Come diventare commercialista: la guida dalla A alla Z

come diventare commercialista

Sei alla ricerca di informazioni su come diventare commercialista?

In questa guida ti spiegheremo, passo dopo passo, come si diventa commercialista, analizzando il percorso di studi e le competenze necessarie per intraprendere questa professione.

Dopo la laurea in economia e commercio, la professione di commercialista è una delle più intraprese dai giovani studenti. Per fare il commercialista serve una perfetta cultura fiscale, tanta flessibilità e tendenza all’aggiornamento costante, indispensabile per tenere sotto controllo le evoluzioni delle normative in ambito tributario.

Vediamo ora chi è e cosa fa il commercialista e quali sono i principali passaggi da compiere per lanciarsi in questa affascinante professione.

Chi è, cosa fa e cosa studia il commercialista

Dalla definizione di commercialista all’esame per l’iscrizione all’Albo, ecco tutto quello che devi sapere su questa figura professionale.

Identikit della professione

Prima di iniziare il nostro viaggio per scoprire come diventare commercialista, facciamo un passo indietro e rispondiamo ad una prima essenziale domanda: chi è il commercialista?

Il commercialista è un professionista che svolge un’attività di consulenza in ambito commerciale, economico e tributario e gestisce una serie di attività come:

  • La tenuta della contabilità;
  • La predisposizione del bilancio di esercizio e della dichiarazione dei redditi;
  • La redazione dei libri contabili e del libro unico del lavoro (LUL);
  • Lo svolgimento di perizie tecniche, ispezioni e revisioni amministrative.

cosa fa il commercialista

Le competenze di un commercialista spaziano in diversi ambiti, dalla conoscenza del diritto fiscale a quello tributario, dalla contabilità alla consulenza.

Se ti stai chiedendo come diventare commercialista senza laurea, ti diamo una brutta notizia: non è possibile intraprendere la professione senza un titolo di laurea di durata quinquennale.

Sulla base di ciò, se desideri diventare commercialista, sappi che dovrai metterci tanto impegno, passione e dedizione: la strada può essere lunga e a tratti tortuosa, ma con la giusta grinta riuscirai ad ottenere grandi soddisfazioni.

Oltre alla laurea, gli step successivi per diventare commercialista sono il praticantato e l’esame di Stato per l’iscrizione all’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili.

Esame di stato e iscrizione all’Albo

Come ti abbiamo accennato, per diventare commercialista occorre superare un esame di Stato per l’iscrizione all’Ordine dei Dottori Commercialisti ed esperti contabili.

Secondo la normativa, hanno accesso all’esame coloro in possesso dei seguenti titoli:

  • Nuovi ordinamenti: laurea nelle classi LM-56, LM-77 (D.M. 270), 64/S, 84/S (D.M. 509/99) e di un tirocinio commercialista della durata di 18 mesi purché un anno sia svolto dopo il conseguimento della laurea specialistica o magistrale;
  • Vecchi ordinamenti: diploma di laurea rilasciato dalle facoltà di Economia, secondo gli ordinamenti didattici previgenti al DM 509/99 e di un tirocinio post-lauream non inferiore a 18 mesi. Diploma di laurea in Scienze Politiche e Giurisprudenza e di un tirocinio post-lauream della durata di tre anni purché iniziato entro il 31/12/2007.

Se ti stai chiedendo se per diventare commercialista basta la triennale, la risposta è no: come puoi vedere dai requisiti, si accede all’esame solo se in possesso di un titolo magistrale.

L’esame è composto da tre prove scritte e una prova orale. Sono esonerati dalla prima prova scritta:

  • Coloro i quali provengono dalla Sezione B dell’albo (esperti contabili);
  • Coloro che hanno conseguito un titolo di studio all’esito di uno dei corsi di laurea realizzati sulla base della convenzione di cui all’articolo 43 del D. Lgs. 28 giugno 2005, n. 139.

Tornando alle prove oggetto d’esame, le tre prove scritte consistono in:

  • Una prima prova, dove verranno trattate materie come ragioneria generale e applicata, revisione aziendale, tecnica industriale e commerciale, tecnica bancaria, tecnica professionale, finanza aziendale;
  • Una seconda prova, dove verranno trattate materie come diritto privato, diritto commerciale, diritto fallimentare, diritto tributario, diritto del lavoro e della previdenza sociale, diritto processuale civile;
  • Una prova pratica, costituita da un’esercitazione sulle materie previste per la prima prova scritta ovvero dalla redazione di atti relativi al contenzioso tributario.

