Formazione Post-laurea in Italia: ce la racconta la nuova Infografica

Master di I e II livello, corsi di perfezionamento e molto altro: scopriamo cosa studiano gli italiani dopo l’università e perché in una nuova infografica firmata Unicusano

Le statistiche degli ultimi anni parlano chiaro: la laurea tradizionale è un trampolino di lancio per il mondo del lavoro ma non sempre è sufficiente. Chi ambisce a ricoprire posizioni lavorative estremamente specializzate, di livello manageriale oppure desidera approfondire i propri interessi culturali ha oggi a disposizione un’ampia offerta formativa post-laurea composta da master e da corsi di perfezionamento e aggiornamento particolarmente variegati. Basti pensare che solo nell’A.A. 2017/18 sono stati attivati in Italia ben 188 master differenti per aree tematiche e percorso formativo*.
Ad accrescere ulteriormente la possibilità di scelta offerta dalle università tradizionali contribuiscono anche le telematiche come l’Università Niccolò Cusano. Sempre più premiata dagli italiani (+4,3% di iscritti nel 2017*), la proposta degli atenei online sembra colmare un gap importante del mondo dell’educazione, donando la possibilità di perfezionare la propria formazione anche a chi, per motivi lavorativi o familiari, non potrebbe seguire i tempi delle lezioni e degli esami di un’università tradizionale.
L’ultima infografica di Unicusano approfondisce una tematica sempre più attuale, quella della formazione post-laurea, raccoglie i più interessanti e recenti dati del MIUR e di Almalaurea per presentarci un quadro “illustrato” della situazione italiana. Chi sceglie oggi un master? Che vantaggi ottiene nell’inserimento nel mondo del lavoro e a livello retributivo? Quali sono i master più ricercati? Quali i più innovativi?
Unicusano prova a rispondere aggregando dati ufficiali e dati interni, offrendo un’interessante panoramica sui numeri che muove la formazione post-laurea in Italia, senza trascurare le novità introdotte dalle università telematiche.

*Dati Almalaurea

Copia e incolla il codice sottostante per pubblicare l’infografica sul tuo sito:

  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter