Industry 4.0: che cos’è e quanto vale in Italia e in Europa

industry 4.0 infografica unicusano

Tecnologie coinvolte, valore e investimenti in materia di Industry 4.0 e Smart Factories.

La Industry 4.0 è la tendenza dell’automazione industriale che integra nuove tecnologie produttive per migliorare le condizioni di lavoro e aumentare la produttività degli impianti. Visto il crescente sviluppo in Italia di questo nuovo concetto industriale, la Facoltà di Ingegneria dell’Università Niccolò Cusano ha realizzato una infografica per scoprire meglio di cosa si tratta.

Lo staff dell’Ateneo di Roma ha commentato: “Industry 4.0 è il nuovo concetto che sta cambiando l’idea stessa di fabbrica e produzione. Definita anche “Fabbrica intelligente”, la Industry 4.0 è la quarta rivoluzione industriale che passa per il concetto di Smart Factory che si compone di tre parti: Smart Production, Smart Energy e Smart Service. E’ sicuramente un’importante strada per ripensare il rilancio della manifattura italiana e sostenere la crescita socio-economica dell’intero Paese.”

Grazie al progetto, si vuole illustrare il piano Industry 4.0 italiano sviluppato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero dell’Economia, il Ministero dell’Istruzione, il Ministero del Lavoro e il Ministero delle Politiche Agricole e dell’Ambiente. Il piano prevede che lo Stato supporti gli investimenti e operi promuovendo un matching tra startup, Pmi innovative, mercato e investitori. Gli obiettivi formativi del Piano Industry 4.0 sono quelli di raddoppiare gli iscritti agli istituti tecnici superiori, erogare competenze 4.0 a 200.000 universitari, formare 3000 manager e istituire 1900 dottorati di ricerca.

Nell’infografica, inoltre, è possibile notare gli effetti del piano sul mercato dei progetti italiani.

 

Copia e incolla il codice sottostante per pubblicare l’infografica sul tuo sito:

Industry 4.0: cosa è e come funziona in Italia e in Europa

Copia e incolla il codice sottostante per pubblicare l’infografica sul tuo sito:

  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter