Requisiti ISO 9001: ecco quali sono

requisiti ISO 9001

Senti spesso parlare dei requisiti ISO 9001 ma non sai esattamente di cosa si tratta?
Sei uno studente universitario e hai l’esigenza di approfondire l’argomento?
Sei titolare di un’attività e hai bisogno di adeguare il processo di gestione della qualità alla nuova ISO?

Qualunque sia il motivo per il quale stai ricercando informazioni sulla nuove norme ISO questo è il post giusto per te.

Nel corso di questa breve guida avrai la possibilità di familiarizzare con la certificazione ISO e di conoscere le principali novità riguardanti l’ultima versione della norma, pubblicata nel 2015.

La norma ISO 9000

Prima di addentrarci nell’ambito dei requisiti cerchiamo di capire cosa identifica la sigla in oggetto.

Partiamo da ciò che ritroviamo sul sito di Wikipedia in merito alla sigla ISO 9000:

“Con la sigla ISO 9000 si identifica una serie di normative e linee guida sviluppate dall’Organizzazione internazionale per la normazione (ISO – International Organization for Standardization) che definiscono i requisiti per la realizzazione all’interno di un’organizzazione di un sistema di gestione della qualità, al fine di condurre i processi aziendali, migliorare l’efficacia e l’efficienza e nella realizzazione del prodotto e nell’erogazione del servizio, ottenere ed incrementare la soddisfazione del cliente.”

La norma contiene il vocabolario e i principi fondamentali per  l’organizzazione dei sistemi di gestione per la qualità.

In altre parole la ISO 9000 fornisce il lessico per la 9001.

ISO 9001

La sigla ISO 9001 identifica uno standard internazionale per la gestione della qualità.
E’ applicabile nei processi operativi interni di tutte le tipologie di aziende, sia pubbliche che private, che operano nel settore merceologico e dei servizi.

Le norme ISO definiscono i requisiti di carattere generale, applicabili da ogni tipologia di organizzazione, finalizzati al controllo qualità del processo produttivo.

Obiettivo ultimo della normativa: la soddisfazione del cliente.

La ISO più recente risale al 2015, anno in cui sono stati pubblicati i requisiti sulla base dei quali le imprese hanno la possibilità di effettuare le certificazioni dei Sistemi di Gestione per la Qualità.

Di seguito abbiamo sintetizzati i punti principali e le novità rispetto all’edizione 2008.

La struttura

La struttura della norma è stata completamente rivista e modificata sia per quanto riguarda i titoli di capitoli e sottocapitoli e sia per quanto riguarda l’organizzazione dei paragrafi e l’esposizione delle clausole.

Le modifiche non riguardano i fondamenti della norma bensì la struttura; i cambiamenti strutturali  intendono correlare i temi tra loro al fine di agevolare l’integrazione dei vari sistemi di gestione (ISO 14001-2015, ISO 45001 ecc.).

La gestione dei rischi

Nell’ambito della revisione normativa è da segnalare la gestione dei rischi che diventa uno degli elementi fondamentali per il raggiungimento di un buon livello di qualità.
L’individuazione, la qualificazione e la gestione del rischio vengono identificati come presupposti imprescindibili per la realizzazione di prodotti/servizi conformi.

La leadership

I requisiti ISO 9001 si focalizzano sulla leadership e sull’importanza di rendere il concetto visibile e tangibile.

Rafforzare l’idea di una gestione responsabile contribuisce ad innalzare la percezione qualitativa del prodotto o servizio da parte dell’utilizzatore finale.

norme ISO

Apertura verso l’industria dei servizi

Tra le novità più interessanti della norma l’adeguamento della stessa all’evoluzione economica.

Strutturata inizialmente per le attività di tipo manifatturiero, la ISO 9001 è stata successivamente applicata anche da altre tipologie di organizzazioni; per tale motivo la versione 2015 ha introdotto un nuovo vocabolario e allo stesso tempo ha aumentato il livello di astrazione dei requisiti al fine di ampliare il campo di applicazione e di estenderlo anche al settore dei servizi.

La documentazione

Nell’ambito di una revisione che tende a rendere più flessibile e snella l’organizzazione aziendale figura la chiara intenzione della norma di abolire, in un futuro prossimo, il manuale di qualità.

La ISO 9001:2015 prende in considerazione l’evoluzione della società e il progresso tecnologico in seguito ai quali la gestione e l’organizzazione cartacea della documentazione risulta lenta e poco pratica.

Rimane l’esigenza di una documentazione certificata: ciò che cambia sono le modalità e i supporti attraverso i quali essa viene organizzata e gestita.

I soggetti

Sulla scia di modifiche e revisioni che mirano ad adeguare la norma alle evoluzioni economiche e sociali la nuova ISO pone al centro delle strategie aziendali la conoscenza

La consapevolezza del proprio ruolo da parte dei soggetti coinvolti nei processi di sviluppo è considerata un presupposto indispensabile per la riuscita di un progetto.

Si rende pertanto necessario individuare le conoscenze adeguate allo svolgimento dell’attività e al raggiungimento degli obiettivi.

I nuovi punti

La nuova norma contiene  due nuovi punti: 4.1 e 4.2 che nello specifico richiedono un’attenzione maggiore  al contesto organizzativo, con particolare riferimento alle parti interessate e alle rispettive aspettative.

Ai neo-laureati in procinto di affacciarsi sul mondo del lavoro e ai professionisti che intendono riqualificare e aggiornare il proprio bagaglio di competenze consigliamo di dare un’occhiata ai percorsi di specializzazione presenti all’interno dell’ampia proposta formativa dell’Università Telematica Niccolò Cusano.

I master afferenti all’area economico-giuridica sono strutturati sulla base delle più recenti evoluzioni economiche  per cui risultano estremamente spendibili sul mercato del lavoro, sia italiano che internazionale.

Per qualsiasi dubbio o domanda contattaci qui!