Cos’è e come si manifesta la dipendenza da cybersex

dipendenza cybersex

Il tema delle dipendenze è uno dei più affrontati nel contesto degli studi in psicologia.

Quando parliamo di dipendenze, facciamo riferimento a tutte quelle alterazioni del comportamento che trasformano un atteggiamento in una ricerca costante e patologica del piacere attraverso mezzi o sostanze o comportamenti che avvalorano questa condizione. In questo modo, chi ne è affetto perde il controllo sull’abitudine sviluppando questa condizione.

Le dipendenze possono riguardare diversi atteggiamenti e possono essere legate a diverse sostanze: si può parlare, ad esempio, di dipendenze da sostanze stupefacenti, dipendenze alimentari, relazionali, tecnologiche o sessuali.

Proprio di queste ultime vogliamo occuparci in questa guida, dove ti spiegheremo cos’è la dipendenza da sesso virtuale, come si manifesta e quali sono gli studi che possono aiutarti ad acquisire una conoscenza verticale su queste tematiche.

Iniziamo subito.

Le dipendenze: il cybersex

Se stai studiando psicologia, avrai sicuramente interesse nell’approfondire tutto ciò che ruota attorno al tema dipendenze. Ci sono diversi elementi da considerare quando si parla di dipendenza, in particolare di dipendenza da cybersex. Ecco tutto quello che devi sapere per capire di cosa si tratta e acquisire le conoscenze di cui hai bisogno per affrontarla.

Cos’è una dipendenza?

Prima di entrare nello specifico, riprendiamo la definizione di dipendenza data dal manuale internazionale di statistica e diagnostica dei disturbi mentali (DSM). Secondo il manuale, la dipendenza è “una modalità patologica d’uso della sostanza che conduce a menomazione e a disagio clinicamente significativi, come manifestato da tre (o più) delle condizioni seguenti, che ricorrono in un qualunque momento dello stesso periodo di 12 mesi”. Queste condizioni possono essere riassunte in questi punti:

  • Necessità di dosi sempre più elevati della sostanza da cui si è dipendenti e tendenza all’astinenza
  • La sostanza da cui si è dipendenti viene assunta per attenuare o evitare i sintomi di astinenza, in quantità più alte e per tempi più lunghi
  • Il soggetto interrompe le relazioni sociali o lavorative per via della sua dipendenza
  • Il soggetto pur essendo consapevole del problema, continua ad assumere la sostanza che provoca dipendenza

Come abbiamo detto, la dipendenza non scaturisce solamente dall’abuso di sostanze (ad esempio alcool o droghe), ma anche da dinamiche relazionali e comportamentali come può essere, in questo caso, il sesso virtuale.

Cos’è la dipendenza da sesso virtuale?

La dipendenza da sesso virtuale, nota anche come dipendenza da cybersex, fa riferimento ad un tipo di dipendenza di natura sessuale. Chi ne soffre vive una dipendenza da attività sessuale virtuale su Internet, che può innescare varie problematiche a livello economico, fisico e psicologico.

La dipendenza si manifesta mediante tutte quelle attività che possono essere svolte su internet come ad esempio videochiamate, chat erotiche, sesso telefonico o virtuale attraverso webcam.

Vivere questa dipendenza genera nell’individuo una certa sfera di sensazioni, come ad esempio:

  • Un’evasione della quotidianità, che consente di sfuggire dai problemi di tutti i giorni
  • Libertà di esternare fantasie e pensieri che, nella vita quotidiana, vengono spesso represse o limitate per la paura del giudizio e del rifiuto da parte della società
  • L’accessibilità, in qualunque momento, ad un sistema semplice da utilizzare, comodo e a portata di mano, che non richiede grandi sforzi. Basta connettersi ad internet e consultare siti web e chat per trovare ciò che si cerca

I comportamenti

Entrando più nello specifico dei comportamenti legati a questa dipendenza, possiamo dire che chi ne è affetto trascorre molto tempo online scambiandosi messaggi erotici, foto delle nudità o videochiamate.

Stando a quanto indicato da Young nel 1998, il disturbo può dirsi presente quando l’individuo assume determinati comportamenti come:

  • Ricercare continua di materiale online relativo al sesso virtuale
  • Ricercare di una partner sessuale online
  • Esternare fantasie sessuali di cui non riuscirebbe a discutere nella vita reale
  • Masturbazione durante le chat erotiche
  • Partecipazione attiva a chat, telefonate o videochiamate
  • Sensazioni di vergogna per l’atteggiamento assunto

Ci sono diverse modalità di cybersex, che possono riguardare anche ad esempio dipendenze da Internet teorizzato.

In questo caso la dipendenza si manifesta con altre tipologie di comportamento come la ricerca pornografica online, la lettura di storie erotiche, la ricerca di partner sessuali, l’attività in stanze virtuali riservate agli adulti.

