Come funzionano i test universitari? Guida pratica

come funzionano i test universitari

Sei un diplomato o sei in procinto di farlo e vorresti proseguire gli studi iscrivendoti all’Università? In tal caso devi sapere che molte facoltà richiedono il superamento di una prova d’ingresso. Si tratta di veri e propri test di ammissione all’università per i quali occorre studiare e prepararsi in modo adeguato. In questa guida ti diremo tutto quello che c’è da sapere su come funzionano i test universitari. Quindi, se sei alla ricerca di notizie su come affrontare questo importante step della tua vita universitaria, non ti resta che continuare a leggere. Scopriremo insieme cosa sono i test d’ingresso, come funzionano, come sono organizzati e come prepararsi a livello pratico.

Test universitari: come funzionano e come sono organizzate le prove

Partiamo da una premessa fondamentale: non tutti i corsi di laurea prevedono un test d’ingresso. Quindi, i corsi di laurea sono suddivisibili in tre macro categorie.

  • Accesso libero: sono i corsi di laurea per i quali non sono previste prove di ammissione
  • Numero programmato locale: sono corsi di laurea per i quali la singola università decide di limitare il numero delle immatricolazioni tramite test
  • Numero programmato nazionale: sono corsi di laurea i cui test di ammissione vengono gestiti direttamente dal MIUR rispetto a programmi, domande e graduatorie.

Nel caso dei corsi di laurea per i quali si prevede l’accesso programmato locale, è l’Università a pubblicare il bando di ammissione. Il bando contiene tutte le informazioni necessarie per effettuare l’iscrizione alla prova, i programmi d’esame e i criteri di composizione delle graduatorie.

Quando invece si parla di accesso programmato nazionale è il MIUR che, ogni anno, pubblica un decreto informativo. Tale decreto specifica date di svolgimento, termini per l’iscrizione, programmi, graduatorie e scorrimenti di graduatorie.

Rimanendo nell’ambito dei test nazionali è doveroso fare una precisazione ulteriore, rispetto a queste tre aree in particolare.

Facoltà di Medicina/Odontoiatria e Veterinaria: le prove si svolgono in una data unica, sono uguali per tutti a livello nazionale e anche la graduatoria è unica.

Professioni Sanitarie e Scienze della Formazione: si svolgono anch’esse in una data unica, ma le prove possono variare in quanto somministrate dalle singole università. Inoltre non c’è una graduatoria unica nazionale, poiché ciascuna università pubblica la sua graduatoria interna.

Facoltà di Architettura: la prova si svolge entro una data stabilita dal Ministero, ma non in un giorno unico e la composizione delle domande è diversa per ogni università.

LEGGI ANCHE – Cosa sono gli OFA: quello che devi sapere

Argomenti dei test di ammissione

come funzionano i test universitari quiz
Credits: [AndriiVergeles]/Depositphoto.com
Ora che abbiamo visto come funzionano i test universitari, entriamo nello specifico e vediamo quali sono gli argomenti. Le tematiche da studiare per superare i test d’ingresso all’università variano a seconda del corso di laurea.

Una distinzione va fatta anche sulla durata del test di ammissione all’università. Per i corsi di laurea triennale sono previste 60 domande a risposta multipla in un tempo massimo di 100 minuti. I corsi di laurea magistrale, invece, prevedono 80 domande e il tempo a disposizione è di 120 minuti.

Tornando invece agli argomenti, devi sapere che i test per entrare all’università prevedono quesiti relativi alle discipline che caratterizzano lo specifico corso di studi e quiz di cultura generale. Quindi se sei un aspirante studente di un’area scientifica, troverai certamente domande di matematica, ma anche domande di carattere generale e quiz di logica.

Domande di cultura generale

Si parla di domande di cultura generale per indicare quelle domande relative a conoscenze che lo studente dovrebbe aver acquisito nel tempo. Di solito sono domande che si riferiscono alle materie scolastiche e che rappresentano le basi del sapere umano. Spesso queste domande comprendono argomenti di attualità sociale e politica, il cui grado di approfondimento non è particolarmente elevato.

Domande di logica

Accanto alle domande di cultura generale potrai trovare i quiz di logica. Si tratta di quiz il cui scopo è testare la capacità di ragionamento del candidato. I quiz di logica sono “comuni” a tutti i test universitari in quanto non sono specifici di un corso o di un altro.

Argomenti specifici

Se da un lato abbiamo domande di cultura generale e quiz di logica, dall’altro lato abbiamo domande su argomenti specifici, relativi al corso di laurea scelto.

Ecco qualche esempio. Per ingegneria, gli argomenti specifici sono logica, matematica, fisica, chimica e inglese. Per scienze della comunicazione gli argomenti specifici sono logica, comunicazione e mass media, cultura generale e inglese.

Come prepararsi ai test d’ingresso

Dopo aver visto come funzionano i test universitari, passiamo a come prepararsi ai test. I tre pilastri della preparazione ai test di ammissione sono:

  • manuali di teoria
  • volumi di esercizi e verifiche
  • raccolte di quiz

In commercio vi sono diversi manuali di teoria, specifici per ogni facoltà. Qui trovi tutto quello che serve per superare l’esame con successo. Oltre alla teoria è fondamentale la pratica e fare quindi esercizi su esercizi. A tal proposito ti consigliamo di utilizzare internet per cercare simulatori di test d’ingresso. Si tratta di un ottimo metodo per valutare subito le tue conoscenze di base, rispondendo alle domande somministrate nei test degli anni precedenti. Di solito questi simulatori sono disponibili gratuitamente. Al termine dell’esercitazione potrai visionare una scheda di riepilogo con tempo impiegato, punteggio ottenuto e numero di risposte esatte, errate o omesse.

Ora che sai come funziona l’ingresso all’università, sei pronto per prepararti al meglio con i consigli di Unicusano?

Credits: [minervastock]/Depositphoto.com