Domenica, 06 Settembre 2015 22:00

Premio "Capocaccia" all'ing. Panciroli, ricercatore all'Unicusano

Il 3 settembre, durante il tradizionale appuntamento annuale dell'AIAS (Associazione Italiana per l'Analisi delle Sollecitazioni, gruppo di accademici ed industriali nel campo della costruzione di macchine), l'ing. Riccardo Panciroli, ricercatore dell'università Niccolò Cusano, assieme al collega Ing. Giacomo Falcucci dell'Università Parthenope di Napoli hanno vinto il premio "A. Capocaccia". La giuria ha ritenuto il loro "studio sperimentale dell'interazione fluido-struttura durante l'ingresso in acqua di corpi flessibili" come il più meritevole. Nel loro lavoro, Panciroli e Falcucci hanno presentato un’innovativa metodologia sperimentale per l'analisi in tempo reale delle deformazioni in strutture soggette ad impatti.

Il premio "A. Capocaccia", giunto alla trentesima edizione, è un importante riconoscimento assegnato al miglior articolo scientifico, per contributo ed originalità, presentato da giovani ricercatori sotto i 35 anni.

Si tratta del secondo riconoscimento ottenuto dall'Ing. Panciroli per i risultati delle sue ricerche sull'interazione fluido-struttura, che già nel 2012 ha vinto il primo premio alla competizione europea YEAR (Young European arena of research.