Possibili cause

Le cause delle dipendenze possono essere molteplici; andando nello specifico, le motivazioni sono da ricercare nell’eventuale presenza di psicopatologie come la depressione, un uso smodato ed eccessivo della rete e anche la scarsa socialità.

Studiare le dipendenze: il Master II Livello in Psicosessuologia clinica

Studiare le dipendenze è importante per tutti coloro che vogliono specializzarsi in psicologia e in psicosessuologia. In virtù di questo, l’Università degli Studi Niccolò Cusano ha istituito un percorso di studi ad hoc, utile per proseguire il percorso di specializzazione dopo la laurea magistrale in psicologia.

Parliamo, nello specifico, del Master di II livello in “Psicosessuologia clinica”.

L’obiettivo primario di questo percorso formativo è quello di formare professionisti che possiedano le competenze utili per operare come esperti in psicosessuologia clinica.

In particolare, il Master si rivolge a tutti coloro che hanno:

  • Laurea magistrale in Psicologia
  • Laurea in Medicina

Essendo un Master di secondo livello, è richiesto il possesso di almeno uno dei titoli che seguono:

  • Laurea conseguita secondo gli ordinamenti didattici precedenti il decreto ministeriale 3 novembre 1999 n. 509;
  • Lauree specialistiche di I livello ai sensi del D.M. 509/99 e lauree magistrali ai sensi del D.M.270/2004;

Aggiungiamo anche che gli studenti in possesso di titolo di studio straniero non preventivamente dichiarato equipollente da parte di una autorità accademica italiana, potranno chiedere al Comitato Scientifico il riconoscimento del titolo ai soli limitati fini dell’iscrizione al Master. La condizione necessaria è che il titolo venga tradotto in italiano e venga rilasciata una dichiarazione di valore da parte delle Rappresentanze diplomatiche italiane nel Paese in cui il titolo è stato conseguito.

Specifichiamo che l’iscrizione al Master è incompatibile con altre iscrizioni a Corsi di laurea, master, Scuole di specializzazione e Dottorati.

Obiettivi formativi

Il Master, di durata annuale, richiede un impegno di circa 1500 ore, che corrispondono a 60 CFU. Dopo aver terminato il percorso di studi, sarai in grado di:

  • Impiegare le conoscenze in psicosessuologia clinica per affinare le capacità di ascolto, di condurre un colloquio di consulenza sessuologica;
  • Condurre interventi, anche a valenza formativa, di educazione alla salute e alla sessualità rivolti a studenti, genitori e insegnanti di scuole di ogni ordine e grado e a operatori inseriti in strutture socio-sanitarie;
  • Padroneggiare con efficacia strumenti metodologici utili per approcciare alle problematiche di coppia.

Sbocchi occupazionali

Il Master offre a chi lo frequenta diverse opportunità occupazionali. Potrai operare come esperto in psicosessuologia clinica da libero professionista, oppure trovare impiego in strutture come centri clinici, consultori, istituti scolastici.

Materie di studio

Il Master si concentra sulla trasmissione di competenze estremamente specifiche sul tema della psicosessuologia clinica, affrontando lo studio di tematiche come:

  • Storia ed evoluzione della sessuologia clinica
  • Elementi di andrologia
  • Elementi di ginecologia
  • Assessment in sessuologia e analisi della domanda
  • Le disfunzioni sessuali maschili e trattamento
  • Le disfunzioni sessuali femminili e trattamento
  • Inquadramento e trattamento delle parafilie
  • La coppia come paziente
  • La consulenza sessuale con persone LGBTQI
  • Adolescenza e sessualità
  • Abuso sessuale e maltrattamento infantile
  • Cybersex: nuove forme di dipendenza sessuale
  • La progettazione di interventi psicoeducativi nelle scuole

Come avviene la didattica

Uno degli elementi più interessanti della didattica Unicusano riguarda la possibilità di fruire del Master con la nostra innovativa metodologia telematica.

Grazie a questo approccio, potrai seguire il Master “a distanza”, accedendo alle lezioni video e materiale fad appositamente predisposto. In altre parole, potrai accedere ad un portale telematico opportunamente predisposto, in cui guardare le lezioni, scaricare il materiale didattico di supporto allo studio e interagire con i docenti.

Questa modalità è particolarmente apprezzata per la sua flessibilità: non ci sarà alcun ritmo imposto per la tua formazione. Sarai tu a decidere, in piena autonomia, quanto tempo dedicare allo studio ogni giorno. Ciò è compatibile anche con eventuali impegni familiari e professionali.

La quota di iscrizione e le specifiche relative a questo aspetto sono specificate nel bando di iscrizione.

Per iscriverti al Master o saperne di più, compila il form e sarai ricontattato.