Alternanza Scuola Lavoro: indagini e brutte storie ben lontane dall’UniCusano

progetto Alternanza Scuola Lavoro

Quando nacque lo strumento dell’Alternanza Scuola Lavoro il Miur lo ha così definito: “E’ un’esperienza educativa, co-progettata dalla scuola con altri soggetti e istituzioni, finalizzata ad offrire agli studenti occasioni formative di alto e qualificato profilo” Ottime premesse per fare quella “buona scuola” che Matteo Renzi prima e Gentiloni poi considerano importante per l’orientamento universitario dei giovani. Ora alcune indagini rese pubbliche dai media parlano di forti storture in merito. Storture che non riguardano l’università Niccolò Cusano invece sempre convinta del rispetto degli studenti, presenti e futuri che siano.

Sullo strumento della Alternanza Scuola Lavoro arrivano indagini i cui risultati sono preoccupanti ma non generali. ne parla apertamente l’UniCusano sia perché è molto importante non tacere i problemi degli studenti sia perché il suo modo di gestire il progetto Alternanza Scuola Lavoro è ben diverso da quanto raccontato dai media nazionali. Secondo le indagini del giornale L’ Espresso de Il Fatto Quotidiano, in Italia ci sono state situazioni in cui questo strumento è stato causa di sfruttamento per giovani studenti.

  • Cosa dicono le indagini
    Secondo le citate fonti, l’Alternanza Scuola Lavoro è stata spunto anche per costringere i ragazzi a pulire i bagni e i tavoli dei ristoranti o a fare volantinaggio per 12 ore. Esperienze poco formative spesso avallate da docenti che liquidavano il tutto con “nella vita tutto serve”.
  • La testimonianza
    Leonardo è un ragazzo iscritto al quarto anno del liceo scientifico Cafiero a Barletta e ha raccontato di aver “catalogato locandine di film degli anni Ottanta che erano conservate negli armadi da anni. Per cinque giorni abbiamo fatto questa attività. Nella nostra scuola non c’è alcun corso di cinematografia ma siamo finiti lì. Anche i miei compagni non hanno fatto nulla che si avvicinasse alle materie del nostro corso di studi: alcuni studenti sono finiti a catalogare libri in biblioteca. Di questi lavori dovrebbero occuparsi i dipendenti delle aziende non gli studenti”.
  • L’Alternanza Scuola Lavoro all’UniCusano
    Storie toccanti scioccanti ancor più se paragonate a quanto accade all’ateneo dove i ragazzi hanno la chance di seguire un corso Seo di giornalismo 2.0 e poi di entrare concretamente in contatto con la redazione di Radio Cusano Campus, dove scrivono i programmi insieme ai conduttori e con loro vanno in diretta per un’esperienza lavorativa unica.

Il divario tra quanto emerso dalle indagini sull’alternanza Scuola Lavoro e il modus operandi della Niccolò Cusano non è che un altro modo per capire cosa significhi far parte del mondo di questa realtà. Se volete saperne di più, non dovete far altro che chiedere infromazioni attraverso l’apposito form informativo.