Radio Cusano Campus: le parole che diventano notizia

Radio Cusano Campus è la radio dell'Università Niccolò Cusano

Capita che le parole diventino notizie. Capita che una chiacchierata radiofonica diventi poi oggetto di dibattito sui principali portali e i più importanti quotidiani italiani. Per Radio Cusano Campus, questa, ormai è la normalità. Ascolta la radio dell’Università Niccolò Cusano. Sugli 89.100 a Roma e nel Lazio, in streaming sul sito ovunque tu sia ma anche sugli smartphone, grazie all’applicazione gratuita scaricabile dagli store di riferimento. 

Le parole che fanno notizia, dicevamo. Su Radio Cusano Campus capita ormai quotidianamente. E anche nella settimana che sta per terminare l’emittente dell’Università Niccolò Cusano ha dato vita a interventi che poi sono stati particolarmente rilanciati.

Qualche esempio. Le dichiarazioni di Matteo Salvini, leader della Lega intervenuto su Radio Cusano Campus, sono state riprese da Il Fatto Quotidiano, Corriere della Sera, Ansa e tanti altri portali.

Hanno fatto molto discutere anche le parole pronunciate a Radio Cusano Campus da Ileana Argentin, deputata del Partito Democratico. Le sue considerazioni sono state ribattute da Il Messaggero, Leggo, Il Mattino, Dagospia, Gazzettino.

RomaToday ha rilanciato le parole pronunciate ai microfoni di Radio Cusano Campus da Alessandro Onorato, Capogruppo in Campidoglio della Lista Marchini, e da Enrico Stefano, Consigliere Comunale del Movimento Cinque Stelle.

La proposta del senatore di Forza Italia Antonio Razzi è stata ripresa da Today, mentre le considerazioni del magistrato Alfonso Sabella, ex Assessore alla Legalità di Roma Capitale, sono state riproposte da Affaritaliani.

L’intervento del senatore di Ala Vincenzo D’Anna è stato ripreso dall’Espresso e dal Fatto Quotidiano.

L’intervento di Nicola Molteni, deputato della Lega, è stato ripreso, tra gli altri, da Il Tabloid, mentre la denuncia dell’avvocato Bocciolini è stata rilanciata, tra gli altri, da La Notizia24.

CinqueQuotidiano, invece, ha rilanciato le considerazioni dello psichiatra Paolo Meluzzi.