La UniCusano sostiene la ricerca in Italia lanciando il Cavaliere della Ricerca

Ricerca in Italia

Si tratta di una vera e propria novità ma ogni buona idea è ben accetta se si parla di aiutare la ricerca in Italia. La UniCusano, e soprattutto la Fondazione Università Niccolò Cusano, non perdono mai occasione per trovare nuovi spunti che diano fondi e sostegno alla ricerca in Italia. Da oggi potrete aggiungere ai gesti concreti di cui già siete protagonisti anche questo legato al diventare Cavaliere della Ricerca. Ecco in cosa consiste e come è legato alla ricerca in Italia.

La Fondazione Università Niccolò Cusano per la Ricerca Medico-Scientifica nasce per iniziativa della Società delle Scienze Umane SpA e dell’università UniCusano. Trova tuttavia la sua ragione di esistere nell’ “Ordine dei Cavalieri della Ricerca” e coloro i quali volessero sostenerla potrebbero farlo attraverso una modalità assolutamente innovativa diventando Cavaliere della Ricerca e quindi avendo la possibilità di acquistare almeno un’azione  della società delle Scienze Umane SpA.  Il tutto a favore della ricerca in Italia ovviamente.
Il ricavato della vendita di queste azioni sarà impiegato, ad opera della società delle Scienze Umane SpA, in attività finanziarie che rendono interessi che saranno devoluti alla ricerca in Italia attraverso la  Fondazione Università Niccolò Cusano per la Ricerca Medico-Scientifica.
Come funziona questo gesto concreto per la ricerca in Italia?
Il soggetto che acquista almeno un’azione entra a far parte dell’Ordine dei Cavalieri e viene insignito del titolo di Cavaliere della Ricerca. Premesso che ogni azione ha un valore di acquisto di 3 mila euro, il soggetto interessato potrà acquistare da un minimo di una sola azione ad un massimo di 10 azioni cioè il suo investimento può variare da un minimo di 3 mila euro ad un massimo di 30 mila euro. Tutti soldi, sia chiaro, per la ricerca in Italia.
L’azionista ha diritto a ricevere interessi che variano in base al valore della quota azionaria e al tempo di immobilizzo dell’investimento azionario. Il Cavaliere della Ricerca godrà così di un titolo e di benefici tanto più prestigiosi quanto più elevato sarà il valore della sua partecipazione azionaria. Un modo pulito di fare e non fare business, di spostare fondi sulla ricerca in Italia. Un modo importante di far andare la salute del nostro paese.
Se poi, oltre al modo di finanziare la ricerca in Italia,  volete maggiori informazioni sull’università UniCusano, oltre al ricco sito, vi consigliamo di leggere con continuità il BLOG di UNICUSANO dove sono presenti tanti topic sulle attività più recenti del mondo accademico e della vita degli studenti. In alternativa potete anche scrivere a informazioni@unicusano.it .