Università | 20 Ottobre 2022
Come migliorare la comunicazione: consigli utili

Come migliorare la comunicazione: consigli utili

Comunicare in modo efficace è fondamentale in ogni aspetto della propria vita, da quella professionale a quella personale. Lo sanno bene gli studenti che frequentano i corsi in comunicazione Unicusano, che approfondiscono tematiche come la semiotica e la sociologia, ma ognuno di noi può lavorare sul proprio modo di esprimersi.

Ma come migliorare la comunicazione senza far ricorso a strane tecniche inventate chissà quanto tempo fa? Scoprire i segreti della comunicazione efficace è più semplice di quanto credi: basta leggere questa guida e mettere in pratica alcuni consigli utili su come conversare.

Come migliorare la comunicazione verbale

Riflettici: la qualità delle nostre relazioni con le altre persone è direttamente influenzata dalla qualità delle nostre conversazioni. Basta pensare alle persone con le quali ami trascorrere il tuo tempo, agli amici con i quali ti trovi meglio, ai docenti con cui hai avuto gli scambi più interessanti: le persone con le quali amiamo dialogare sono anche quelle con le quali abbiamo una maggiore affinità.

A questo punto ti verrà spontaneo chiederti se anche tu sei una di quelle persone con le quali è piacevole fare conversazione. Probabilmente lo sei, ma forse devi ancora fare qualche passo in più per migliorare la situazione verbale. Prova a rispondere a queste domande:

  • Quando stai parlando, soprattutto con una persona che hai conosciuto per la prima volta (o conosci ancora poco), ti senti impacciato e non sai bene di quali argomenti parlare?
  • Dopo le domande di circostanza, ti ritrovi spesso a vivere silenzi imbarazzanti tra te e il tuo interlocutore?
  • Hai l’impressione che le tue conversazioni siano superficiali e hai difficoltà ad entrare davvero in contatto con le persone?

Se ti sei riconosciuto in almeno una di queste situazioni, non preoccuparti, sono comunissime: scopriamo insieme come come migliorare il proprio modo di esprimersi attraverso alcune semplici tecniche di comunicazione efficace.

Come avere una comunicazione efficace: partiamo dalle domande

Le domande sono gli strumenti di comunicazione più importanti che abbiamo a disposizione: porre le giuste domande infatti può realmente cambiare la qualità delle nostre conversazioni. Ecco 9 consigli per entrare subito in sintonia con il tuo interlocutore e sviluppare una comunicazione davvero efficace.

1. Gli interrogatori sono vietati

Avere una comunicazione efficace con gli altri vuol dire innanzitutto avere una comunicazione ricca, pertanto non costringere il tuo interlocutore, chiunque esso sa, a rispondere a monosillabi, altrimenti la conversazione arriverà molto preso a un punto morto.

Le domande secche, che prevedono solo un sì o un no come risposta, possono essere efficaci all’inizio della conversazione per rompere il ghiaccio, ma se continui a fare solo queste domande, magari anche una dopo l’altro, otterrai il controproducente effetto di mettere l’altra persona sulla difensiva e la conversazione inevitabilmente ne risentirà.

Poni piuttosto domande aperte, che permettano all’altra persona di iniziare un vero e proprio dialogo e aprirsi con te.

Ad esempio: non chiedere “ti piace leggere?”, ma piuttosto “qual è il tuo scrittore preferito? Perché ti piace”?

2. Usa spesso il “Perché?”

Chiedere spesso “perché?” (almeno tre volte in una conversazione) può migliorare notevolmente la nostra comunicazione, perché dimostra una curiosità sincera verso la persona che abbiamo di fronte. Quindi, se non vuoi limitarti a chiacchiere superficiali e vuoi andare più in profondità con chi hai di fronte, chiedi il perché delle sue risposte.

Torniamo all’esempio di prima: il tuo interlocutore ti dice di amare Wilbur Smith per i suoi romanzi, quindi tu puoi chiedergli il perché ami i suoi romanzi, quali sono quelli che ha apprezzato di più e così via. Ovviamente questo non vuol dire essere pressanti, ma solo dimostrarsi interessati a quello che dice la persona che abbiamo di fronte.

3. Fai domande precise

Fare domande precise vuol dire spingere l’interlocutore a dare risposte ricche e dettagliate.

Ad esempio, non chiedere semplicemente ad un amico o ad un collega come si andato il weekend, ma chiedigli quale sia stata l’attività più divertente che abbia fatto.

Ovviamente è importante non applicare questi consigli in modo meccanico e forzato (renderesti le tue conversazioni molto imbarazzanti!), ma al contrario prendi spunto da questi suggerimenti per migliorare in modo naturale le tue doti comunicative.

