Niccolò Cusano, l’università dei lavoratori

L’università dei lavoratori

Ci sono titoli che arrivano dal cielo ed altri che, invece, si guadagnano sul campo. E’ il caso di “università dei lavoratori” di cui si fregia, a ragion veduta, la Niccolò Cusano. Dietro ci sono tante motivazioni ma, soprattutto, ci sono servizi oggettivi per questa delicata categoria di studenti. Se appartenete a questa cerchia o se conoscete qualcuno che lo faccia, prendetevi qualche minuto e leggete fino alla fine questo post che ben motiva le ragioni per cui la Niccolò Cusano sia per molti l’università dei lavoratori. Pronti? E allora fate buon viaggio.

Partiamo dal fatto e il fatto dice che la Niccolò Cusano è l’università dei lavoratori. Molto fa la sua mission che mette al centro di tutto le esigenze degli studenti e, quindi, anche di quegli studenti che non si possono permettere il lusso di stare sui libri o a lezione 24 ore su 24. Specificare tuti i modi in cui ci riesce è utopistico ma di certo ha senso almeno iniziare a farlo con questi tre passaggi:

1) Corsi di laurea con garanzia di sbocchi di lavoro
Dovete iniziare a capire che rende molto università dei lavoratori il fatto che la Niccolò Cusano crei i suoi corsi di laurea come risposta alle esigenze delle aziende. Cioè? Cioè che vi metta in condizione di avere sempre la certezza di acquisire know-how che davvero interessa al mondo del lavoro e che al momento si divide nelle seguenti sei aree tematiche:

1) Economica
2) Giuridica
3) Psicologica
4) Ingegneristica
5) Politologica
6) Formativa

8) Metodologia di studio 3.0
Cosa rappresenta in quanto a università dei lavoratori il mix tra FAD – formazione a distanza e FIP – formazione in presenza? Che siete liberi. Non solo di gestirvi il tempo di studio grazie alla parte telematica ma anche di gestirvi le vostre lacune andando per esempio solo ad alcune lezioni in aula per interagire col docente e farsi spiegare quel che non sa;

9) Retta all-inclusive
L’ultimo tassello del puzzle della Niccolò Cusano come università dei lavoratori è la retta che non ha sorprese. Tutto incluso? Davvero tutto, compresi quei libri di testo che in media incidono per 200 euro ad esame e che sono vere e proprie spade di Damocle sui bilanci familiari.

Una volta che avete preso le basi del perché la Niccolò Cusano sia l’università dei lavoratori, potete anche esercitare il diritto di andare più a fondo sul tema. Da soli trovate tante informazioni sul web, dal sito, dai blog e dalle pagine social. Invece con noi potete “usarci” chiedendo quel che vi serve sapere attraverso l’apposito form informativo.