×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42
logo Unicusano

Master di I Livello livello

in

Storia militare contemporanea 1796-1960


(1500 ore - 60 CFU)

Anno accademico 2021-2022

IV Edizione - I Sessione

Art.1 - ATTIVAZIONE
L'università degli studi Niccolò Cusano – Telematica Roma, in partnership con l'Istituto del Nastro Azzurro e il CeSVaM (Centro Studi sul Valore Militare) propone il master di I livello in "Storia Militare Contemporanea 1796-1960" afferente alla facoltà di Scienze Politiche per l'anno accademico 2021/2022 della durata di 1500 ore per 60 CFU complessivi.
Agli iscritti che avranno superato le eventuali prove di verifica intermedia e la prova finale verrà rilasciato il diploma di master di I livello in "Storia Militare e Contemporanea 1796-1960".

Art.2 - OBIETTIVI
Il master si rivolge prevalentemente alle seguenti categorie:

Il master si propone di fornire ai partecipanti le conoscenze riguardanti un approccio interdisciplinare alla interpretazione e alla ricostruzione scientifica di un evento militare.

Art.3 - DESTINATARI E AMMISSIONE
Per l'iscrizione al Master è richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti titoli:
1) laurea conseguita secondo gli ordinamenti didattici precedenti il decreto ministeriale 3 novembre 1999 n. 509;
2) lauree ai sensi del D.M. 509/99 e ai sensi del D.M. 270/2004;
3) lauree magistrali ai sensi del D.M. 509/99 e lauree magistrali ai sensi del D.M. 270/2004;

I candidati in possesso di titolo di studio straniero non preventivamente dichiarato equipollente da parte di una autorità accademica italiana, potranno chiedere al Comitato Scientifico il riconoscimento del titolo ai soli limitati fini dell'iscrizione al Master. Il titolo di studio straniero dovrà essere corredato da traduzione ufficiale in lingua italiana, legalizzazione e dichiarazione di valore a cura delle Rappresentanze diplomatiche italiane nel Paese in cui il titolo è stato conseguito.

I candidati sono ammessi con riserva previo accertamento dei requisiti previsti dal bando.
I titoli di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione per le domande di ammissione.
L'iscrizione al Master è incompatibile con altre iscrizioni a Corsi di laurea, master, Scuole di specializzazione e Dottorati.

Art. 4 - DURATA, ORGANIZZAZIONE DIDATTICA, VERIFICHE E PROVA FINALE
Il Master ha durata annuale pari a 1500 ore di impegno complessivo per il corsista, corrispondenti a 60 cfu.
Il Master si svolgerà in modalità e-learning con piattaforma accessibile 24 h\24
Il Master è articolato in :

Tutti coloro che risulteranno regolarmente iscritti al Master dovranno sostenere un esame finale che accerti il conseguimento degli obiettivi proposti presso la sede dell'Università sita in Roma - Via Don Carlo Gnocchi 3.
I lavori finali dei corsisti più meritevoli previa segnalazione della Commissione d'Esame, saranno pubblicati, dopo accurata revisione editoriale, sulla rivista trimestrale "Quaderni del Nastro Azzurro".
Per ogni sessione di tesi il corsista o i corsisti che si classificheranno con votazione massima riceveranno dalla Presidenza del Nastro Azzurro un attestato di benemerenza.

Art.5 - ORDINAMENTO DIDATTICO
Il percorso del Master prevede i seguenti insegnamenti così articolati:

Storia del Risorgimento, Storia Moderna, Storia Contemporanea, Storiografia, Geografia Storica e Militare, Storia delle Dottrine ed Ordinamenti Militari, Logistica ed Armamenti, Scienze Strategiche, che verranno per il seguente anno accademico articolati nel seguente ordinamento

offerta formativa
IL METODO STORICO (PARTE PRIMA)ORE
Lo storico:
  • la scelta dello storico
  • il tempo storico
  • limiti dello storico
20
Gli uomini e la storia: comprendere ed interpretare il presente mediante il passato 20
L'osservazione storica:
  • l punto di vista storico
  • le testimonianze
  • le tecniche di trasmissione delle testimonianze
20
La Storiografia del '900:
  • i primi 50 anni del secolo XX
  • i successivi 50 anni
  • gli inizi del XXI secolo
20
Considerazioni teoretiche:
  1. L'esperienza delle "Annales"
  2. Hobsbaun: due secoli, uno lungo e l'altro breve
  3. Hegel: storia dialettica cultura
  4. Benedetto Croce
  5. Federico Chabot e il metodo storico
  6. Huizinga e Meineche
  7. Max Weber
  8. Francois Furet e l'idea comunista
  9. La cultura del secondo Reich
  10. Ideologismi e totalirismi
  11. Il revisionismo storico
  12. Il negazionismo storico
Nolte e la crisi dei regimi liberali
100
Storia e Scienze Sociali:
  • Storia e società
  • La storia economica e sociale
  • Dati storici e rilevanza scientifica
20
Per un totale di 200 ore e 8 CFU  

Testo di Riferimento. Sinossi proposte dalla Cattedra.

offerta formativa
IL METODO STORICO (PARTE SECONDA)ORE

Ricostruzione di un avvenimento militare:

  • La teoria:
    • la storia quale conoscenza
    • Le fonti storiche
    • La partizione della storia
    • Relazione tra storia e storiografia
    • Storia militare
  • Tecnica procedurale:
    • partizione metodologica
    • operazioni preliminari
    • ricerca e raccolta di materiali di studio
    • critica e confronti
    • sintesi
    • modi di esposizione
120
La Guerra Classica:
  • Le origine del conflitto
  • I belligeranti
  • La situazione generale
  • La situazione particolare
  • Tempi e modi degli avvenimenti
20
La guerra asimmetrica:
  • La situazione di partenza delle parti in conflitto
  • Origine del conflitto
  • La situazione iniziale
  • Tempi e modi degli avvenimenti
20
Le operazioni di supporto alla pace:
  • Situazione generale
  • Origine dell’intervento
  • La situazione iniziale
  • Avvenimenti di PSO
20
Considerazioni:
  • Schema di elaborazione
  • Presentazione dell’avvenimento ricostruito
20
Storia e Scienze Sociali:
  • Storia e società
  • La storia economica e sociale
  • Dati storici e rilevanza scientifica
20
Per un totale di 200 ore e 8 CFU  

Testo di Riferimento. Sinossi proposte dalla Cattedra.

offerta formativa
GEOPOLOTICA PER IMMAGINEORE

Carta Geografica tra arte e politica:

  • Carte come logo
  • Carte per l’indipendenza
  • Carte satiriche
  • Carte per l’odio
  • Carte aeree
10

Le Carte Geopolitiche:

  • Finalità e caratteri
  • Le prime carte geopolitiche
  • La geografia fatta con i se
  • Protagonisti e prodotti
10

Carte per il totalitarismo:

  • Come nasce un genere cartografico
  • La cartografia nazista
  • Cartografia del Duce
  • Il ripudio della geopolitica nel secondi dopo guerra
  • Cartografia del mondo comunista
  • Come si autorappresenta l’occidente
10

Carte di Guerra:

  • Carte per incitare alla guerra
  • Carte per fare la guerra
  • Carte per raccontare la guerra
10
L’attualità in carte 10
Per un totale di 50 ore e 2 CFU  

Testo di Riferimento. Sinossi proposte dalla Cattedra.

NAPOLEONE : L’ARTE DELLA GUERRA

 

La Campagna d’Italia 1796-1997:

  • Livello politico
  • Livello strategico
  • Livello tattico

10h

I fondamenti del sistema napoleonico

10h

Le innovazioni napoleoniche:

  • Nell’organizzazione dell’esercito
  • Nella strategia

10h

Stratagemmi e cannoni

10h

La battaglia perfetta: Austerlitz

10h

Per un totale di 50 ore e 2 CFU

 

BENEDETTO CROCE E LA RIVOLUZIONE NAPOLETANA DEL 1799

 

I Giacobini prima del 1799

  • La società patriottica
  • Ritratti di partecipanti

10h

La repubblica napoletana

10h

Eleonora De Fonseca Pimental

10h

La reazione e la prima idea dell’unità italiana

10h

Il punto di vista di Benedetto Croce

10h

Per un totale di 50 ore e 2 CFU

 

Storia militare del Risorgimento 1796 - 1870

 

L’Italia nel periodo napoleonico 1796 – 1815
- Gli Italiani nelle guerre Napoleoniche
- La insorgenza in Italia
- La Battaglia di Tolentino
- La Restaurazione ed il retaggio dello spirito Napoleonico

20h

L’Italia semplice espressione geografica 1815 – 1848

  • La rivoluzione nel Regno delle Due Sicilie
  • La Rivoluzione nel Regno di Sardegna
  • La Rivoluzione nell’Italia centrale. Esuli Italiani in Spagna e Grecia
  • Il decennio dello sconforto

20h

La Prima Guerra di Indipendenza 1848-1849

  • Le operazioni del 1848
  • Le operazioni del 1849
  • Dalla liberazione della Lombardia alle Dieci Giornate di Brescia
  • La guerra popolare nel veneto e la difesa di Venezia
  • La difesa della Repubblica Romana

20h

Il decennio di preparazione 1849 – 1859

  • La situazione nel Regno delle Due Sicilie
  • La situazione nello stato Pontificio
  • Il moto milanese del 6 febbraio 1853
  • I Teorici militari del decennio
  • Carlo Pisacane e la spedizione del 1857

20h

La Seconda Guerra di Indipendenza e la Spedizione dei Mille 1859-1860

  • Le operazioni del 1859
  • La spedizione dei Mille
  • La spedizione nelle Marche e nell’Umbria
  • Teano e la liberazione del Mezzogiono

20h

La Terza guerra di Indipendenza 1866 e la Presa di Roma

  • Dall’Esercito sardo all’Esercito Italiano. Manfredo Fanti
  • La convenzione di settembre. Firenze capitale d’Italia 1865
  • Le operazioni del 1866: Custoza, Lissa Bezzecca e Sedowa 1866
  • Mentana 1867
  • La Presa di Roma 1870

20h

   

Per un totale di 100 ore e 4 CFU

 

Testo Base: Piero Pieri Storia militare del Risorgimento, varie edizioni


L’Esercito dell’Italia Umbertina. 1870 - 1914
 

La politica Militare Italiana ed i suoi condizionamenti.

10h

Le riforme del 1871-1873 la base dell’Esercito

  • L’opera riformatrice di Ricotti Magnani. Il modello Prussiano
  • Il Reclutamento; la mobilitazione, la copertura, la radunata
  • L’amministrazione centrale; lo Stato Maggiore dell’Esercito
  • L’Ordinamento tattico
  • La Formazione di pace

15h

Esercito e Politica da Porta Pia alla Triplice Alleanza

  • Il nuovo corso della storia
  • Gli insegnamenti politico-strategici e tecnico-militari della guerra franco prussiana
  • L’inserimento della Germania e dell’Italia nella politica europea
  • La situazione politica interna dell’Italia
  • La presa di coscienza per un rinnovo dello sviluppo del pensiero e della cultura militare
  • Le difficoltà economiche e le disponibilità finanziarie
  • Le altre difficoltà di sviluppo dell’Esercito

 

10h

I Piani di Guerra contro l’Austria dal 1866 alla Prima Guerra Mondiale

  • Il Piano Ricotti-Magnani
  • Il Piano Cosenz
  • Il Piano Saletta
  • Il Piano Pollio
  • Il Piano Cadorna
  • La sistemazione difensiva della frontiera nord-est

15h

Le Guerre Coloniali: da Assab ad Adua

  • Dottrine d’impiego ed ordinamento tattico
  • Confronto con le dottrine europee
  • Nuove caratteristiche della normativa dell’esercito
  • I regolamenti di tecnica di impiego
  • La dottrina tattica del Cosenz
  • Il regolamento di servizio in guerra
  • Le campagne coloniali.

