Cosa fa uno psicologo dello sport

lavorare come psicologo dello sport

Vuoi lavorare come psicologo dello sport ma non sai come acquisire la giusta professionalità?

Sei laureato in psicologia e cerchi uno sbocco alternativo alla classica figura dello psicologo?

Il tuo sogno è  lavorare nel settore dello sport, in associazioni, enti o in grandi realtà sportive italiane e internazionali?

Qualunque sia la tua esigenza o ambizione continua a leggere questo post fino alla fine; ti forniremo una guida completa al lavoro di psicologo dello sport; analizzeremo le competenze, l’iter formativo e le opportunità per operare nell’affascinante e delicato ambito della psicologia dello sport.

E’ stato provato scientificamente ed è quindi un dato di fatto: la mente influisce su ogni aspetto della vita di un essere umano e quindi anche sulle performance sportive.

Psicologia sportiva

Per capire meglio di cosa stiamo parlando è necessario tornare un po’ indietro nel tempo e fare un breve richiamo storico.

A differenza di quanto si possa pensare la psicologia dello sport non è una disciplina recente, al contrario affonda le sue origini ai tempi dei primi giochi olimpici di Atene.
La testimonianza di quanto appena affermato è resa da numerosi manoscritti che evidenziano l’importanza dello stato d’animo e della condizione mentale dell’atleta ai fini del successo sportivo in una competizione.

E’ chiaro quindi che qualsiasi performance sportiva, oltre che da una buona condizione e preparazione fisica, non può prescindere anche da una serie di fattori mentali; così come è necessario allenare il fisico è necessario allenare la mente.

L’attività di allenamento psicologico è molto più complessa rispetto al tradizionale allenamento sportivo inteso nel senso ginnico più stretto (corsa, pesi, addominali, squat ecc); richiede pertanto l’intervento di professionisti qualificati, specializzati in quella che viene definita psicologia sportiva.

psicologia dello sport

Il lavoro dello psicologo sportivo

A breve ti forniremo lo strumento per specializzarti in psicologia dello sport; prima però cerchiamo di capire meglio le competenze associate a un professionista competente e qualificato.

Cosa fa esattamente uno psicologo dello sport?

Volendo spiegare in poche, semplici parole potremmo dire che lo psicologo sportivo è colui che si occupa di allenare e potenziare le abilità mentali degli atleti e degli sportivi in generale.

L’obiettivo di un professionista degno di tale sostantivo è quello individuare i fattori psicologici che influenzano la prestazione sportiva e l’attività fisica.
Per svolgere con professionalità un’attività così complessa e delicata è necessario possedere conoscenze specifiche, che consentano di comprendere il comportamento di chi pratica sport ed eventualmente di modificarlo e migliorarlo.

In Italia la figura dello psicologo sportivo non dispone di albi che abilitano alla professione; esistono tuttavia due associazioni che si occupano dello studio, della ricerca e della promozione di tale disciplina: AIPS (Associazione Italiana Psicologia dello Sport e dell’Esercizio) e SIPSIS (Società Italiana di Psicologia dello Sport).

Master in psicologia dello sport

Una laurea in psicologia sicuramente è un buon punto di partenza, ma per diventare psicologo dello sport è necessario qualcosa in più, una specializzazione più specifica e professionalizzante.

Lo strumento in questione per acquisire le competenze e le conoscenze indispensabili per essere considerati professionisti, e non semplicemente neo-laureati ‘generici’, è offerto dall’università Telematica Niccolò Cusano erogatrice del ‘master in Psicologia dello Sport – Sperimentazione attiva di tecniche psicomotorie applicate allo sport’.

Il percorso post-laurea di primo livello rientra nelle specializzazioni dell’area medico-sanitaria.

A chi si rivolge

La proposta formativa è strutturata per rispondere alle esigenze dei giovani, che si approcciano al mercato del lavoro afferente all’ambito sportivo, e alle necessità di aggiornamento di tantissimi professionisti, già attivi come allenatori, istruttori psicologi dello sport e atleti.

