Come entrare in accademia militare: la guida completa

come entrare in accademia militare

Se ti affascina la divisa; se sogni una brillante carriera militare; se vuoi far parte delle Forze Armate, allora ti interesserà sapere come entrare in accademia militare.

L’ambizione di indossare un’uniforme è piuttosto comune tra i giovani; ma non tutti conoscono il percorso di studi e formazione necessario per entrare in uno corpi armati italiani.
Non tutti sanno che bisogna studiare tanto, che bisogna accedere a selezioni nazionali e superare un concorso.

Questo post intende diventare una guida informativa per chi desidera entrare in accademia militare e fare carriera nelle Forze Armate del nostro Paese.

Accademia militare: cosa si studia

Entriamo nel cuore del nostro post per iniziare a familiarizzare col concetto di accademia militare.
Partiamo quindi dalla definizione riportata sul sito di Wikipedia:

“un’accademia militare è un istituto per la formazione degli allievi che aspirano a diventare ufficiale nell’esercito, nella marina militare, nell’aeronautica militare o in altri tipi di forze armate come ad esempio, in Italia, nell’Arma dei Carabinieri o nella Guardia di Finanza.”

In altre parole l’accademia può essere definita una vera e propria università a numero chiuso che forma i futuri ufficiali dei corpi militari italiani.
Ciò significa che il titolo rilasciato è equipollente a quello universitario.

Il percorso di studi dura 5 anni, al termine del quale si consegue la laurea specialistica (magistrale) e il grado di Ufficiale.
Con il titolo conseguito in Accademia è possibile accedere alla specializzazione dei master dell’area Forze Armate, che approfondiremo alla fine di questo post.

La formazione erogata dalle accademie comprende sia corsi teorici relativi alle tradizionali materie del percorso di riferimento e sia insegnamenti incentrati su argomeni e discipline afferenti la carriera militare.

I corsi ‘tradizionali’ si svolgono all’interno di atenei convenzionati.

Alla teoria delle materie ‘militari’ viene affiancato un intenso addestramento, che prevede allenamenti ed esercitazioni pratiche.

Per il conseguimento di particolari brevetti sono previsti periodi di tirocinio all’interno dei reparti di riferimento.

Per quanto riguarda l’aspetto economico l’accademia militare non prevede rette da pagare; al contrario corrisponde agli allievi un piccolo stipendio mensile. Inoltre, le tasse universitarie sono assorbite dalla Forza Armata.

Come iscriversi all’accademia militare

Entrare in Accademia militare non è semplicissimo in quanto bisogna superare un concorso indetto con cadenza annuale, solitamente tra i mesi di gennaio e febbraio.

Il bando viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, dove sono indicati i numeri di posti disponibili e le modalità di partecipazione.

Iniziamo da quelli che sono i requisiti generali richiesti per poter partecipare.

I candidati devono possedere un diploma di scuola media superiore, della durata quinquennale, e avere un’età compresa tra i 17 e i 22 anni non compiuti.

Le prove di selezione sono piuttosto complesse.
È previsto un test preselettivo a risposta multipla di cultura generale, incentrato su materie quali la geografia, la storia, la matematica ecc.

Seguono una prova scritta di italiano, un esame orale di matematica e una prova orale facoltativa di lingua straniera.

Per alcune accademie sono previste anche test di efficienza fisica, accertamenti psico-fisici e attitudinali.

Esistono poi alcuni requisiti fisici indispensabili che variano a seconda dell’accademia, ovvero del corpo armato cui fanno riferimento.

Ad esempio, per accedere all’accademia dell’aeronautica bisogna rientrare in determinati parametri che riguardano la vista e l’udito. Eventuali deficit rappresentano motivo di non idoneità.

Tutti i requisiti fisici sono comunque specificati nel bando di concorso.

Scuola militare e Accademia Militare: differenze

Prima di spiegarti nel dettaglio come entrare nell’Accademia Militare è necessaria una breve premessa.

