Lunedì, 16 Dicembre 2013 10:55

Il futuro dell’Ingegneria è all’Università Niccolò Cusano

A febbraio 2014 l’inaugurazione del nuovo laboratorio di ricerca di Ingegneria all’interno del Campus dell’Università Niccolò Cusano.
Strumento fondamentale per lo studio e la formazione dei futuri ingegneri, il laboratorio sarà fruibile anche a distanza attraverso la piattaforma telematica dell’Unicusano.

L’università Niccolò Cusano crede fortemente nella ricerca scientifica. A riprova di questo, l’importante investimento economico rivolto alla creazione di un nuovo laboratorio di ricerca di Ingegneria all’interno del campus dell’Ateneo capitolino.  Il taglio del nastro è previsto nei primi giorni di febbraio 2014. E’ l’Ing Federica Trovarusci, docente nei corsi di Laurea in Ingegneria Civile e Industriale dell’Unicusano, in particolare di Ingegneria delle Materie Prime e Scienze e Tecnologia dei Materiali, attività a forte carattere sperimentale, a presentare la nascita del nuovo laboratorio di ricerca di Ingegneria all’interno del Campus dell’Università Niccolò Cusano:  “Stiamo allestendo un laboratorio in grado di competere non solo a livello nazionale ma anche con altri famosi centri di ricerca europei – racconta con orgoglio l’Ing. Trovarusci - la cosa fondamentale e nuova di questo laboratorio è che rispetta l’originale anima telematica dell’Unicusano.

Si tratta di una caratteristica che lo rende unico e diverso da tutti gli altri laboratori d’Italia. Gli studenti che verranno al campus Unicusano di via Don Carlo Gnocchi 3, a Roma, potranno utilizzare il laboratorio per attività didattiche o per le loro tesi sperimentali ad esempio, ma anche studenti di altre città, attraverso la piattaforma telematica dall’Unicusano, potranno usufruire delle attrezzature presenti nel laboratorio. In sostanza, questo significa che anche gli studenti fisicamente lontani da Roma potranno seguire, naturalmente con la supervisione del docente sempre presente in laboratorio, tutto lo svolgimento delle prove, potranno scaricare dalla piattaforma tutti i dati di output della macchina per poterli elaborare e arrivare quindi ai risultati della propria ricerca”.  “Abbiamo dedicato tutto le nostre forze – continua l’Ing. Trovarusci, docente di Ingegneria delle Materie Prime e Scienze e Tecnologia dei Materiali all’Unicusano -  nella realizzazione di un laboratorio di ricerca all’avanguardia che rispettasse anche la natura telematica dell’Ateneo. Un’innovazione nell’innovazione. Un modo per garantire agli studenti che non sono o non possono essere presenti fisicamente al Campus Unicusano, di poter seguire attraverso la piattaforma E-Learning dell’Unicusano, oltre alla fase di acquisizione degli aspetti teorici, anche la fase sperimentale dello studio, fondamentale per apprendere un metodo scientifico replicabile in qualunque ambito lavorativo, di studio o di ricerca”.

Un rapporto diretto dunque e un’interazione costante tra Professori, Ricercatori e Studenti, non solo nella fase di studio teorico, ma anche nella fase sperimentale. Continua l’Ing. Trovarusci: “Un’interazione costante che riteniamo fondamentale per apprendere al meglio la teoria e la pratica, per impadronirsi della metodologia scientifica e per conseguire un titolo spendibile poi nel mondo del lavoro”. Cosa troveranno dunque, a febbraio 2014, gli studenti e i ricercatori dell’Unicusano all’interno del nuovo  laboratorio del Campus? “Abbiamo individuato quelle che riteniamo essere delle attrezzature strategiche con requisiti fondamentali per le attività didattiche, di ricerca di base e di ricerca industriale, quella svolta in collaborazione con le industrie che vogliono innovare per essere più competitive – spiega l’Ing. Trovarusci – Abbiamo scelto macchine trasversali che possono essere utilizzate su tematiche di ricerca differenti e quindi su materiali differenti. Abbiamo scelto macchinari potenziabili nel tempo perché riteniamo che ci metteranno in condizione di avviare degli accordi di ricerca con altri centri di ricerca europei ma anche partner industriali.

Il nostro obiettivo, nel quale il CdA dell’Unicusano ha creduto fortemente, attraverso lo stanziamento di diversi milioni di euro, è quello di dare vita ad un laboratorio in grado di far nascere degli strumenti che possano fare la storia dell’Ingegneria. Abbiamo ampi spazi a disposizione e sono già in piano ulteriori ampliamenti”. Appuntamento dunque al prossimo febbraio, quando all’Unicusano nascerà un laboratorio di ricerca di Ingegneria all’avanguardia.