Unicusano Fondi: tranquilli, para Coletta

Coletta, estremo difensore dell'Unicusano Fondi

Jacopo Coletta ha stupito tutti. E’ arrivato da meno di trenta giorni, è stato gettato subito nella mischia dal tecnico Sandro Pochesci, ma nonostante la giovane età ha messo subito in mostra grande disinvoltura.Da quattro partite Jacopo Coletta è il portiere dell’ Unicusano Fondi, impiegato laddove di solito, si è preferito puntare sull’ esperienza rispetto alla gioventù; con lui, tre partite a reti bianche ed una sconfitta nella sfida persa dall’Unicusano Fondi tre reti a uno contro l’Aprilia.

“Ma quella è stata una partita particolare, perché siamo rimasti in dieci, e dopo il primo goal subito su rigore, gli altri due sono arrivati nel secondo tempo ed in contropiede, quando noi eravamo proiettati in avanti” spiega senza troppi giri di parole l’ estremo difensore rossoblù Coletta, 22 anni e già un buon curriculum alle spalle: Spal e Lumezzane in Lega Pro, Chievo Verona e Roma tra le maglie più importanti vestite in campo giovanile.

Questa, targata Unicusano Fondi, è la sua prima volta in serie D. “Un campionato certamente difficile, ho giocato quattro partite sono state tutte molto combattute; ho trovato un buon livello e diversi giocatori di valore”.

Unicusano Fondi, Coletta non rimpiange la scelta fatta. E sul campionato di Serie D spiega: “Si presenta come un campionato dilettante, eppure sotto quest’ ottica vedo davvero poco, perché si lavora molto durante la settimana, come tra i professionisti” afferma il giovane estremo difensore di origine romana, che considera questo torneo come “una bella possibilità per crescere, nella quale dovrò farmi trovare sempre pronto”.

L’esperienza della Serie D targata Unicusano Fondi, dunque,  è molto impegnativa. Considerando anche la situazione attuale della squadra che ha necessità di tirarsi fuori da una posizione di classifica poco piacevole: “Stiamo lavorando duramente per raggiungere i risultati desiderati e siamo certi che quanto stiamo facendo alla fine produrrà i suoi frutti -dice Coletta, il giovane estremo difensore- nelle partite pareggiate avremmo sicuramente meritato qualcosa di più;  ci è mancato solo il goal, ma le soluzioni non mancano, prima o poi ci sarà gioia anche per noi”.