. Dogali
. La penetrazione dalla costa verso l’interno
. Adua

15h

L’Esercito del periodo giolittiano 1900-1914

  • Lineamenti generali
  • Norme generali per l’impiego tattico delle Grandi Unità in Guerra (1903)
  • Norme generali per l’impiego tattico delle Grandi Untà in Guerra (1910 e 1913)
  • L’Esplorazione, la sicurezza, l’inseguimento e la ritirata
  • L’azione offensiva nella battaglia di incontro
  • L’azione difensiva nella battaglia di incontro
  • L’azione offensiva nella battaglia preparata
  • L’azione difensiva nella battaglia preparata
  • Considerazioni

10h

La campagna di Libia 1911-1912

  • La situazione politica negli anni 1908-1915 ed il riamo dell’esercito
  • La situazione internazionale
  • La politica estera ed interna dell’Italia
  • La campagna di Libia:

. lineamenti
. operazioni
. conclusione

15h

L’Esercito alla vigilia della Grande Guerra-

  • Norme per il combattimento (1911-1913)
  • La fanteria e la cavalleria
  • L’artiglieria ed il genio
  • I Combattimenti di località
  • Le operazioni su terreni fortemente coperti e nei terreni boscosi
  • Le operazioni notturne
  • Le operazioni alpine
  • Considerazioni riassuntive sulla dottrina tattica rielaborata e riordinata dal Pollio
  • Norme riassuntive per l’azione tattica (1914) e attacco frontale e ammaestramento tattico del Cadorna
  • Considerazioni conclusive

10h

   

Per un totale di 100 ore e 4 CFU

 

Fonti: F. Stefani, La Storia della Dottrina degli Ordinamenti dell’Esercito Italiano, Roma, Ministero della Difesa, Stato Maggiore dell’esercito, Ufficio Storico, 200o-2004 Sei Volumi

AA., VV, L’Esercito Italiano dall’Unità alla Grande Guerra (1861- 1918), Roma, Ministero della Difesa, Stato Maggiore dell’esercito, Ufficio Storico, 200°-204


LA GRANDE GUERRA 1914 - 1918
 

Parte dottrinale

100h

  • La Nuova fisionomia della guerra
  • Analisi e considerazioni
  • La guerra di movimento
  • La guerra di logoramento

20h

  • I Fronti
  • Il Fronte occidentale
  • Il fronte Orientale
  • Il fronte balcanico
  • Il fronte italiano
  • Il fronte caucasico
  • Il fronte del medio oriente
  • Il fronte marittimo

20h

  • Generali e Gregari.
  • Generali e Gregari tedeschi
  • Generali e Gregari austriaci
  • Generali e Gregari francesi
  • Generali e Gregari britannici
  • Generali e Gregari italiani
  • Generali e Gregari russi
  • Generali e Gregari serbi
  • Generali e Gregari ottomani
  • Generali e Gregari e Inidoneità offensiva dello strumento

20h

  • Tattica e tecnica
  • Tattica dell’azione offensiva
  • Tecnica dell’azione offensiva
  • Tattica dell’azione difensiva
  • Tecnica dell’azione difensiva
  • Lo Stallo tattico
  • Il Superamento dello stallo tattico (1917) e la battaglia di canne (216 a.C.)

20h

  • Dottrina ed ordinamento
  • Il problema del personale
  • Le armi
  • I Mezzi
  • Le Grandi Unità
  • Le minori Unità
  • Le due fasi dell’evoluzione ordinativa dell’Esercito Italiano

20h

Parte descrittivo-interpretativa – Fronte Italiano

100h

La Campagna del 1915

  • Il primo sbalzo offensivo
  • L’offensiva d’estate (I e II Battaglia dell’Isonzo)
  • L’offensiva d’autunno (III e IV Battaglia dell’Isonzo)
  • Considerazioni sulla campagna del 1915

20h

La Campagna del 1916

  • L’offensiva austriaca nel Trentino
  • La V Battaglia dell’Isonzo
  • La battaglia di Gorizia (VI Battaglia dell’Isonzo)
  • Le spallate sul carso (VII, VIII e IX Battaglia dell’Isonzo)
  • Considerazioni sulla campagna del 1916

20h

La Campagna del 1917

  • La X Battaglia dell’Isonzo
  • La stasi operativa e l’IX Battaglia dell’Isonzo
  • Dall’Isonzo al Piave (XII Battaglia dell’Isonzo)
  • La Battaglia d’Arresto (Novembre 1917)