Molti confondo la Scuola Militare con l’Accademia Militare, pensando erroneamente che si tratti della stessa tipologia di formazione.

In realtà si tratta di due percorsi differenti, destinati a due diversi titoli di studio; scopriamo perché.

La Scuola Militare è una scuola superiore che eroga la formazione di un liceo, classico oppure scientifico.
In particolare la formazione si alliena a quella dell’ultimo triennio dei licei, per cui in un certo senso prepara allo step formativo successivo, ovvero l’entrata in Accademia.

Per accedere alla Scuola Militare bisogna aver compiuto 15 anni.

In Italia abbiamo:

  • la Nunziatella a Napoli
  • la Scuola Navale Francesco Morosini a Venezia
  • la Scuola Militare Teuliè a Milano
  • la scuola Militare Aeronautica Giulio Dohuet a Firenze

L’Accademia Militare invece prevede un percorso di studi di tipo universitario, al termine del quale è possibile conseguire una laurea.
La formazione, che prevede una preparazione militare approfondita, si rivolge agli ufficiali.

In Italia esistono 5 accademie militari, ognuna delle quali rivolta alla formazione di un corpo armato:

  • Accademia Aeronautica a Pozzuoli
  • Accademia Navale a Livorno
  • Accademia della Guardia di Finanza a Bergamo
  • Accademia dell’Esercito a Modena
  • Accademia dei Carabinieri a Roma e Modena
requisiti accademia militare
Credits: mic1805 / Depositphotos.com

Le accademie militari in Italia

Dopo aver fornito una panoramica generale del percorso di studi, dei programmi e dei requisiti di accesso all’Accademia Militare entriamo nel dettaglio di ogni singola accademia.

Accademia Aeronautica – Pozzuoli

L’Aeronautica Militare opera per la sicurezza del Paese attraverso il controllo dello spazio aereo.

L’accademia, costituita il 5 novembre 1923, oggi con sede a Pozzuoli, mira a formare i futuri ufficiali dell’Aeronautica Militare sia da un punto di vista militare che professionale e morale.

L’istituto si occupa nello specifico di gestire le fasi concorsuali e di reclutamento, nel rispetto delle linee guida fissate dalle disposizioni di F.A.

Si occupa inoltre: della formazione dei futuri ufficiali in SPE (Servizio Permanente Effettivi), degli Ufficiali Ruoli Speciali e di quelli  a nomina diretta; dell’istruzione propedeutica all’esercizio del comando (mansioni direttive e dirigenziali); dell’organizzazione e dello svolgimento dei corsi pre-volo.

Al termine del percorso, a seconda del Corpo scelto, è possibile conseguire una laurea magistrale in:

  • Scienze aeronautiche: per il Ruolo delle Armi e per il ruolo Naviganti
  • Ingegneria Aerospaziale, Civile o Elettronica: per il Ruolo Ingegneri
  • Giurisprudenza: per il Ruolo del Corpo di Commissariato
  • Economia e Commercio: per il Corpo di Commissariato
  • Medicina: per il Corpo Sanitario

Accademia Navale – Livorno

Nata nel 1881 l’Accademia Navale forma i futuri dirigenti della Marina.

Nello specifico l’istituto si occupa di selezionare, istruire ed educare gli allievi attraverso corsi piuttosto impegnativi.
Motivazione, sacrificio, resistenza fisica e mentale sono tra i requisiti fondamentali per frequentare l’accademia.

I titoli rilasciati agli allievi dei corsi normali sono i seguenti:

  • Scienze marittime e navali: per il Corpo dello Stato Maggiore
  • Ingegneria navale, seguita da una magistrale in Ingegneria navale (conseguita presso le università convenzionate) per la specialità Genio Navale (Corpo Tecnico Genio della Marina)
  • Ingegneria Navale seguita da una magistrale in Ingegneria civile e ambientale (conseguita presso l’università di Genova) per la specialità Infrastrutture (Corpo Tecnico Genio della Marina)
  • Ingegneria delle Telecomunicazioni, seguita da una magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni (conseguita presso l’università di Pisa) per la specialità Armi Navali (Corpo Tecnico Genio della Marina)
  • Giurisprudenza: per il Corpo di Commissariato
  • Scienze del Governo e dell’Amministrazione del Mare: per il Corpo della Capitaneria di Porto
  • Medicina: per il Corpo Sanitario

Accademia della Guardia di Finanza – Bergamo

L’Accademia della Guardia di Finanza, con sede a Bergamo, si occupa della formazione degli Ufficiali della GF.

