L’Università Niccolò Cusano mecenate del concorso Aracne - Arti per la città

Sabato, 07 Giugno 2014
  • Luogo dell'evento: Roma
  • Indirizzo: Trastevere

Sabato 7 giugno a Trastevere si è tenuta la serata finale del concorso Aracne-Arti per la Città. L'Unicusano, mecenate del concorso, ha premiato il vincitore con il finanziamento di una sua nuova opera, che sarà in mostra permanente all'interno del campus capitolino. Organizzato dal Lanificio159 e dall'associazione culturale Mercoledì da Leoni, il progetto Aracne – Arti per la città, è un contest di pittura, scultura e fotografia rivolto ad artisti e creativi, anche non professionisti, che attraverso il coinvolgimento diretto del pubblico vuole stimolare la crescita di un nuovo patrimonio artistico cittadino e trasformare spazi pubblici inaspettati in ambienti espositivi permanenti. L'Università Niccolò Cusano, da sempre attenta a dare spazio al talento e alla creatività dei ragazzi, ha omaggiato il vincitore del concorso con il finanziamento di una sua nuova opera, che sarà in mostra permanente nella sede dell'Ateneo, in via Don Carlo Gnocchi numero 3, a Roma.

L'Università Niccolò Cusano,  ha scelto di sposare il progetto Aracne – Arti per la città riconoscendone l'alto valore per una rinascita della cultura in ogni sua forma. Aracne – Arti per la città adopera la metafora mitologica della tela sottile, resistente e creatrice e la reinterpreta sotto la forma di un concorso che è una piattaforma di dialogo tra artisti, opere, cittadini e istituzioni, e allo stesso tempo si pone come una moderna declinazione della "mostra" in un contesto - temporale e spaziale - non proprio. Il concorso ha avuto una durata di sei mesi, dal 18 dicembre 2013 al 14 maggio 2014, con la cadenza di un appuntamento al mese, ed è stato occasione di incontro con diversi Municipi di Roma. 

Le migliori opere del concorso sono già diventate allestimento permanente di spazi pubblici sottoutilizzati. Sabato 6 giugno  ha avuto luogo l'appuntamento finale del progetto, nel cuore della Capitale, a Trastevere. L'evento è stato seguito e raccontato in diretta radiofonica, dalle 20.00 fino a notte inoltrata, dall'emittente dell'Unicusano, Radio Manà Manà, che per l'occasione si è trasferita proprio in piazza San Cosimato, nel cuore del celebre quartiere Capitolino.