Ecco come superare con successo un colloquio di lavoro dopo il master Unicusano!

Il successo universitario di uno studente è dato sia dalla qualità del suo percorso di studi, sia dalle opportunità di lavoro che egli trova in seguito. Trovare lavoro è infatti tanto importante quanto acquisire le giuste competenze. È per questo che all’Università Telematica di Roma il sapere è valutato tanto quanto il saper fare e parte integrate della preparazione accademica di uno studente è l’apprendere non solo come svolgere il proprio lavoro, ma anche come trovarlo. 

Tutti i tanti e specializzanti master online dell’Unicusano, infatti, aiutano lo studente anche a prepararsi per scrivere il proprio CV, presentarlo alle aziende di suo interesse, oppure affrontare un colloquio di lavoro.

Quello del colloquio di lavoro è un momento molto importante per riuscire ad ottenere un impiego, durante il quale non hanno valore solo le domande a cui il candidato deve rispondere, ma anche quelle che egli pone al suo esaminatore. Avete presente la fatidica “Hai qualche domanda?” al termine del colloquio? Ebbene, si tratta di un momento altrettanto fondamentale che tutto il resto del colloquio, in cui le giuste domande poste possono avere lo stesso valore positivo del proprio voto di laurea o di master. Quali sono dunque le domande che bisognerebbe porre al proprio possibile datore di lavoro al termine di un colloquio? Ecco alcuni esempi:

  1. “Quale effetto avrebbe il mio ruolo sui risultati dell’azienda a breve, medio e lungo termine?” – Con questa domanda si dimostra che il candidato non pensa solo a se stesso, ma è perfettamente conscio di poter eventualmente far parte di una strategia aziendale molto più grande e complessa di lui, dunque si pone subito il dubbio di quale apporto potrebbe dare all’azienda.
  2. “Lei (parlando dell’esaminatore) perché è entrato a far parte di quest’azienda?” – Si tratta di un quesito che dimostra l’interesse del candidato nel comprendere il reale potenziale di un’azienda e nel figurarsi al suo interno per un lungo periodo. Dimostra quindi un certo tipo di affidabilità e soprattutto voglia di scoprire e di conoscere non solo cosa fa l’azienda, ma anche da chi è formata.
  3. “Quali sono i problemi più grandi rispetto ai quali il mio ruolo potrebbe aiutare l’azienda?” – Questa domanda dimostra che il candidato è perfettamente conscio che il lavoro non è solo un’opportunità, ma anche una fonte di problemi e rompicapo che egli dovrà affrontare con il massimo impegno. Preoccuparsene in anticipo dimostra premura e affidabilità.

Questo è solo un piccolo assaggio delle tante competenze che si possono apprendere grazie ai master online Unicusano quando si parla di preparazione al colloquio di lavoro. Per maggiori informazioni o per qualsiasi curiosità, non esitate a chiedere subito qui: vi aspettiamo!