Considerazioni sulla campagna del 1917

20h

La Campagna del 1918

  • Diaz e la primavera di attesa
  • La battaglia del Solstizio
  • La Battaglia di Vittorio Veneto
  • Considerazioni sulla campagna del 1918

20h

Considerazioni conclusive

  • La condotta della guerra di cadorna
  • La condotta della guerra di Diaz
  • I rapporti con gli Alleati
  • Il mancato riconoscimento della Vittoria Italiana

20h

Per un totale di 200 ore e 8 CFU

 

Fonte: M. Montanari, Politica e Strategia in cento anni di Guerre Italiane, Roma, Ministero della Difesa, Stato Maggiore dell’Esercito, Ufficio Storico, 2000


Tra le due Guerre 1919 – 1939
 

Un ventennio di preparazione ed una conclusione amara.

 

Il Difficile dopoguerra

  • Politica e strategia tra le due guerre mondiali
  • L’evoluzione della dottrina e dell’ordinamento

10h

Gli ordinamenti predisposti tra le due guerre

  • Gli Ordinamenti dell’esercito Italiano dal 1918 al 1926
  • L’incertezza della situazione
  • L’Ordinamento Albricci
  • L’Ordinamento Bonomi
  • La Nazione Armata nei progetti Gasparotto e De Giorgio
  • L’Ordinamento Diaz
  • Lo sviluppo della regolamentazione dal 1918 al 1926
  • L’Ordinamento Mussolini
  • L’Ordinamento del 1934
  • La Divisione binaria
  • L’Ordinamento Pariani del 1938
  • L’Ordinamento del 1940
  • L’Ordine di Battaglia del Giugno 1940

10h

L’organizzazione militare della Nazione e la legislazione militare dal 1926 al 1940

  • Compito difensivo
  • Armamento e equipaggiamento
  • Provvedimenti per la mobilitazione civile e militare della nazione
  • Il modo di essere dell’esercito dal 1926 al 1940

._

10h

Evoluzione della Dottrina

  • La dottrina tattica dal 1935 al 1940
  • L’impiego della Divisione dal 1936 al 1938
  • La Fanteria italiana tra le due guerre mondiali
  • L’Impiego delle Unità carri tra le due guerre mondiali
  • L’Impiego della cavalleria tra le due guerre mondiali
  • L’impiego della artiglieria e del genio tra le due guerre mondiali

10h

L’Esercito Italiano alla prova della guerra

  • La fisionomia della guerra
  • Lo sperpero dei materiali
  • La guerra contro l’Etiopia
  • La guerra civile spagnola
  • L’invasione dell’Albania 1939
  • Esausti alla prova principale.

10h

Per un totale di 50 ore e 2 CFU

 

La Seconda Guerra Mondiale 1940 - 1945

 

Parte I

 

La guerra dell’Italia fascista con l’Asse 1940 – 1943

 

Dottrine ed Ordinamento durante la seconda guerra mondiale

20h

Le campagne autonome italiane nella seconda guerra mondiale

20h

Le operazioni italo-tedesche

20h

Dalla caduta del fascismo all’armistizio

20h

Parte II

 

La Guerra di Liberazione 1943 – 1945

 

La Guerra di Liberazione, una guerra su cinque fronti

 

Il fronte del Sud

  • Il primo raggruppamento motorizzato. Montelungo
  • Il Corpo Italiano di Liberazione. Filottrano
  • I Gruppi di Combattimento.

20h

Il fronte del Nord. Il movimento Ribellistico

  • Il CLNAI e l’organizzazione militare
  • Le formazioni ribellistiche:

. Autonome, garibaldine, di giustizia e libertà, cattoliche, liberali, matteotti, monarchiche

 

20h

Il fronte della Resistenza dei Militari Italiani all’Estero

  • La resistenza dei militari italiani in:

. Jugoslavia
. Corsica
. Albania
. Grecia e Cefalonia e Lero
. Jugoslavia
. Montenegro

30h

Il fronte del No. Gli Internati Militari Italiani

  • Internati Militari in:

. Germania
. Svizzera
.Turchia

20h

Il fronte della Prigionia

  • Prigionieri di guerra, ed internati in

. Grecia
. Francia
. Gran Bretagna e Colonie
. Stati Uniti
. Unione Sovietica
. Paesi delle Nazioni Unite.

30h

Per un totale di 200 ore e 8 CFU

 

LOGISTICA ED EQUIPAGGIAMENTI

50h

La logistica italiana nelle due guerre mondiali 1914 – 1945

 

La Logistica italiana nella prima guerra mondiale 1914 – 1918
La Logistica tra guerra di movimento e guerra di trincea (1915-1918)

  • Vicende della direzione politico-strategica e suoi riflessi sulla logistica di produzione e distribuzione
  • Caratteri generali della organizzazione logistica del funzionamento dei Servizi nelle varie fasi della guerra
  • Evoluzione dei Servizi:

Sanità; veterinario; commissariato; materiale di artiglieria; materiali del genio; postale; telefonico e telegrafico; radiotelegrafico; trasporti e tappa; manutenzione stradale; amministrazione.
I Nuovi Servizi:
idrico; onoranze caduti in guerra; antigas.

10h

La logistica tra le due guerre (I)

  • Gli ammaestramenti della prima guerra mondiale
  • La nuova regolamentazione logistica del 1924
  • La regolamentazione logistica del 1932
  • L’organizzazione territoriale dei singoli servizi negli anni venti

10h

  • La logistica tra le due guerre (II)
  • La logistica dalla guerra di movimento alla guerra di rapido corso
  • La logistica nella guerra d’Etiopia
  • La logistica nella guerra di Spagna
  • La logistica nella invasione dell’Albania

10h

  • La Logistica nella Seconda Guerra Mondiale (1940- 1943) (I)
  • La preparazione logistica dell’Esercito nel giugno 1940: lacune e problemi
  • Formazioni di guerra e dotazioni dei principali servizi logistici nel giugno 1940
  • L’organizzazione della Nazione per la guerra
  • La logistica verso il collasso: caratteri salienti del periodo
  • Giugno 1940 settembre 1943
  • Lineamenti dell’organizzazione logistica realizzata.

10h

  • La Logistica nella Seconda Guerra Mondiale (1943-1945) (II)
  • Principali risvolti logistici delle:
  • Operazioni sulle Alpi occidentali
  • Operazioni contro la Grecia
  • Operazioni in Africa Settentrionale
  • Operazioni in Russia 1941- 1942
  • Operazioni della Guerra di Liberazione
  • Conclusioni: logistica della sconfitta o sconfitta logistica?

10h

  • Per un totale di 50 ore e 2 CFU
 

F. Botti, La Logistica dell’Esercito Italiano 1831 – 1981, Roma, Ministero della Difesa, Stato Maggiore dell’Esercito, Ufficio Storico, 1995, sei Volumi


Il Secondo Dopoguerra 1945 -1962
 

L’eredità della Seconda Guerra Mondiale

  • Gli errori strategici del tripartito
  • Guerra mondiale guerra totale
  • Principali fattoti che influirono sulla strategia
  • L’offensiva e la difensiva in campo strategico e tattico
  • Il ritorno all’era degli imperi
  • Il Bipolarismo politico
  • Il processo di decolonizzazone

10h

Inizio dell’Era Nucleare

  • L’O.N.U.
  • Politica strategica sovietica dal 1945 al 1960
  • Politica strategica americana dal 19145 al 1960
  • L’Europa Occidentale
  • Le principali operazioni dal 1945- al 1962
  • Quindici anni di logica della guerra

10h

La strategia dell’Era Nucleare

  • La strategia della risposta massiccia
  • La credibilità della risposta massiccia
  • La strategia della risposta flessibile
  • La situazione di stallo della strategia militare
  • La visione del nuovo ambiente operativo
  • Le armi spaziali

10h

L’Esercito nell’immediato dopoguerra. La Ricostruzione e la Ripresa
L’Esigenza Somalia e l’Emergenza Trieste.

