Play out, Virtus Roma: buona la prima

Virtus Roma-Basket recanati

La prima partita della post season della Virtus Roma, per l’occasione opposta ai marchigiani di Basket Recanati, finisce con un 64-51 che non entusiasma i 1876 spettatori del PalaTiziano ma rappresenta un primo tassello importante per archiviare la serie. Difese sugli scudi per entrambe le compagini, e lo evidenzia il punteggio finale particolarmente basso, con Roma sempre in assoluto controllo e mai messa sotto pressione dagli avversari, tenuti il più delle volte a debita distanza.

La Virtus parte forte e si porta subito sul +8 grazie ai canestri di VoskuilOlasewere e Maresca, in una prima frazione dove si sbaglia tanto al tiro sia dall’una che dall’altra parte. Nel secondo tempo tutte e due le squadre riescono a pungere di più in attacco: i marchigiani accorciano con Casini, Roma replica con Casagrande e Callahan e tocca quota +15 con Olasewere, prima che Smith mandi le squadre al riposo 35-23.

Un sussulto di orgoglio di Recanati, guidata da Maspero e Pierini, consente agli ospiti di dimezzare il divario portandosi a due possessi di distanza, l’Acea soffre ma respinge il ritorno dei gialloblù con Bonfiglio e Callahan. Recanati perde Maspero e Lawson per falli, Roma tiene ben saldo il controllo sulla gara e nel finale piazza lo sprint decisivo con Voskuil e Olasewere.
La squadra tornerà al lavoro domani in vista di Gara 2, in programma martedì 3 maggio alle ore 20,45 al Palazzetto dello Sport.

Questo il commento di coach Attilio Caja in sala stampa: «Era una partita molto difficile, nella quale la posta in palio era molto alta. Le due squadre hanno combattuto molto, soprattutto difensivamente, noi abbiamo avuto una buona fluidità in attacco, affrontavamo una formazione che dispone di buoni lunghi come Lawson e Pierini e abbiamo lavorato per metterli in difficoltà. Ci siamo riusciti nel primo tempo, mentre nella ripresa abbiamo voluto provare a giocare di più con gli esterni, loro sono stati bravi a chiuderci gli spazi ma siamo comunque riusciti a tenere il controllo sulla partita.
Il “primo quarto” di questa serie è andato, siamo molto contenti ma da adesso l’attenzione va tutta a Gara 2, che sarà altrettanto difficile come lo sarà tutta la serie»
.