Ilaria Laganà: “ Junior data scientist presso Elis – Toyota Motor Italia”

  • Acquisire maggiore consapevolezza e determinazione grazie al percorso formativo in Unicusano

Ilaria Laganà, ha scelto di seguire sia il percorso di Laurea triennale che magistrale presso l’Unicusano ed è attualmente impiegata come Junior Data Scientist presso Elis - Toyota Motor Italia.

Conosciamo meglio il suo percorso formativo e professionale.

“Posso sicuramente affermare che il mio percorso formativo è stato piuttosto variegato; terminato il liceo scientifico avevo le idee molto chiare su quale fosse il lavoro che avrei voluto fare: la professoressa di matematica.

Pertanto mi sono iscritta alla Sapienza, scegliendo proprio la facoltà che desideravo.

Con il passare del tempo, però, mi sono accorta che le discipline affrontate erano troppo astratte e lontane da ciò che realmente mi interessava. Così, ho deciso di entrare subito nel mondo del lavoro. Ho quindi lavorato per un anno come segretaria amministrativa poi, al fine di crescere professionalmente, ho deciso di intraprendere un Corso di Laurea telematico in Economia presso l’Università Niccolò Cusano, che ben si conciliava con i miei orari e impegni lavorativi.

Una volta terminata la triennale non ho esitato a continuare con la magistrale in Economia sempre presso lo stesso Ateneo.”

Hai conseguito la Laurea triennale e magistrale in Economia presso l’Unicusano: qual è la tua opinione?

“In entrambi i percorsi mi sono trovata a mio agio proprio per la possibilità di organizzare a mio piacimento lo studio e tutti gli altri impegni. Non era più uno studio forzato e costretto ma grazie ad Unicusano lo definirei flessibile e vincente.

Ho concluso tutto il percorso riuscendo a recuperare un anno, complice anche il lockdown, durante il quale sono riuscita a concludere gli esami della magistrale per poi dedicarmi alla preparazione della tesi.

Proprio in questa occasione si è presentata una bellissima opportunità, che mi ha permesso poi di capire quale fosse la mia reale strada. Il mio relatore, il Prof. Drago, mi ha proposto di scrivere un articolo con lui, presentato alla conferenza IWEBcee 2020 presso il CNR, sulla base del quale ho sviluppato la tesi. L’oggetto del mio elaborato è stato un argomento ambizioso ma molto interessante: l’analisi del clustering di serie storiche del PIL pre e post-Covid.

Il prof. Drago è riuscito a cogliere in me delle caratteristiche analitiche ed è stato proprio lui ad aprirmi la strada verso la Data Science. Poter affermare di aver avuto un Professore che mi abbia sostenuta e fatta crescere non è sicuramente da tutti: per questo ringrazierò sempre sia il mio relatore sia l’Unicusano per questa opportunità.”

Di cosa ti occupi in qualità di Junior Data Scientist presso Elis - Toyota Motor Italia?

“In seguito alla passione per i dati scaturita dalla stesura della tesi magistrale, è stato naturale cercare un percorso che mi facesse crescere in questo ambito. Ho quindi frequentato il Master in Data Science di Elis, grazie al quale sono diventata Junior Data Scientist.

Questo mi ha portato a lavorare proprio in Elis come consulente per il team di Data Management di TMI. È un lavoro affascinante, che mi permette di consolidare giorno dopo giorno le conoscenze di business e quelle di data analysis. Poter entrare in contatto con le necessità di business interne mi ha fatto sviluppare la capacità di trasformarle in strumenti utili all’automatizzazione dei processi e alla visualizzazione dei dati con diversi livelli di granularità, dal singolo concessionario al Top Management.”

Quali sono, secondo te, le caratteristiche che deve avere un laureato in Economia?

Un laureato in Economia deve essere curioso, al passo con i tempi, intraprendente e sempre pronto ad imparare cose nuove. La curiosità è necessaria perché quando un settore è così ampio, come quello economico, è importante conoscere le novità e stare sempre sul pezzo. Rimanere costantemente aggiornati è sicuramente uno dei pilastri fondamentali di un economista.  L’intraprendenza, invece, è utile perché la voglia di fare paga sempre e questa, unita alla formazione continua, è una caratteristica che viene molto apprezzata soprattutto nel mondo del lavoro.”

Qual è la domanda più difficile che ti hanno fatto ad un colloquio di lavoro?

“La domanda più difficile che mi abbiano mai fatto ad un colloquio è stata di tipo tecnico: “Se il prezzo di una torta nuziale è x, come calcoleresti il fatturato medio annuo di tutti i produttori di torte nuziali senza poter avere ulteriori informazioni?”.

Mi ha colto proprio alla sprovvista, anche perché non c’era la possibilità di richiedere ulteriori dati e richiedeva un’assunzione probabilistica sulla quale non ho avuto la giusta intuizione. Questo mi ha dato conferma di quanto ho affermato prima: mai smettere di studiare, approfondire e imparare cose nuove.”

Pensi che l’Università ti abbia aiutata ad affrontare il mondo del lavoro?

Penso che l’Università mi abbia dato maggiori strumenti e soprattutto una maggiore consapevolezza dei miei punti di forza e di debolezza. Questo sicuramente mi ha aiutata ad affrontare il mondo del lavoro con più sicurezza e con la giusta determinazione.”

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

“Il mio sogno nel cassetto è lavorare in un ambiente dinamico e stimolante e continuare nel percorso che ho intrapreso, che mi appassiona molto. A tal proposito, ci tengo a citare una delle mie frasi preferite di Confucio in cui credo fermamente: “fai un lavoro che ami e non lavorerai neanche un giorno della tua vita.””

Siamo molto felici che Ilaria ci abbia scelto sia per il percorso di Laurea triennale che magistrale e le sue parole, riguardo alla preparazione ricevuta in Unicusano, sono per noi motivo di grande orgoglio.
La ringraziamo per la sua testimonianza e gli facciamo i nostri migliori auguri per un futuro ancora più brillante!

 A cura di Sara Marini - Area Marketing