I 5 migliori libri sulle neuroscienze da leggere

libri sulle neuroscienze

La letteratura sul sistema nervoso è incredibilmente ampia, al punto da rendere ardua la scelta dei libri sulle neuroscienze da leggere per familiarizzare con la materia.

Se sei un appassionato dell’argomento, o se hai l’esigenza di approfondire la tematica per esigenze professionali, ti suggeriamo di fermarti qualche minuto su questa pagina.

Conoscere il funzionamento del sistema nervoso risulta utile in svariati settori professionali; si pensi ad esempio ai contesti relativi alla consulenza finanziaria, nell’ambito dei quali la finanza comportamentale assume un’importanza fondamentale per conoscere i meccanismi neurocognitivi che guidano il processo decisionale relativo alle scelte di investimento.

Neuroscienze: 5 titoli imperdibili

Nel corso dei paragrafi che seguono l’Università Telematica Niccolò Cusano ha selezionato 5 libri sulla neuroscienze che dovresti assolutamente leggere.

Prima di svelarti i titoli che abbiamo scelto di inserire nella nostra top five, iniziamo a familiarizzare con l’argomento attraverso la definizione di neuroscienze riportata sul sito della Treccani:

“Insieme delle discipline che studiano i vari aspetti morfofunzionali del sistema nervoso mediante l’apporto di numerose branche della ricerca biomedica, dalla neurofisiologia alla farmacologia, dalla biochimica alla biologia molecolare, dalla biologia cellulare alle tecniche di neuroradiologia.”

1 – Principi di neuroscienze
(Eric Kandel, J. Schwartz, T. Jessel, S. Siegelbaum, A. Hudspeth)

Il primo testo che ti suggeriamo di leggere se desideri conososcere le neuroscienze e tutto ciò che riguarda gli studi condotti sul sistema nervoso è ‘Principi di neuroscienze’, da molti conosciuto semplicemente come ‘il Kandel’, dal nome di uno dei suoi autori.
Prima di addentrarci nel cuore dei contenuti del libro è d’obbligo un breve approfondimento su Eric Kandel.
Neurologo, psichiatra e docente all’università della Columbia, è stato il primo neuroscienziato americano ad aver conquistato il Nobel per la medicina grazie alle sue ricerche sui meccanismi biologici che innescano la formazione della memoria nelle cellule nervose.

Dai suoi studi e dalle sue ricerche nasce l’opera che oggi è considerata tra le più rilevanti a livello scientifico; si tratta di un testo piuttosto impegnativo, da leggere con attenzione, che spiega in maniera chiara le neuroscienze e i suoi principi, ovvero il funzionamento del sistema nervoso e il suo riflettersi sul comportamento.

Le sue scoperte, raccolte e spiegate dettagliatamente tra le pagine del libro, hanno stimolato la ricerca neurobiologica e fornito le basi per il futuro delle neuroscienze.

2 – L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello
(Oliver Sacks)

Tra i titoli che meritano assolutamente di far parte della nostra top five rientra ‘L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello’.

Scritto dal neurologo inglese Oliver Sacks, il testo si presenta come una raccolta dei casi neurologici più singolari trattati dallo stesso autore nel corso della sua carriera.

Le anamnesi vengono presentate al lettore sotto forma di racconti.
Grazie all’abilità dell’autore, che le ha romanzate e rese discorsive, risultano perfettamente comprensibili anche dai non addetti ai lavori.

L’opera suddivide i racconti in quattro sezioni:

  1. Perdite
  2. Eccessi
  3. Trasporti
  4. Il mondo dei semplici

3 – Elogio dell’imperfezione (Rita Levi Montalcini)

Continuiamo con un altro titolo che rientra tra i must da leggere se sei un appassionato di neuroscienze: ‘Elogio dell’imperfezione’

Premio Nobel per la medicina, ricevuto per la scoperta del NGF (Nerve Growth Factor = fattore di crescita delle cellule nervose), Rita Levi Montalcini realizza in questo libro un bilancio del suo operato in ambito scientifico.
Il testo si presenta come un’autobiografia, all’interno della quale sono raccolte le ricerche e le scoperte di uno dei più grandi scienziati del Novecento.

Attraverso la lettura di ‘Elogio all’imperfezione’ il lettore ha la possibilità di scoprire il mondo delle neuroscienze attraverso i racconti di chi ne ha in gran parte scritto la storia.

neuroscienze principi

4 – La mente alterata (Eric Kandel)

‘Cosa dioono di noi le anomalie del cervello’ è il sottotitolo che lascia intuire il contenuto di ‘La mente alterata’, il testo scritto da Eric Kandel.

L’autore focalizza l’attenzione del lettore sui disturbi cerebrali e su ciò che essi rivelano sulla natura umana.

Il testo ruota intorno alla comunicazione che avviene tra gli oltre 80 miliardi di neuroni che abitano nel cervello dell’uomo, evidenziando il fatto che eventuali interruzioni e alterazioni delle connessioni neuronali possono portare a patologie come la schizofrenia, il morbo di Parkinson e l’autismo.

5 – In te mi specchio. Per una scienza dell’empatia
(Giacomo Rizzolatti)

Concludiamo il nostro post dedicato ai migiori libri sulle neuroscienze con un titolo che porta la firma di Giacomo Rizzolatti, il neuroscienziato italiano famoso per la scoperta dei neuroni specchio.

Nel testo l’autore evidenzia il ruolo fondamentale della scoperta ai fini della comprensione di quella che rappresenta la base neuronale di dinamiche e comportamenti sociali.

In particolare, lo scienziato si sofferma sull’importanza dei neuroni specchio, senza i quali l’essere umano non sarebbe in grado di stabilire relazioni empatiche e interpersonali.

Tra gli argomenti affrontati dal libro le possibili prospettive cliniche derivanti dalla scoperta e dallo studio delle cellule ‘specchio’, soprattutto per quello che riguarda il trattamento dell’autismo.