Per quanto riguarda i settori disciplinari il master è rivolto a laureati in Medicina e Chirurgia, Psicologia, Scienze Motorie, Scienze dell’Educazione e della Formazione.

Struttura didattica e obiettivi

Nel  piano di studi del master  è previsto l’approfondimento delle seguenti tematiche:

  • Psicologia dello sviluppo e attività sportiva
  • Sport individuale sport di gruppo
  • L’allenamento dello sportivo
  • Le abilità mentali dell’atleta
  • L’allenamento psicofisico
  • Educazione alla salute

Sono facoltativi, ma rappresentano un’ulteriore e importante possibilità per acquisire esperienza pratica, i laboratori e le esercitazioni focalizzati sui principi e le tecniche bio-energetiche applicate allo sport.

Gli argomenti inseriti nel piano di studio sono frutto di un’attenta analisi del mercato e del settore di riferimento.
L’obiettivo del percorso di studi è favorire, e rendere più veloce, l’inserimento in un contesto operativo, attraverso l’erogazione di competenze di immediata applicazione.
In particolare il master mira a: sviluppare capacità di approccio alla psicologia dello sport nella sua complessa multi-dimensione; favorire l’acquisizione di modelli operativi efficaci attraverso l’integrazione di contributi multidisciplinari afferenti alla psicologia, alla medicina, alla nutrizione, alla fisioterapia e alle scienze motorie; sviluppare capacità di progettazione di interventi ‘personalizzati’; costruire una base di competenze tecniche e una metodologia di intervento applicabile sia nel settore amatoriale che in quello agonistico.

Scegliendo il master Unicusano avrai la possibilità di approfondire conoscenze e abilità in merito alle seguenti tematiche: principi di base della psicologia dello sport, efficacia delle relazioni con atleti attivi in sport di squadra o individuali, abilità mentali degli atleti, psicomotoria applicata allo sport.

Modalità formativa

Aggiornato dal punto di vista dei contenuti, innovativo per quanto riguarda la metodologia formativa: il master in psicologia sportiva firmato Unicusano è lo strumento giusto per acquisire un elevato grado di specializzazione senza stressarsi con orari da rispettare e lezioni in presenza.

Grazie all’e-learning puoi scegliere liberamente quando e dove studiare; non hai bisogno di recarti in ateneo per seguire una lezione ma ti basta semplicemente accendere il pc e accedere alla piattaforma telematica Unicusano.
Lezioni in streaming, e-book, slide, appunti, test di autovalutazione e tutto ciò che ti serve per conseguire il diploma è disponibile nella tua area riservata, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Potrai inoltre contare sul supporto di tutor e docenti, pronti a fornirti assistenza attraverso chat o video-conferenze.

Costo e iscrizione

Il costo del master per diventare psicologo dello sport è di 1.100 euro, da corrispondere in due rate di pari importo.

La domanda di iscrizione è scaricabile dal sito Unicusano e deve essere presentata con allegati i seguenti documenti: dichiarazione sostitutiva di certificazione dei titoli di studio posseduti; copia di un documento d’identità; copia del codice fiscale, marca da bollo dell’importo di 16 euro; copia del bonifico relativo alla prima rata.

Sbocchi lavorativi

I partecipanti al master, al termine del percorso di studio, avranno la possibilità di trovare lavoro presso Enti, Federazioni, scuole calcio della FIGC, circoli sportivi, scuole di ogni grado e società sportive sia dilettantistiche che professionistiche.

Il ruolo dello psicologo dello sport nella realtà attuale è considerato un’integrazione all’operato delle figure professionali già esistenti  e attivi in ambito tecnico.

Ora che possiedi una conoscenza più approfondita sulla materia, e che hai a disposizione lo strumento giusto per specializzarti e trovare lavoro nell’ambito dello sport come psicologo, non ti resta che icriverti al master; se hai bisogno di ulteriori dettagli puoi contattare il nostro staff attraverso il modulo online che trovi cliccando qui!