08)

    1. definizione,
    2. obiettivi,
    3. livelli e aree di applicazione
    4. soggetti coinvolti
    5. servizi erogati
  4. Gli strumenti del mobility management: (SECS/P-07, SECS/P-08)

    1. Il mobility manager
    2. Il mobility centre
    3. Il coordinatore della mobilità
    4. La pianificazione della mobilità
  5. I pilastri per il mobility management di successo: (SECS/P-07, SECSECS/P-08)

    1. lo sviluppo della alleanze;
    2. la formazione del personale
    3. la gestione delle risorse finanziare
    4. la comunicazione
  6. Il marketing e la comunicazione per il mobility mangement (SECS/P-08):

    1. Le scelte sostenibili e il marketing quale vantaggio competitivo per le imprese, gli enti pubblici e la gestione del territorio
    2. Posizionamento, studio del target, pianificazione e controllo di marketing
    3. Il marketing della mobilità
    4. Le politiche di comunicazione per la mobilità
    5. Web, Social, mobile  marketing: nuove opportunità per il mobility management
  7. Le soluzioni e le tecniche per il miglioramento della mobilità urbana tra trasporto passeggeri e merci (SECS/P-07, SECS/P-08):

    1. La logistica e le Smart Cities
    2. Il rinnovo dei mezzi di trasporto
    3. Il car-sharing e il car-pooling
    4. Lo sviluppo del telelavoro
  8. Le tecnologie di supporto al mobility management (ING-IND 08- ING-IND 09):

    1. Motorizzazioni e tecnologie
    2. Veicoli elettrici, ibridi, a idrogeno o a gas
    3. Biocarburanti e sistemi di accumulo
    4. Eco-driving.

*il piano didattico potrebbe subire lievi modifiche e/o integrazioni di contenuto
Nell'insieme l'attività formativa prevede 60 CFU (crediti complessivi).
Tutti coloro che risulteranno regolarmente iscritti al Corso  dovranno sostenere un esame finale  che accerti il conseguimento degli obiettivi proposti

Art. 6 - DOMANDA DI ISCRIZIONE
Insieme alla domanda di iscrizione, redatta secondo apposito modello e scaricabile dal sito www.unicusano.it, i candidati, pena l'esclusione dall'ammissione, dovranno produrre i seguenti documenti:

  1. dichiarazione sostitutiva di certificazione (ai sensi del D.P.R. del 28 dicembre 2000 n. 445 art. 46) dei titoli di studio posseduti;
  2. copia di un documento di identità personale in corso di validità;
  3. copia del Codice Fiscale;
  4. marca da bollo da € 16,00.
  5. tesserino di servizio  o autodichiarazione se aventi diritto ad agevolazione economica
  6. copia del bonifico della prima rata

I cittadini non comunitari residenti all'estero potranno presentare la domanda tramite le Rappresentanze diplomatiche italiane competenti per territorio che, a loro volta, le provvederanno ad inviarle all'Università allegando il titolo di studio straniero corredato di traduzione ufficiale in lingua italiana, legalizzazione e dichiarazione di valore.

Oltre alla suddetta documentazione, i cittadini non comunitari residenti all'estero, dovranno presentare alla Segreteria Generale il permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura in unica soluzione per il periodo di almeno un anno; i cittadini non comunitari residenti in Italia dovranno presentare il permesso di soggiorno rilasciato per uno dei motivi indicati al'articolo 39, quinto comma, del D.L.vo n. 286 del 25.7.1998 (ossia per lavoro autonomo,lavoro subordinato,  per motivi familiari, per asilo politico, per asilo umanitario, o per motivi religiosi).

Tale documentazione dovrà essere presentata personalmente o inviata a mezzo raccomandata A.R. (farà fede il timbro postale dell'ufficio accettante), al seguente indirizzo:
Università degli Studi Niccolò Cusano- Telematica Roma
Segreteria Generale Master
Via don Carlo Gnocchi, 3
00166 Roma.

Il termine ultimo per la raccolta delle iscrizioni è il 30.09.2020 (salvo eventuali proroghe).
Per dare attivazione al Corso occorre il raggiungimento di un numero minimo di partecipanti pari a 25.
Al raggiungimento del numero minimo di iscritti, l'Università comunicherà l'attivazione del Corso  tramite avviso pubblico sulla home page del sito:  www.unicusano.it ed email diretta ai singoli iscritti

Art. 7 - QUOTA DI ISCRIZIONE
Il costo annuo del Corso è  pari ad € 900,00 (novecento/00).
Il pagamento verrà corrisposto in due rate a scadenza mensile e  di pari importo da versarsi secondo la scadenza indicata dalla Segreteria Corso successivamente alla chiusura delle iscrizioni.

Art. 8 - SCADENZE
Il termine ultimo per la raccolta delle iscrizioni è il 30.09.2020,  salvo eventuali proroghe.

Art. 9 - COMMISSIONE D'ESAME
Il Coordinatore del Corso è nominato dal Comitato Tecnico Organizzatore e allo stesso è demandata la nomina della Commissione d'esame finale che sarà composta da 5 componenti e potrà operare validamente con la presenza di almeno tre Commissari.
Roma,
il Rettore