Come si tiene un comizio elettorale: quello che c’è da sapere

come si tiene un comizio

Se il mondo della politica ti affascina e desideri farne parte allora dovresti sapere come si tiene un comizio elettorale.

L’ansia di parlare in pubblico, la paura di dimenticare i punti chiave del discorso, il timore di fare brutta figura e di essere contestato o giudicato negativamente, sono alcuni dei motivi per i quali questa breve guida ti risulterà utile. 

Come si struttura un comizio

Qualunque siano i progetti, l’ideologia e l’orientamento, il cuore del comizio elettorale è rappresentato dai discorsi, ovvero da ciò che il candidato dice, e da come si approccia al pubblico di potenziali sostenitori.

Per quanto la spontaneità sia sinonimo di autenticità, in politica non è contemplabile l’improvvisazione.

Gli elettori hanno bisogno di concretezza, di ascoltare discorsi logici e coerenti nell’ambito dei quali risultino ben chiari progetti e idee.

Ecco perché, prima di salire su un palco a ‘chiedere voti’, è importante impostare uno schema con i punti principali da trattare.

Attenzione però a non utilizzare la scaletta in maniera troppo rigida.
La reazione degli ascoltatori non può essere ignorata per cui fai attenzione a segnali diffusi e generali di insofferenza e/o distrazione.
Devi essere abile a cogliere i messaggi che, più o meno inconsciamente, ti lanciano dal pubblico, al fine di correggere la rotta e apportare alla tua performace oratoria le giuste modifiche per riconquistare la concentrazione della platea.

Il primo step, prima di iniziare a buttar giù una bozza di discorso, è analizzare il pubblico: età media, zona di appartenenza, estrazione sociale ecc.

Il suggerimento, in tal senso, è: scrivi in base al target di persone a cui ti rivolgi.

Il discorso

Abbiamo già evidenziato l’importanza delle parole durante un comizio per cui in questo paragrafo ti forniremo una serie di suggerimenti e dritte per renderle efficaci.

Il presupposto fondamentale per rendere un discorso persuasivo, a qualunque ambito faccia riferimento, è strutturarlo sulla base dell’obiettivo.

Nel caso specifico la finalità ultima dell’oratore è conquistare la fiducia del pubblico e ottenere voti.

Conclusioni

Per quanto possa sembrare strano, dal momento che l’obiettivo viene sintetizzato e ripreso nella parte finale, è consigliabile iniziare a scrivere il discorso partendo dalle conclusioni.

In qualunque modo tu decida di concludere ricordati di inserire un invito all’azione, la cosiddetta call to action.

Corpo del discorso

La parte centrale del discorso contiene le argomentazioni, ovvero le motivazioni per le quali gli elettori dovrebbero votarti.

Nell’esporre progetti e programmi cerca di evitare di essere troppo focalizzato su te stesso; prova a collegare un eventuale voto alla risoluzione di problematiche collettive.

Introduzione

Rendere un discorso efficace ai fini di un’eventuale elezione significa far sì che il programma combaci con i bisogni degli elettori.

L’introduzione è una parte importantissima del discorso, quella in cui il candidato cattura l’interesse della platea e la induce a restare in piazza ad ascoltare il seguito.

É importante evitare di essere troppo prolissi rischiando di annoiare il pubblico con inutili e fumosi giri di parole.

Per ottenere l’attenzione del pubblico fin dalle prime parole esistono varie strategie; una delle più efficaci è iniziare con qualche domanda.

comizio elettorale

Come lavorare nel marketing politico

Nella maggior parte dei casi il marketing politico è gestito da profili specializzati.

Ecco perchè in questo post, oltre a spiegarti come si tiene un comizio, ti indicheremo la strada da seguire per entrare nel settore.

Sul mercato formativo italiano sono nati numerosi percorsi di specializzazione post-laurea tra i quali segnaliamo il master in ‘Political marketing’ erogato dall’Università Telematica Niccolò Cusano.

Il percorso di studi si rivolge preferibilmente ai laureati in discipline umanistiche ed economico-giuridiche che desiderano operare nell’ambito del marketing applicato alla politica: consulenti politici, responsabili della comunicazione politica, responsabili delle relazioni istituzionali ecc.

Il programmma del master prevede lo studio e l’approfodimento dei seguenti argomenti:

  • Il sistema politico e i mass media
  • Il marketing politico-elettorale
  • La comunicazione nella campagna elettorale
  • Web e Social media per la politica
  • Gestione della campagna elettorale
  • Organizzazione di eventi
  • Ufficio stampa politico e/o istituzionale
  • Tecniche di public speaking
  • Conferenza stampa
  • Tecniche di fundraising

Al termine del percorso di specializzazione gli studenti avranno appreso le competenze per impostare strategie di promozione politica e per organizzare e gestire una campagna elettorale.
I discenti saranno inoltre in grado di: realizzare una campagna di web marketing efficace; gestire l’attività di promozione sui social; gestire tutte le forme di comunicazione finalizzate ad un posizionamento vincente sul mercato politico; creare un evento politico; organizzare campagne di funraising; coordinare l’ufficio stampa; curare le relazioni istituzionali.

Il corso prevede un costo di 1.700,00 euro, da corrispondere in 4 rate.
Per i dipendenti della Pubblica Amministrazione, per i giornalisti, per gli addetti all’ufficio stampa e per i laureati Unicusano è prevista una quota di iscrizione ridotta pari a 1.500,00 euro.

Se desideri approfondire il percorso di studi e ricevere ulteriori informazioni in merito ti suggeriamo di contattare subito il nostro staff attraverso il modulo online che trovi cliccando qui!