Decreto Ammazza Telematiche, La UniCusano è già allineata

Il 12 Dicembre 2016 l’ex Ministra Stefania Giannini ha emesso il “decreto ammazza telematiche” secondo il quale tutti gli atenei telematici dovranno disporre – per ogni 150 studenti, in media per ogni corso – almeno 6 docenti ordinari a tempo pieno. La UniCusano risponde.

Il ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini, il 12 dicembre, prima di lasciare il posto a Valeria Fedeli, ha emanato il decreto n. 987 che potrebbe mettere in crisi quelle università telematiche che non rispettano gli standard di conformità. Questo “Decreto Ammazza Telematiche”, segue la logica di legare il numero degli studenti a quello dei docenti e detta regole strutturali per tutti gli Atenei.

In pratica, tutti gli atenei telematici dovranno avere per ogni 150 studenti (in media per ciascun corso) almeno 6 docenti ordinari i che comporta dei costi di gestione non indifferenti per quelle realtà che devono ancora adattarsi.

L’effetto negativo del decreto ammazza telematiche non ricadrà sull’Università Niccolò Cusano, infatti i nostri docenti appartengono già al ruolo dei professori universitari (ordinari ed associati) e dei ricercatori universitari,  unico per tutte le università pubbliche, statali e non statali. Alcuni docenti provengono, per trasferimento, da altre università pubbliche (statali) italiane: altri sono stati reclutati attraverso concorsi pubblici banditi dall’Unicusano.

Inoltre, il Decreto Ammazza Telematiche predispone il potenziamento dell’autovalutazione, dell’accreditamento iniziale e periodico delle sedi e dei corsi di studio universitari, nonché alla valutazione periodica delle Università stesse. La tabella valutativa imposta, vede già la Unicusano orgogliosamente posizionata a livelli positivi:

LIVELLO GIUDIZIO ESITO
A – tel molto positivo accreditamento periodico di validità quinquennale
B – tel pienamente soddisfacente accreditamento periodico di validità quinquennale
C – tel soddisfacente accreditamento periodico di validità quinquennale
D – tel condizionato accreditamento temporalmente vincolato che, in caso di mancato superamento delle riserve segnalate entro il termine stabilito al momento della valutazione, comporta lo stesso esito del giudizio “insoddisfacente”
E – tel insoddisfacente soppressione della sede

Se avete necessità di chiarimenti non esitate a contattarci tramite il form dedicato.