Che media serve per laurearsi con 110 e lode?

laurearsi con 110 e lode

Laurearsi con 110 e lode è il sogno di tutti gli studenti che frequentano l’università.

Per quanto riguarda l’approccio al voto esistono varie categorie di studenti.

Per i più diligenti e ambiziosi ottenere il massimo dei voti diventa un vero e proprio obiettivo.
Chi invece si accontenta si domanda come prendere un onesto 100 alla laurea
Per i più pigri il 100 si tratta di una remota possibilità, il 110 pura utopia.

Se vuoi sapere come avere la lode alla laurea, ovvero per laurearsi con 110 che media bisogna avere, ti consigliamo di leggere i prossimi paragrafi, nell’ambito dei quali Unicusano ha raccolto tutte le info necessarie per effettuare i calcoli in modo corretto.

Come uscire con 110 e lode: la motivazione

L’essere fortemente motivati è la leva che consente ad uno studente di raggiungere brillanti risultati
La motivazione fornisce quindi la risposta a quanti si domandano ‘come laurearsi con 110 e lode?’.

Approfondiamo il discorso.

Il conseguimento di una laurea con 110 e lode può, a seconda dei casi, rappresentare motivo di orgoglio personale, oppure un eccellente biglietto da visita per il mondo del lavoro.

La soddisfazione personale è di per sé un ottimo motivo per avere la lode alla laurea.

Alla fine del percorso universitario, alla felicità per aver raggiunto un traguardo importante si aggiunge l’orgoglio nel vedere riconosciuti e ricompensati anni di sacrifici.

Per quanto riguarda invece il valore del voto ai fini occupazionali possiamo affermare che non esiste una regola precisa.

In alcuni casi, e in alcuni settori, la laurea con lode può fare la differenza in fase di selezione.

Diversamente, in molti altri settori il voto non viene preso in considerazione ma ci si focalizza principalmente sull’esperienza e sulle cosiddette ‘soft skills’.

Che media bisogna avere per laurearsi con 110 e lode: tutti i calcoli da fare

Definire con precisione una media minima per 110 e lode non è affatto semplice in quanto ogni ateneo prevede regole diverse per ciò che concerne i punteggi.

Per dare un’idea di massima, la media per uscire con 110 dovrebbe essere uguale o superiore a 28/30.

L’elemento chiave intorno al quale ruota il voto finale è la media.

È quindi importante impegnarsi fin dall’inizio del percorso universitario e per tutta la durata del corso di laurea per superare brillantemente gli esami, ovvero per ottenere buoni voti ed arrivare alla tesi con una media alta.

A chi si domanda come prendere 110 e lode rispondiamo: ‘studiando con impegno e costanza’, perché una media alta è il presupposto essenziale per laurearsi con il massimo dei voti.

Cerchiamo quindi di capire come calcolare la media degli esami e quindi il voto di partenza che permette di prevedere quale sarà la valutazione finale.

Due sono le metodologie per il calcolo: la media ponderata e la media aritmetica.

Calcolo della media ponderata

Il calcolo della media per avere 110 parte dall’individuare la media ponderata degli esami.

Entriamo quindi nel merito del sistema di calcolo e cerchiamo di capire il motivo per il quale la media ponderata è considerata più valida rispetto alla media aritmetica per il calcolo del voto di partenza.

A differenza della media aritmetica, per la quale ogni esame ha lo stesso valore, il sistema che ci apprestiamo ad analizzare tiene conto del valore di ogni singolo esame in base al relativo numero di CFU.

Vediamo quali sono le operazioni da svolgere.

Il primo step consiste nel moltiplicare il voto di ciascun esame per il corrispondente numero di CFU.
Si procede quindi con la somma di tutti i prodotti ottenuti.
La somma ricavata va poi divisa per il numero totale di CFU.

Ecco di seguito un esempio pratico per comprendere meglio.

Prendiamo in considerazione 3 esami con i relativi CFU e il voto ottenuto:

  • Esame 1 (6 CFU) – Voto 30
  • Esame 2 – (7 CFU) – Voto 27
  • Esame 3 – (10 CFU) – Voto 29

I calcoli da fare sono i seguenti:

30×6 = 180
27×7 = 189
29×10 = 290

180+189+290 = 659

6+7+10 = 23

659 / 23 = 28,65

Una piccola precisazione: nel calcolo non devono essere inclusi i CFU relativi alla tesi di laurea.

