Come diventare sport manager: studi e possibilità

come diventare sport manager

Nel mondo dello sport risulta in costante aumento la richiesta di profili specializzati in management; ecco perché abbiamo deciso di realizzare una breve guida nel corso della quale ti spiegheremo come diventare sport manager.

Secondo i dati statistici l’ambito sportivo genera fatturati che hanno un elevato impatto sul Pil del nostro Paese. Gli stessi dati confermano una crescita del settore, che risente della crisi in misura inferiore rispetto agli altri settori del mercato.

Ciò significa che lo sport, oltre che per la sua dimensione ‘fisica’, è attualmente preso in considerazione per le sue potenzialità ‘economiche’, diventando così una vera e propria industry.

Per comprendere fino in fondo le opportunità connesse al mondo sportivo è d’obbligo analizzare qualche numero relativo all’anno 2018.

4,5 milioni gli atleti tesserati presso le federazioni riconosciute dal CONI; 70.000 i nuclei associativi; oltre 1 milione gli operatori sportivi (dirigenti tecnici, ufficiali di gara e collaboratori a vario titolo) che svolgono attività di supporto e sostegno per le organizzazioni societarie e federali.

Considerando i fatturati generati dallo sport è facile intuire i motivi per i quali le società e le aziende che direttamente o indirettamente operano nell’industria sportiva necessitano di una gestione professionale, impostata su una matrice di tipo spiccatamente imprenditoriale.

Sport manager: cosa fa

Entriamo nel cuore del nostro post e cerchiamo di familiarizzare con il manager sportivo, una figura consolidata nei paesi anglosassoni che si è diffusa anche nel nostro paese.
Cerchiamo di capire di cosa si occupa esattamente un professionista.

Il termine ‘manager’ lascia presupporre una professionalità poliedrica, che si occupa di varie tipologie di attività.
Si tratta di un profilo che, nell’ambito del proprio settore, gestisce aspetti che spaziano da quelli organizzativi a quelli economici.

In concreto il manager sportivo si occupa di ottimizzare le risorse di un’azienda o di una società; si occupa di progettare e realizzare pianificazioni strategiche relative ad attività di comunicazione, sponsorizzazione, marketing.

Tra le sue mansioni ‘tradizionali’ rientra l’organizzazione di eventi sportivi.

Le competenze

In linea generale, un manager sportivo deve essere in grado di fronteggiare la complessità gestionale che attualmente caratterizza i vari aspetti del mercato dello sport.

Dal punto di vista delle competenze tecniche, un professionista deve possedere un know how multidisciplinare, che includa conoscenze economiche, giuridiche e di marketing.
In sintesi, un manager dello sport deve sapere come funzionano gli aspetti istituzionali delle società; deve possedere nozioni aggiornate e approfondite di marketing e promozione per gestire l’aspetto mediatico dello sport; deve possedere solide basi relativamente a materie che afferiscono alla contabilità e alla gestione delle risorse umane.

Dal momento che si tratta di un profilo che si interfaccia con varie tipologie di soggetti, egli deve possedere spiccate doti comunicative e relazionali.

Dove lavora

Il manager dello sport è in grado di gestire in maniera strategica organizzazioni, impianti ed eventi, per cui può operare sia in ambito professionistico che dilettantistico.

La figura in oggetto è richiesta sia dal sistema produttivo che nel campo dei servizi alla persona.

Tra gli sbocchi più comuni rientrano quindi federazioni, club, impianti sportivi pubblici e privati, agenzie di comunicazione che organizzano eventi sportivi, aziende che si occupano di produzione, distribuzione e commercializzazione di articoli sportivi.

L’attività di un professionista all’interno di club e federazioni afferisce a varie mansioni come ad esempio la gestione della comunicazione di eventi e manifestazioni, il management delle attività di atleti e la realizzazione di progetti di educazione e promozione sportiva.

Nell’ambito degli impianti sportivi si occupa della gestione della struttura, sia per quanto riguarda le attrezzature e i relativi aspetti normativi, funzionali e tecnologici, e sia per ciò che riguarda l’organizzazione del personale.

All’interno delle aziende produttrici di articoli sportivi il manager si occupa di programmare e gestire campagne pubblicitarie ed eventi promozionali, utilizzando strategie di comunicazioni efficaci.

Una delle attività legate allo sport che offre interessanti opportunità lavorative è quella che riguarda la gestione della comunicazione sui social.

Quello che dagli addetti ai lavori viene chiamato social media management è diventato fondamentale per squadre, federazioni e atleti.

Concludiamo il paragrafo sottolineando il fatto che il manager sportivo può lavorare in qualità di libero professionista, di lavoratore autonomo o di dipendente.

diventare manager dello sport

Diventare manager dello sport: formazione e master

La professione del manager sportivo non prevede regolamentazioni specifiche a livello normativo.
Per ricorprire il ruolo non sono previsti titoli di studio, abilitazioni e tanto meno iscrizioni ad albi professionali.

Trattandosi di una professionalità manageriale che opera in un settore particolare, regolato da dinamiche perculiari, oltre ad un backgorund universitario è importante acquisire una preparazione specifica attraverso corsi di specializzazione.

