Dottorato in Law ad Cognitive Neuroscience

Coordinatore
Prof. Giovanni D’Alessandro

Lingua
Italiano/Inglese

Durata
3 anni

Posti e borse di studio
8 posti, di cui 6 con borsa di studio

Descrizione e obiettivi del corso
Il Corso di dottorato si propone di approfondire lo studio delle implicazioni e delle applicazioni in ambito giuridico delle acquisizioni delle tecniche neuroscientifiche sulle basi nervose delle funzioni mentali. Tale studio, impiegando metodiche interdisciplinari di analisi critica proprie di diversi settori scientifici dell’area giuridica e dell’area psicologica, è condotto all’interno di tre aree di ricerca, quali il diritto costituzionale e pubblico, il diritto e la procedura penale, e la psicologia e le neuroscienze cognitive, corrispondenti a specifici e fondamentali profili d’interesse del c.d. “neurodiritto”. Il fine precipuo dell’analisi è quello di chiarire come e in quale misura l’esperienza, il pensiero e il comportamento umano nascano e siano determinati dalle attività cerebrali, secondo correlazioni causali sufficientemente stabili e ripetibili, riflessione preliminare imprescindibile per un’implementazione affidabile in campo giuridico degli esiti delle tecniche neuroscientifiche, in ragione delle complesse interazioni tra mente, cervello e comportamento psicosociale e delle esigenze di tutela (multilivello) dei diritti fondamentali della persona. A ciò sono poi collegati gli ulteriori obiettivi di sottoporre a eventuali ripensamenti talune nozioni di base della teoria e della dogmatica giuridica, come quelle di soggettività, di libertà (del volere e dell’agire), di responsabilità, e di studiare opportune regolazioni delle tecniche e degli impieghi delle scienze social-cognitive.

Sbocchi occupazionali e professionali previstiIl Corso si propone di formare studiosi e figure professionali, nell’ambito sia del diritto sia della psicologia, con specifiche conoscenze delle tecniche d’indagine delle neuroscienze cognitive, e per l’interpretazione e l’utilizzo delle acquisizioni neuroscientifiche in campo giuridico, soprattutto forense (avvocati, magistrati, consulenti tecnici). La caratterizzazione interdisciplinare del dottorato fornisce solide e specialistiche competenze, necessarie per esercitare attività di ricerca, anche accademica, e attività professionali di alta qualificazione, anche a livello internazionale. Il Corso, in particolare, consente l’acquisizione di conoscenze e competenze scientifiche trasversali in grado di aumentare sensibilmente le possibilità di occupazione di coloro che conseguono il titolo di dottore di ricerca, in un contesto avanzato, coniugando l’approfondimento di tematiche prettamente nazionali, come quelle relative al diritto positivo dei diversi ordinamenti giuridici, e di tematiche tecniche all’avanguardia sul piano internazionale, come quelle relative alla psicologia. Il Corso, infine, conferisce competenze linguistiche specialistiche per ciò che riguarda l’inglese, imprescindibili per affrontare le tematiche innovative delle neuroscienze cognitive.