La prova orale è un ulteriore strumento di accertamento delle conoscenze teorico-pratiche del candidato. Durante il colloquio, verranno rivolte al candidato anche domande di informatica, sistemi informativi, economia politica, matematica e statistica, legislazione e deontologia professionale.

Commercialista VS esperto contabile

Come avrai notato, l’Ordine a cui si iscrivono i commercialisti fa riferimento anche ad un’altra categoria di professionisti: gli esperti contabili.

Se ti stai chiedendo chi è l’esperto contabile e cosa fa, ti diciamo subito che, pur essendo regolamentati dallo stesso Albo, ci sono differenze tra questa professione e quella del commercialista.

Il Dottore Commercialista è specializzato in materia fiscale, tributaria e giudica, al fine di garantire una corretta gestione patrimoniale. Può avere funzioni amministrative e possono essergli attribuite cariche specifiche di sindaco e revisore del bilancio. Può inoltre offrire consulenze tecniche societarie, giuridiche e contrattuali.

L’Esperto Contabile tiene la contabilità ed esercita consulenza fiscale  per persone fisiche e giuridiche. Può valutare e controllare la redazione del bilancio e la corretta tenuta della contabilità, nonchè occuparsi della tassazione e della redazione dei documenti di fine esercizio.

L’esame per diventare esperto contabile può essere sostenuto anche da chi è in possesso di un titolo di studi triennale, mentre per il commercialista è necessaria una laurea magistrale. Anche nel caso dell’esperto contabile, però, è richiesto un periodo di tirocinio presso un ragioniere perito commerciale/esperto contabile.

Se vuoi sapere come diventare commercialista e quali studi dovrai affrontare, l’ultimo paragrafo risponderà a queste tue domande.

Percorso di studi

Ora che abbiamo visto come diventare commercialista e quali sono le differenze con l’esperto contabile, parliamo delle competenze e del percorso di studi necessario per intraprendere questa professione.

Se diventare commercialista è il tuo sogno, i corsi di laurea dell’area economica dell’Università Niccolò Cusano sono perfetti per te.

I corsi sono due:

Come abbiamo detto, per diventare commercialista occorre un titolo di studio magistrale, perciò i due corsi non sono mutualmente esclusivi.

La laurea triennale mira a fornire agli studenti  una conoscenza di base completa nelle materie aziendali, economiche, matematico-statistiche e giuridiche allo scopo di offrire a tali soggetti la possibilità di applicarle nelle dinamiche di funzionamento delle aziende.

Si tratta di un percorso completo, che consente al laureato di operare in autonomia in ambiti come:

  • Consulenza aziendale nelle diverse forme e nei differenti settori dell’area aziendale e dei mercati finanziari;
  • Supporto e consulenza alla clientela in riferimento ai servizi finanziari e commerciali svolta prevalentemente alle dipendenze di istituti bancari, assicurativi e finanziari;
  • Rilevazione, elaborazione, gestione e monitoraggio e analisi di dati statistici utili a fini descrittivi e previsionali nei diversi ambiti aziendali.

Lo step successivo alla laurea triennale è il percorso di studi magistrale, più tecnico e specialistico, in grado di fornire allo studente competenze approfondite sulle materie trattate durante la triennale.

Questo corso, infatti, permette di acquisire un’elevata padronanza degli strumenti matematico-statistici e dei principi dell’ordinamento giuridico nazionale, comunitario e internazionale. Alla fine del percorso di studi, il laireato sarà in possesso di elevate conoscenze di analisi economica e aziendale e di politica economica e aziendale, riuscendo ad applicare le metodologie della scienza economica e di quella aziendale per analizzare le complessità della società contemporanea e risolvere i problemi economico-sociali.

La didattica di entrambi i corsi di laurea è erogata online e fruibile su una piattaforma di e-learning attiva H24. Durante gli studi sono previsti stage e tirocini, così che lo studente possa mettere in pratica sin da subito le conoscenze acquisite.

Hai le idee più chiare su come diventare commercialista?

Se desideri ricevere ulteriori informazioni sui nostri corsi di laurea, contattaci o chiama il numero verde 800.98.73.73

Se sei ancora indeciso sulla strada da intraprendere, leggi anche: Come scegliere la laurea adatta a te