Con l’obiettivo di fornire agli aspirati manager dello sport una formazione attuale ed in linea con le esigenze dell’ambito sportivo l’università telematica Niccolò Cusano ha attivato il master in ‘Management per società sportive’.

Si tratta di un corso post-laurea di primo livello che risponde perfettamente alle necessità gestionali del settore, orientate verso modelli professionali di tipo manageriale, in grado di coordinare e gestire in maniera produttiva risorse finanziarie, umane e strutturali.

Il percorso di studi si rivolge sia ai neolaureati che desiderano accedere al settore del management sportivo e sia a chi è già attivo dal punto di vista professionale e desidera riqualificare e aggiornare il proprio know how.
In particolare, gli operatori del settore a cui si rivolge il master Unicusano sono: professionisti che operano all’interno di istituzioni e società sportive; professionisti impiegati in aziende che si occupano di sponsor e organizzazioni eventi; atleti ed ex atleti che desiderano intraprendere una carriera manageriale dopo aver concluso quella agonistica.

Al termine del corso lo studente avrà acquisito tecniche e strumenti per occuparsi della gestione delle organizzazioni sportive e della pianificazione di eventi.

Ecco nel dettaglio gli argomenti affrontati dal programma:

  • Modulo I – Principi generali di Diritto e Giustizia nel mondo dello sport
    Il diritto applicato in ambito sportivo
    Il sistema sportivo nazionale e internazionale (CONI, Federazioni sportive, Enti, leghe, associazioni)
    Lo status giuridico delle società sportive
    La clasusola compromissoria
    Le implicazioni del rapporto tra etica e sport

    Seminario: Lo sport ha un valore etico o è solo di benessere economico?

  • Modulo II – Diritto e giustizia sportiva
    Il regime delle responsabilità delle società e dei singoli atleti
    Risoluzione delle controversie in sede nazionale e internazionale
    Le controversie in sede arbitrale
    Il ruolo dell’avvocato nei procedimenti di giustizia sportiva

    Seminario: La giustizia sportiva anche come disciplina sociale

  • Modulo III – La società sportiva come azienda
    Le attività caratteristiche della gestione della società sportiva
    I modelli organizzativi delle società sportive
    La strutture economica e finanziaria delle società sportive
    Elementi di contabilità e bilancio

    Seminario: Le società sportive in un sistema globale

  • Modulo IV – Il management sportivo ai diversi livelli di rappresentanza istituzionale ed aziendale
    Aspetti fiscali
    Le società sportive nei rapporti istituzionale con enti locali e istituzionali
    La valutazione delle società rispetto alle politiche di mercato

    Seminario: Le istituzioni sportive e le società a confronto

  • Modulo V – Progettazione e finanziamento degli impianti sportivi
    La normativa che regola il ruolo del credito sportivo
    Studio di fattibilità (business plan)
    La gestione del rischio
    Gli impianti sportivi come risorsa del territorio

    Seminario: Gli impianti sportivi risorsa del territorio di riferimento

  • Modulo VI – Sport e media
    I diritti televisivi
    Obiettivi e caratteristiche della sponsorizzazione
    La gestione del rapporto con lo sponsor
    Problematiche e casistica giurisprudenziale delle scommesse sportive
    Le assicurazioni sportive

    Seminario: Lo sport ha un valore etico o è solo di benessere economico?

Il master ha una durata annuale e prevede per il corsista un impegno di 1.500 ore, per un totale di 60 crediti formativi universitari.

Per agevolare la fruizione dei contenuti Unicusano eroga il corso in modalità e-learning, ovvero attraverso una piattaforma telematica di ultima generazione.

La metodologia include: la disponibilità del materiale didattico e delle lezioni video 24 ore su 24; verifiche e test di autoapprendimento; web seminar di approfondimento.

La possibilità di accedere alle video-lezioni in streaming, a qualunque ora del giorno o della notte, 7 giorni su 7, permette al corsista di impostare l’apprendimento sulla base delle personali esigenze.
L’accesso alla piattaforma è consentito sia da pc che da dispositivo mobile, purchè connessi alla rete.

Grazie alla modalità didattica a distanza è possibile conciliare senza stress gli impegni di lavoro con lo studio.

Iscrizione e costo

Per iscriversi al master bisogna essere in possesso di un titolo di laurea, triennale o magistrale.
In particolare bisogna dimostrare il possesso di una laurea conseguita secondo gli ordinamenti didattici precedenti il decreto ministeriale n. 509 del 3 novembre 1999; oppure un laurea ai sensi dei Decreti Ministeriali n. 509 del 1999 e n. 270 del 2004; oppure una laurea specialistica ai sensi del Decreto Ministeriale 509 del 1999 o una laurea magistrale ai sensi del Decreto Ministeriale 270 del 2004.

Il master Unicusano prevede un costo di 3.000,00 euro da corrispondere in 6 rate.
Per i laureati da meno di 24 mesi è prevista una quota di iscrizione ridotta pari a 2.700,00 euro, da suddividere in 6 rate.

 Ora sai come diventare sport manager; se desideri ricevere ulteriori info e dettagli sul master in ‘Management per società sportive’ della Niccolò Cusano contatta il nostro staff attraverso il form online che trovi cliccando qui!