×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42
logo Unicusano

Master di II Livello livello

in

Agenzie educative, la famiglia e la scuola: le responsabilità civili e penali e la tutela del minore nell'era digitale


(1500 ore - 60 CFU)

Anno accademico 2020-2021

III Edizione - II Sessione

Art. 1 - ATTIVAZIONE
L'Università degli Studi Niccolò Cusano - Telematica Roma
attiva il Master di II livello in “Agenzie educative, la famiglia e la scuola: le responsabilità civili e penali e la tutela del minore nell'era digitale” afferente alla Facoltà di Giurisprudenza per l'Anno Accademico 2020/2021 di durata pari a 1500 h.

Agli iscritti che avranno superato le eventuali prove di verifica intermedie e la prova finale verrà rilasciato il Diploma di Master di II livello in “Agenzie educative, la famiglia e la scuola: le responsabilità civili e penali e la tutela del minore nell'era digitale”.

Art. 2 - OBIETTIVI
Master ha come obiettivo quello di formare professionisti altamente specializzati in possesso degli strumenti necessari per operare nei contesti professionali a sostegno dei minori in situazioni di disagio.
Il Master ha tra gli obiettivi essenziali:

Art. 3 - DESTINATARI E AMMISSIONE
Per l'iscrizione al Master è richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti titoli:
1) laurea conseguita secondo gli ordinamenti didattici precedenti il decreto ministeriale 3 novembre 1999 n. 509;
2) lauree specialistiche di II livello ai sensi del D.M. 509/99 e lauree magistrali ai sensi del D.M.270/2004;

I candidati in possesso di titolo di studio straniero non preventivamente dichiarato equipollente da parte di una autorità accademica italiana, potranno chiedere al Comitato Scientifico il riconoscimento del titolo ai soli limitati fini dell'iscrizione al Master. Il titolo di studio straniero dovrà essere corredato da traduzione ufficiale in lingua italiana, legalizzazione e dichiarazione di valore a cura delle Rappresentanze diplomatiche italiane nel Paese in cui il titolo è stato conseguito.

I candidati sono ammessi con riserva previo accertamento dei requisiti previsti dal bando.
I titoli di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione per le domande di ammissione.
L'iscrizione al Master è incompatibile con altre iscrizioni a Corsi di laurea, master, Scuole di specializzazione e Dottorati.

Art. 4 - DURATA, ORGANIZZAZIONE DIDATTICA, VERIFICHE E PROVA FINALE
Il Master ha durata annuale pari a 1500 ore di impegno complessivo per il corsista, corrispondenti a 60 cfu.
Il Master si svolgerà in modalità e-learning con piattaforma accessibile 24 h\24h.
Il Master è articolato in :

Art. 5 - ORDINAMENTO DIDATTICO
Il percorso del Master prevede i seguenti insegnamenti così articolati:

Offerta formativa
InsegnamentiOrdinamento didatticoCFUORE
Modulo I
Area Socio-giuridica Teorico-pratica
Introduzione alla responsabilità del minore e in particolare del minore digitale: aspetti teorico-pratici di investigazione della Polizia Giudiziaria

Il minore nell'Era digitale e nella ICT (tecnologia dell'informazione e della comunicazione).
Problema dell'identità e controllo in rete.
Una nuova etica per il minore adulto: dalla Giustizia retributiva alla Giustizia riparativa.
Il ruolo del mediatore penale per il minore: statistiche e casi pratici.
Pedopornografia e pedofilia, aspetti sociologici della responsabilità del minore e del genitore nell'indagine di Polizia Giudiziaria Italiana e europea.
Direttive Europee sul Cyberbullismo - Programma Comunitario Pluriennale per la protezione dei Minori che usano Internet e altre tecnologie di comunicazione (ai sensi della decisione 1351/2008/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio 16 dicembre 2008).
Programma Dafne - Lotta ed educazione contro la violenza, anche virtuale, dei giovani.
I Diritti Umani nell'era digitale - Il Quadro giuridico Internazionale ed Europeo.
La natura educativa delle misure cautelari
La messa alla prova - casi pratici

Il fenomeno dei minori stranieri non accompagnati - M.S.N.A. alla luce delle nuove normative
10  
Modulo II
Area giuridica
La tutela del minore nell'ambito digitale: il cybercrime e il cyberbullismo