4. Parla di emozioni e reazioni

Se stai parlando con una persona del suo lavoro o delle sue passioni, non fare domande generiche del tipo “com’è essere un medico?”: si tratta di domande generiche, che possono mettere in difficoltà l’interlocutore perché rispondere è molto difficile.

Meglio concentrarsi sulle emozioni e sulle reazioni della persona, chiedendo: “qual è la cosa che ti ha stupito di più da quando hai iniziato a lavorare come medico?” oppure ” qual è una cosa che non ti saresti mai aspettato prima di iniziare a fare il medico?”.

5. Mostra sempre la tua curiosità

Molto spesso le conversazioni tra persone si trasformano, più che in uno scambio coinvolgente, in una specie di gare in cui ognuno passa il tempo ad aspettare il proprio turno, pensando a qualcosa di intelligente e brillante da dire, e di fatto non ascoltando quello che dicono gli altri. Lo fanno in molti e, senza dubbio, si percepisce.

Impara al contrario a dimostrare curiosità: dopo aver posto una domanda, ascolta con sincera attenzione la risposta.

Spesso le conversazioni tra persone più che uno scambio coinvolgente assomigliano ad una gara in cui ognuno degli interlocutori passa il tempo ad aspettare il suo turno, pensando a qualcosa di intelligente e brillante da dire, e ignorando di fatto quello che stanno dicendo gli altri.

Lo fanno in molti, ma fidati: si percepisce.

Impara invece ad essere curioso: dopo aver posto una domanda, ascolta la risposta con sincera attenzione. Scoprirai molte cose nuove  e questo farà nascere in te nuovi interrogativi, rendendo la conversazione divertente e stimolante.

Ricorda: le persone amano parlare di se stesse, più glielo permetterai e più ti farai benvolere.

6. Trova arricchimento dalle tue conversazioni

Il processo di comunicazione è una via a due corsie: se le domande servono a mettere a proprio agio l’interlocutore e avere una conversazione coinvolgente e profonda, anche tu devi uscire arricchito da queste conversazioni, per non rischiare che si trasformino in un esercizio di comunicazione vuoto e fine a se stesso.

Uno dei modi migliori per stimolare la conversazione e carpire più informazioni possibili da un interlocutore particolarmente interessante è chiedere a questa persona cosa abbia imparato da una certa circostanza o esperienza.

A volte infatti siamo talmente concentrati su noi stessi da dimenticare che altre persone hanno probabilmente già vissuto sfide simili alle nostre e la loro esperienza può esserci di grande aiuto: basta chiedere!

7. Ascolta le storie dei tuoi interlocutori

Fin dall’antichità, le storie sono state un potente strumento comunicativo, utilizzato per trasmettere la conoscenza: gli esseri umani, di fatto, vivono di storie.

Quindi, se vuoi avere una conversazione interessante, offri al tuo interlocutore la possibilità di raccontarti una storia: non limitarti a chiedergli, ad esempio, cosa faccia nella vita, ma piuttosto chiedi di raccontarti l’esperienza più assurda che gli sia capitata a lavoro.

Raccontare storie è un’attività naturale per l’essere umano ed è un ottimo modo per creare empatia con le persone con le quale si sta dialogando.

8. Impara dai bambini

Come accade spesso, i bambini possono insegnarci molto: in questo caso, è utile guardare alla loro capacità di fare domande (anche apparentemente stupide), senza paura. Noi adulti, invece, ci facciamo sempre mille problemi e se il nostro interlocutore dice qualcosa che non capiamo o di cui non sappiamo molto, sorridiamo e passiamo oltre. Niente di più sbagliato!

Se non hai capito qualcosa, chiedi al tu interlocutore di spiegartela nuovamente, magari proprio come farebbe con un bambino di 4 anni..

9. La domanda bonus per gli esperti

Se stai parlando con una persona che è esperta di qualche argomento e vuoi trarre il massimo dalla conversazione, devi assolutamente porre questa domanda bonus:

“Qual è la domanda che non ti fa mai nessuno e che invece pensi sia fondamentale per avere successo nel tuo campo?”

Con questa domanda otterrai un duplice effetto: da una parte farai sentire importante il tuo interlocutore, dall’altra scoprirai sicuramente qualcosa che ancora non sapevi. Anche se sei convito di sapere già tutto su un determinato argomento, quando ti si propone un nuovo punto di vista al quale non avevi mai pensato puoi davvero ampliare la tua conoscenza.

Credits: filadendron/Getty Image Signature

CHIEDI INFORMAZIONI

icona link