Donne che hanno fatto la storia: 7 protagoniste da ricordare

donne che hanno fatto la storia

Quali sono le donne che hanno fatto la storia? Nel corso dei secoli sono state tantissime le protagoniste femminili che hanno rivoluzionato il mondo, nel campo della politica, della letteratura, della scienza.

Il nostro passato, così come il presente, è ricco di donne che hanno contribuito a scrivere pagine importanti della storia dell’umanità, in molti casi offrendo il loro genio per il progresso sociale e culturale, lanciandosi in imprese davvero titaniche.

In vista dell’8 marzo, Giornata internazionale della Donna, vogliamo rendere omaggio a donne importanti che hanno lasciato il segno, sia in Italia che nel mondo, con questa raccolta di personalità illustri in diversi settori.

Se sei pronto, iniziamo subito.

Le 7 donne importanti nella storia che dovremmo conoscere

Quali sono le donne importanti nella storia italiana? Quali sono le grandi donne del passato (e del presente) di cui dovremmo conoscere assolutamente le storie? A queste (e molte altre) domande risponderemo nella nostra guida di oggi.

LEGGI ANCHE – Citazioni famose della storia: i discorsi e le frasi che hanno lasciato il segno

Marie Curie

Apriamo la nostra guida dedicata alle donne che hanno fatto la storia con una delle scienziate donne più importanti di sempre: Marie Curie.

Vissuta tra il 1867 e il 1934, Marie Curie ha avuto un ruolo di prim’ordine nel campo della fisica e della chimica, studiando fin da giovanissima le sostanze radioattive. Il suo impegno la portò a diventare la prima insegnante donna della Sorbona. A Marie Curie attribuiamo la scoperta del polonio (così chiamato proprio in onore della Polonia, la sua terra) e il radio, ma non ne registrò i brevetti, per lasciare il suo sapere a disposizione della comunità scientifica.

Fu l’unica donna al mondo a vincere due Nobel, in due campi diversi: il Nobel per la Fisica nel 1903 e per la Chimica nel 1911.

Purtroppo Marie Curie deve alla radioattività il suo successo, ma anche la sua morte: la scienziata morì di anemia aplastica nel 1934.

Rita Levi Montalcini

Parlando di donne che hanno fatto la storia italiana e rimanendo nel campo scientifico, non possiamo non menzionare Rita Levi Montalcini.

A Rita Levi Montalcini dobbiamo la scoperta e l’identificazione del fattore di accrescimento della fibra nervosa (NGF), per la quale ha vinto il premio Nobel per la medicina.

Nel 2001 è stata nominata senatrice a vita “per aver illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo scientifico e sociale”.

Giovanna D’Arco

Tra le donne importanti della storia francese figura senza dubbio Giovanna D’Arco. Vissuta nel 1400, in piena guerra dei cent’anni, la giovanissima Giovanna riuscì a convincere il principe Carlo di Valois di essere stata scelta da Dio per guidare l’esercito francese alla vittoria, e così fu.

A soli 19 anni, la Pulzella d’Orleans venne dichiarata eretica e condannata al rogo. Giovanna D’Arco, Patrona di Francia, è un vero e proprio simbolo di libertà e giustizia, protagonista della cultura popolare.

Madre Teresa

Tra le donne che hanno fatto la storia nel mondo religioso, Madre Teresa è uno dei simboli più importanti del Novecento.

Fondatrice della congregazione religiosa cattolica delle Missionarie della Carità, Madre Teresa ha trascorso molto tempo in India, prendendosi cura degli “ultimi” affetti da gravi malattie come lebbra e HIV.

Vincitrice del Premio Nobel per la Pace nel 1979, è morta nel 1997 e, nel 2003, è stata beatificata come “Beata Teresa di Calcutta”.

Margaret Thatcher

Soprannominata la Lady di Ferro, Margaret Thatcher è stata una delle donne importanti del 900 e più influenti nella politica del Regno Unito.

Fu la prima donna a ricoprire la carica di primo ministro, guidando il Regno Unito dal 1979 al 1990. La Thatcher fu leader del partito conservatore e segnò un’epoca, tanto che gli anni ’80 vennero soprannominati “era thatcheriana”.

Malala Yousafzai

Veniamo ai nostri giorni e parliamo di una giovanissima donna che sta combattendo una dura e ambiziosa battaglia per il diritto all’istruzione: Malala Yousafzai.

A soli 17 anni, Malala ha ricevuto il premio Nobel per la pace, grazie al suo coraggioso impegno per il diritto all’istruzione, negato alle donne del Pakistan, suo paese di origine, da un editto dei talebani.

Nel 2012, mentre tornava a casa da scuola, un uomo le ha sparato alla testa, ma è riuscita a sopravvivere, dopo essere stata curata in Inghilterra. Nonostante le continue minacce, Malala continua a portare avanti la sua battaglia con tenacia, affinché il diritto all’istruzione diventi davvero universale.

Anna Bolena

Le donne che hanno fatto la storia sono quelle che, in qualche modo, ne hanno modificato le sorti. Anna Bolena è una di queste.

Anna Bolena fu la seconda moglie del Re d’Inghilterra Enrico VIII. La vicenda è celebre: per sposare Anna Bolena e annullare le sue nozze con Caterina d’Aragona, Enrico VIII diede vita allo scisma anglicano, creando la Chiesa d’Inghilterra.

Tuttavia, la lotta per il figlio maschio e una serie di altri conflitti portarono alla condanna a morte di Anna Bolena, caduta nelle mani del boia nemmeno trentenne. Dal matrimonio tra Anna Bolena e Enrico VIII nacque Elisabetta I, la Regina vergine che diede vita ad un lungo periodo di prosperità e fioritura artistica e culturale dell’Inghilterra, passato alla storia come “era elisabettiana”.