Le responsabilità del minore
Il diritto penale minorile
I reati più ricorrenti in ambito digitale: atti persecutori, indebito utilizzo dell'identità digitale e sostituzione di persona, ingiuria e diffamazione, accesso abusivo e danneggiamento di dati, trattamento illecito dei dati personali
I crimini informatici più diffusi tra i minori: responsabilità del minore e riflessi critici per la famiglia da una prospettiva investigativa di Polizia Giudiziaria.
Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza, la legge 12 luglio 2011, n.112 e l'attuazione della Convenzione ONU per i diritti del fanciullo: compiti e azioni
Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza, protocolli d'intesa con Autorità locali e altre istituzioni
La tutela legale dell'identità digitale a livello nazionale, europeo ed internazionale dai social network alle app di comunicazione: tecniche, metodi di investigazione in rete e le prove digitali
I provvedimenti urgenti precautelari - casi pratici
L'irrilevanza del fatto: casi pratici
La sottrazione internazionale del minore: casi pratici
L'audizione del minore vittima di abuso: casi pratici
La fotografia, identità e i minori: evoluzione giurisprudenziale
La riforma normativa europeo in materia di protezione dei dati personali, impatto e novità sui dati dei minori: il consenso del minore e il nuovo diritto all'oblio
Dal bullismo al cyberbullismo: analisi del quadro normativo esistente e il piano nazionale di prevenzione
Cyberbullismo, hate speech e pari opportunità: le linee guida del Miur
Responsabilità degli istituti scolastici, degli insegnanti e dei dirigenti scolastici in riferimento all'impiego dei dispositivi digitali, al cyberbullismo e al bullismo
Ruolo e responsabilità della famiglia negli episodi di cyberbullismo: evoluzione della giurisprudenza e casi pratici
Analisi della nuova legge n. 71/2017 in materia di cyberbullismo: finalità, contesto e strumenti
Il ruolo e le responsabilità del docente di riferimento previsto dall'art. 4 comma 3 della legge 71/2017 alla luce delle linee guida Miur del novembre 2017
Il nuovo strumento di tutela: La rimozione dei contenuti dai social media e da gestori internet (c.d. notice and take down): luci ed ombre. Il reclamo e la segnalazione al Garante per la protezione dei dati personali
Il ruolo del Garante privacy nazionale ed il protocollo di intesa con la polizia postale
La tutela giurisdizionale in ambito penale e l'ammonimento del minore nelle legge 71/2017: analisi di casi pratici di bullismo e cyberbullismo
Il rapporto con gli organi di stampa: analisi dei casi venuti recentemente alla cronaca

La revisione, aggiornamento dei regolamenti di Istituto con la previsione delle misure educative, informative e disciplinari connesse al cyberbullismo
33  
Modulo III
Area psicologica e criminologica
la tutela del minore nell'ambito digitale: il cyberbullismo aspetti psicologici e di criminologia forense

Analisi e differenze delle diverse definizioni di Cyberbullismo
Elementi distintivi del Cyberbullismo
Tipologie di Cyberbullismo
Differenze tra Bullismo tradizionale e Cyberbullismo
Cyberbullismo, contesto familiare e stile genitoriale
I fattori di rischio
I meccanismi psicologici che generano e mantengono il cyberbullismo
Le differenza tra "scherzo", "prepotenza" e "reato"
Psicologia del Cyberbullo
Cybervittimologia: statistiche, dati, storie
Le conseguenze psicologiche sulla cybervittima
Cyberbullismo e suicidio
Cyberbullismo e bullismo omofobico
Cyberbullismo e "poli-vittimizzazione"
Il fenomeno del sexting
bullismo omofobico
il fenomeno dell'hate speech.
Grooming e adescamento online
L'intervento psicologico con il cyberbullo e con la cybervittima
L'intervento preventivo a Scuola
La collaborazione Scuola-Famiglia
Le tecniche di role-playing e di problem solving per l'intervento preventivo collettivo

Testimonianze e stralci di casi clinici (anonimi)
12  
PROJECT WORK FINALE IUS/09IUS/07IUS/14 5  
TOTALE MED/02M-FIL/03MED/43M-FIL/03 60  

Nell'insieme l'attività formativa prevede 60 CFU (crediti complessivi).
Tutti coloro che risulteranno regolarmente iscritti al Master dovranno sostenere un esame finale che accerti il conseguimento degli obiettivi proposti

Art. 6 - COMITATO SCIENTIFICO
Qualifiche:
Avv. Mauro Alovisio - Avvocato, docente presso il corso di perfezionamento universitario per la formazione del data protection officer e del master in diritto per la p.a dell'Università degli Studi di Torino, Direttore di settore del Centro europeo per la Privacy
Avv. Fabio Di Resta - Avvocato - LL.M. - Presidente del Centro europeo per la Privacy - Iso 27001 Ict Security Auditor - Docente universitario a contratto al Corso di Alta Formazione in Antiriciclaggio, Dipartimento di Economia, Università Sapienza.
Dott. Gianfranco Pinos - Mediatore Penale c/o Tribunale di Latina - già Ispettore C. Polizia Postale e delle Comunicazioni - Resp. Squadra Polizia Giudiziaria Reati Informatici.
Dott.ssa Monica Sansoni - Funzionario P.O. - Struttura Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza Regione Lazio.

Nell'insieme l'attività formativa prevede 60 CFU (crediti complessivi).

Art. 7 - DOMANDA DI ISCRIZIONE
Insieme alla domanda di iscrizione, redatta secondo apposito modello e scaricabile dal sito www.unicusano.it, i candidati, pena l'esclusione dall'ammissione, dovranno produrre i seguenti documenti:

I cittadini non comunitari residenti all'estero potranno presentare la domanda tramite le Rappresentanze diplomatiche italiane competenti per territorio che, a loro volta, le provvederanno ad inviarle
all'Università allegando il titolo di studio straniero corredato di traduzione ufficiale in lingua italiana, legalizzazione e dichiarazione di valore.
Oltre alla suddetta documentazione, i cittadini non comunitari residenti all'estero, dovranno presentare alla Segreteria Generale il permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura in unica soluzione per il periodo di almeno un anno; i cittadini non comunitari residenti in Italia dovranno presentare il permesso di soggiorno rilasciato per uno dei motivi indicati al'articolo 39, quinto comma, del D.L.vo n. 286 del 25.7.1998 (ossia per lavoro autonomo,lavoro subordinato, per motivi familiari, per asilo politico, per asilo umanitario, o per motivi religiosi).
Tale documentazione dovrà essere presentata personalmente o inviata a mezzo raccomandata A.R. (farà fede il timbro postale dell'ufficio accettante), al seguente indirizzo:
Università degli Studi Niccolò Cusano- Telematica Roma,
Segreteria Generale Master,
Via don Carlo Gnocchi, 3, 00166 Roma.
Il termine ultimo per la raccolta delle iscrizioni è il 31.01.2021 (salvo eventuali proroghe).

Per dare attivazione al Master occorre il raggiungimento di un numero minimo di partecipanti pari a 25.
In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, il Master non troverà attivazione e le domande pervenute saranno considerate automaticamente decadute.
Al raggiungimento del numero minimo di iscritti, l'Università comunicherà l'attivazione del Master tramite avviso pubblico sulla home page del sito: www.unicusano.it ed email diretta ai singoli iscritti

Art. 8 - QUOTA DI ISCRIZIONE
Il costo annuo del Master è di € 1.300,00 (milletrecento/00).
Il pagamento verrà corrisposto in quattro rate di pari importo.

Art. 9 - SCONTI E AGEVOLAZIONI
È prevista una quota d'iscrizione ridotta, pari a € 800,00 (ottocento/00) per le seguenti categorie:

Il versamento della tassa d'iscrizione, suddiviso in quattro rate a scadenza mensile, dovrà essere versata secondo la modalità descritta all'art. 8.
Per poter usufruire della suddetta agevolazione è necessario allegare alla domanda d'iscrizione opportuna certificazione/autocertificazione/tessara associativa attestante l'appartenenza alla categoria beneficiaria dell'agevolazione economica.

Art. 10 - SCADENZE
Il termine ultimo per la raccolta delle iscrizioni è il 31.01.2021, salvo eventuali proroghe.

Art. 11 - COMMISSIONE D'ESAME
Il Coordinatore del Corso è nominato dal Comitato Tecnico Organizzatore e allo stesso è demandata la nomina della Commissione d'esame finale che sarà composta da 5 componenti e potrà operare validamente con la presenza di almeno tre Commissari.
Roma
il Rettore