Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione: iscrizioni aperte, nessun test d’ingresso

Scienze della Formazione e dell'educazione

Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione: iscrizioni aperte, nessun test d’ammissione di tipo selettivo da dover affrontare.

Le scienze dell’educazione e della formazione rappresentano quelle discipline che prendono sistematicamente in esame la formazione dell’individuo e la sua educazione.  Si tratta quindi di una disciplina trasversale che trae le proprie basi dalla psicologia, dalla sociologia, dalla storia e dalla filosofia dell’educazione.

Queste scienze, la cui denominazione è molto recente in Italia, sono anche conosciute come scienze dell’educazionescienze della formazione e raramente come scienze dell’istruzione. Gli sbocchi occupazionali dei laureati in Scienze dell’Educazione e della Formazione, quindi, sono molteplici e riguardano diversi ambiti, legati a strutture educative prescolastiche, scolastiche ed extrascolastiche, alla pubblica amministrazione e agli enti locali, ai servizi sociali e culturali, ai servizi alla persona, all’infanzia e all’adolescenza, alle aziende pubbliche e private, alle organizzazioni dell’impresa sociale.

Il Corso di laurea in Scienze dell’educazione e della formazione, cui è possibile iscriversi in ogni periodo dell’anno senza dover affrontare alcun tipo di test d’ingresso,  propone agli studenti contenuti culturali e scientifici, esperienze e conoscenze di strategie e metodi necessari per il tipo di formazione richiesto dall’area professionale dell’educazione formale, informale e non formale.

Il Corso di laurea in Scienze dell’educazione e della formazione, cui è possibile iscriversi in ogni periodo dell’anno senza dover affrontare alcun tipo di test d’ingresso, una volta portato a compimento, permetterà ai laureati di entrare nel miglior modo possibile nel mondo del lavoro.

Al termine del corso di studi triennale, i laureati potranno inserirsi nel sistema pubblico, nel sistema delle imprese, delle associazioni di categoria e nel terzo settore con i seguenti profili professionali. La richiesta da parte del mercato del lavoro di questa figura professionale è sempre stata in controtendenza rispetto alle dinamiche delle flessioni occupazionali. Ancora oggi, all’interno del mercato del lavoro, il suo fabbisogno resta elevato tanto da richiedere un’elevata mobilità.

Per avere ulteriori informazioni, basta cliccare qui