La preparazione riguarda sia competenze tecniche e sia conoscenze di natura giuridico-economica, alle quali si aggiunge un’intensa attività di addestramento.

La formazione degli Ufficiali culmina con il conseguimento della laurea triennale in Scienze della sicurezza economico-finanziaria, seguita da un biennio al termine del quale viene rilasciata una laurea in Giurisprudenza.

Accademia dell’Esercito a Modena

L’Accademia dell’Esercito di Modena si occupa del reclutamento e della formazione dei futuri Ufficiali dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri.

Per la selezione sono previsti due distinti concorsi.

Ecco le lauree magistrali rilasciate dall’Accademia in base ai Corpi di destinazione:

  • Laure in Scienze Strategiche: per gli Ufficiali delle varie Armi, del Corpo di Amministrazione e Commisariato e dell’Arma Trasporti e Materiali
  • Laurea in Ingegneria: per gli Ufficiali del Corpo degli Ingegneri dell’Esercito
  • Lauree in Medicina e Chirurgia, in Chimica e tecnologie Farmaceutiche, in Medicina Veterinaria: per gli Ufficiali del Corpo di Sanità

Accademia dei Carabinieri – Roma

L’Accademia dell’Arma dei Carabinieri si divide in due sedi: la sede di Modena e quella di Roma.

A Modena è possibile conseguire la laurea di primo livello in Scienze Giuridiche mentre  presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma è possibile conseguire la laurea specialistica in Giurisprudenza ed eventualmente anche quella in Scienze della sicurezza interna ed esterna.

Master area Forze Armate

La specializzazione per gli appartenenti alle Forze Armate passa attraverso la frequentazione di master di primo e secondo livello.

Il mercato formativo italiano ha strutturato un ampio ventaglio di proposte, che consentono di acquisire una preparaziona di livello avanzato in merito a particolari ambiti operativi che rientrano direttamente o indirettamente nella ‘sfera militare’.

Tra le proposte riconosciute dal Miur i master attivati dall’università telematica Niccolò Cusano che vantano la peculiarità di essere erogati a distanza.
Il corsista ha quindi la possibilità di seguire le lezioni comodamente online e senza vincoli di orario, semplicemente connettendosi ad una piattaforma telematica e accedendo ad un’area riservata.

Ecco alcuni corsi che per materie e argomenti approfonditi risultano idonei alla specializzazione degli appartenenti alle Forze Armate:

  • Cybercrime management & IT investigation for digital defence (II livello)
  • Storia militare contemporanea 1796 1960 (I livello)
  • Security e safety in materia di sicurezza urbana (I livello)
  • Politica militare comparata dal 1945 ad oggi (I livello)
  • Diritto e procedura penale militare (II livello)
  • Geopolitica della sicurezza (II livello)
  • Criminologia e sicurezza nel mondocontemporaneo (I livello)
  • Esodo giuliano-dalmata e foibe: un patrimonio storico-culturale da non dimenticare (I livello)
  • Criminologia e diritto penale. Analisi criminale e politiche per la sicurezza urbana (II livello)
  • Terrorismo e antiterrorismo internazionale. Obiettivi, piani e mezzi (I livello)
  • Studi securitari nazionali e internazionali (II livello)

Ora sai come entrare in Accademia Militare; se desideri ricevere ulteriori info e dettagli sui master online dell’Unicusano rivolti alle Forze Armate non esitare a contattare il nostro staff attraverso il form che trovi cliccando qui!

Credits:  EdZbarzhyvetsky / Depositphotos.com