Virtus con le spalle al muro: stasera a Recanati per vincere

L’università sul sito ufficiale della Niccolò Cusano

Stasera non si può più sbagliare e la voglia di tenere in vita questa serie di play out, giunta ormai a gara 4, deve tradursi in una prestazione feroce sul parquet del PalaSavelli quando, dalla palla a due delle ore 21, sarà battaglia vera per impattare sul 2-2 e tornare a Roma con velleità di vittoria. La Virtus Roma pallacanestro, recentemente sponsorizzata dall’Università degli studi N. Cusano, ha un solo risultato a disposizione contro Recanati, alla luce del finale di gara 3 che ha visto i marchigiani avere la meglio sui capitolini soprattutto tirando bene dall’arco.

 

Dopo le prime due gare a punteggio basso Recanati ha tirato da 3 con un dignitoso 20/38 e questo ha fatto tutta la differenza del mondo nel 102-95 finale. I ragazzi della Virtus, tutti a disposizione, stanno partendo in queste ore alla volta di Porto san Giorgio, consapevoli della posta in palio come del resto il coach Riccardo Esposito, che stasera siederà in panchina:

 

«Dopo la sconfitta in Gara 3 siamo con le spalle al muro, la partita di domani rappresenta la nostra unica chance di riportare a Roma la serie e per questo dovremo dare tutto ciò che abbiamo. Sarà necessario cancellare dalla nostra testa le ultime due partite e tornare a Porto San Giorgio con fiducia, sfruttando al massimo i nostri punti di forza e limitando Recanati negli aspetti che le hanno permesso di passare in vantaggio. L’aspetto mentale sarà prioritario, dovremo rimanere lucidi per affrontare l’incontro nella miglior maniera possibile».

 

Anche Craig Callahan ha parlato della gara: «Ovviamente siamo molto dispiaciuti per come si è messa la serie ma allo stesso tempo non vediamo l’ora di tornare in campo per poterci prendere la nostra rivincita. Abbiamo perso di 7 punti contro una squadra che ha tirato con il 53% dall’arco, questo dimostra che Recanati ha meritato ma anche che mettendo a posto la nostra difesa sul perimetro possiamo ancora aggiungere un altro capitolo a questa sfida».