Calcolo della media aritmetica

Calcolare la media aritmetica è molto semplice.

Il primo passo è sommare il numero dei voti; la somma va poi divisa per il numero degli esami sostenuti.

Il risultato ottenuto dalla divisione deve essere moltiplicato per 110 (voto massimo di laurea).
Il prodotto ottenuto dalla moltiplicazione deve a sua volta essere diviso per 30 (voto massimo di un esame).

Chiariamo la spiegazione testuale con un esempio pratico, prendendo in considerazione gli stessi parametri utilizzati per la media ponderata:

  • Esame 1 (6 CFU) – Voto 30
  • Esame 2 – (7 CFU) – Voto 27
  • Esame 3 – (10 CFU) – Voto 29

I calcoli da fare sono i seguenti:

30+27+29 = 86
86/3 = 28,66

Nel caso specifico abbiamo preso in considerazione soltanto 3 esami; il calcolo della media aritmetica per individuare il voto con cui ci si presenta alla laurea viene effettuato sulla base dei parametri di tutti gli esami. 

Il voto di partenza

Per calcolare il voto di base per la laurea bisogna moltiplicare la media ottenuta per  110 (voto finale massimo) e poi dividere il prodotto per 30 (voto massimo del singolo esame).

Il punteggio della tesi

Come già ampiamente precisato in precedenza, la base di laurea per avere 110 parte da una media alta.

Dopo aver calcolato la media degli esami e il voto di partenza bisogna focalizzarsi sulla tesi, un altro elemento fondamentale che contribuisce in maniera considerevole al voto finale.

Realizzare un lavoro curato, completo e accattivante è il requisito essenziale per ottenere un buon punteggio.

La valutazione tiene conto sia della parte scritta che della discussione orale.

Pur non essendo prevista una specifica regolamentazione unica la maggior parte degli atenei prevede punteggi che vanno da un minimo di 2 ad un massimo di 8.

Molte università invece non prevedono valutazioni di tipo numerico ma si basano sulla discrezionalità dei docenti.

Ecco quindi spiegato il motivo per il quale non è semplice individuare una media precisa per laurearsi con 110.

Il voto definitivo

Per conquistare un 110 e lode quanti punti bisogna ottenere?

Per ambire alla lode bisogna raggiungere un voto definitivo pari a 110, derivante dalla somma del voto di partenze e del punteggio della tesi.

Generalmente il risultato varia in base ad una serie di fattori,.

Il primo è il tipo di tesi. Ad una tesi sperimentale viene solitamente attribuito un punteggio più alto.

Esistono poi i bonus, presi in considerazione da alcune università, come ad esempio gli esami superati con la lode.

Ma esattamente, la lode quanto vale?

Anche il questo caso non c’è una regola precisa; il valore è a discrezione delle università.
Generalmente ogni lode ha valenza di mezzo punto.

C’è da dire che a parte il valore, che può cambiare da ateneo ad ateneo, per le lodi è previsto un numero massimo che può essere preso in considerazione dai docenti durante la definizione e l’assegnazione del voto finale.

Per quanto riguarda l’eventuale assegnazione della lode al voto finale, si parte solitamente da una serie di presupposti.

Il punto di partenza è chiaramente il 110, ottenuto dalla somma della media voti degli esami e del punteggio assegnato alla tesi.

Un 110 induce inevitabilmente i docenti a valutare l’eventuale assegnazione della lode.

La decisione di conferire la lode ad uno studente è legata ad una serie di fattori.

Vengono presi in considerazione la qualità della tesi, la media degli esami o anche il conseguimento della laurea ‘in corso’, ovvero senza ritardi.

Alla media per prendere 110 e lode contribuiscono anche le esperienze internazionali com l’Erasmus all’estero.

Ora sai che media serve per laurearsi con 110 per cui non devi fare altro che iniziare a fare i tuoi calcoli.

In ogni caso, prima di procedere, ti consigliamo di informarti presso la tua facoltà in merito alle modalità di calcolo utilizzate.
Avere le idee chiare è fondamentale per non commettere errori e per indviduare con precisione che media avere per laurearsi con 110.

Credits: yacobchuk1 / Depositphotos.com