  • La Repubblica, il Trattato di Pace e la Costituzione
  • La colpevolizzazione:
  • L’Esercito di transizione
  • L’Esercito del trattato di pace
  • La ripresa del dibattito culturale
  • La nuova regolamentazione
  • L’adesione alla NATO
  • Il Corpo di sicurezza in Somalia
  • La questione di Trieste e l’esigenza “T”
  • La gravissima crisi degli inizi della seconda metà degli anni ottanta
  • La fine di un ciclo

10h

Il primo ridimensionamento delle forze

  • L’avvento dell’arma atomica tattica
  • Incoerenza tra politica estera e politica militare
  • I principali quesiti posti dall’arma atomica tattica
  • La serie dottrinare 600
  • Le risposte concettuali italiane all’avvento dell’arma atomica tattica
  • Ordinamento dello Stato Maggiore dell’Esercito dal 1950 al 1975
  • Considerazioni conclusive

10h

Per un totale di 50 ore e 2 CFU

 

Per un totale complessivo di 1500 ore e 60 CFU

 

Art. 6 - DOMANDA DI ISCRIZIONE
Insieme alla domanda di iscrizione, redatta secondo apposito modello e scaricabile dal sito www.unicusano.it, i candidati, pena l’esclusione dall’ammissione, dovranno produrre i seguenti documenti:

  1. dichiarazione sostitutiva di certificazione (ai sensi del D.P.R. del 28 dicembre 2000 n. 445 art. 46) dei titoli di studio posseduti
  2. copia di un documento di identità personale in corso di validità;
  3. copia del Codice Fiscale;
  4. marca da bollo da € 16,00
  5. tesserino di servizio o autodichiarazione se aventi diritto ad agevolazione economica
  6. copia del bonifico della prima rata

I cittadini non comunitari residenti all'estero potranno presentare la domanda tramite le Rappresentanze diplomatiche italiane competenti per territorio che, a loro volta, le provvederanno ad inviarle
all'Università allegando il titolo di studio straniero corredato di traduzione ufficiale in lingua italiana, legalizzazione e dichiarazione di valore.

Oltre alla suddetta documentazione, i cittadini non comunitari residenti all'estero, dovranno presentare alla Segreteria Generale il permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura in unica soluzione per il periodo di almeno un anno; i cittadini non comunitari residenti in Italia dovranno presentare il permesso di soggiorno rilasciato per uno dei motivi indicati al'articolo 39, quinto comma, del D.L.vo n. 286 del 25.7.1998 (ossia per lavoro autonomo,lavoro subordinato, per motivi familiari, per asilo politico, per asilo umanitario, o per motivi religiosi).

Tale documentazione dovrà essere presentata personalmente o inviata a mezzo raccomandata A.R. (farà fede il timbro postale dell'ufficio accettante), al seguente indirizzo:
Università degli Studi Niccolò Cusano- Telematica Roma
Segreteria Generale Master
Via don Carlo Gnocchi, 3
00166 Roma.
Il termine ultimo per la raccolta delle iscrizioni è il 30.09.2021 (salvo eventuali proroghe).

Art. 7 - QUOTA DI ISCRIZIONE
Il costo annuo del Master è di € 1.500,00 (millecinquecento/00).
Il pagamento verrà corrisposto in 4 rate da versare come di seguito indicato:

Il mancato pagamento delle rate comporta la sospensione dell'accesso alla piattaforma e-learning e la non ammissione agli esami di profitto e all'esame finale di tesi.

Art. 8 - SCONTI E AGEVOLAZIONI
È prevista una quota d'iscrizione ridotta, pari a € 1.100,00 (millecento/00) per le seguenti categorie:

Il versamento della quota d’iscrizione, suddiviso in quattro rate mensili, ciascuna da € 275,00 (duecentosettantacinque/00) dovrà essere versata secondo la modalità descritta all’art. 7.
Per poter usufruire della suddetta agevolazione è necessario allegare alla domanda d’iscrizione opportuna certificazione/autocertificazione attestante l’appartenenza alla categoria beneficiaria dell’agevolazione economica

Art. 9 - SCADENZE
Il termine ultimo per la raccolta delle iscrizioni è il 30.09.2021, salvo eventuali proroghe.

Art. 10 - COMMISSIONE D'ESAME
Il Coordinatore del Corso è nominato dal Comitato Tecnico Organizzatore e allo stesso è demandata la nomina della Commissione d'esame finale che sarà composta da 5 componenti e potrà operare validamente con la presenza di almeno tre Commissari.
Roma
Il Rettore