Unicusano Focus Sport&Ricerca – 10/11/2015

10 novembre 2015, il primo numero di Unicusano Focus Sport e Ricerca

Unicusano Focus Sport&Ricerca. Il settimanale  curato dal nostro Ateneo. Un nuovo, entusiasmante, progetto targato Università degli Studi Niccolò Cusano vede la luce oggi, con il primo interessantissimo numero. Unicusano Focus Sport&Ricerca, un settimanale che è e sarà in edicola a partire da oggi ogni martedì, in allegato gratuito al Corriere dello Sport edizione nazionale, per sensibilizzare e informare il grande pubblico su tematiche particolarmente delicate, come la ricerca medico scientifica, l’industria, lo sport e la disabilità.

10 novembre 2015, il primo numero di Unicusano Focus Sport e Ricerca
Il primo numero del nuovo settimanale firmato Università Niccolò Cusano, in edicola con il Corriere dello Sport ogni martedì. Questa la prima pagina del primo numero di Unicusano Focus Sport&Ricerca del 10 novembre 2015

Temi che trovano spazio già nel primo numero di Unicusano Focus Sport&Ricerca, il settimanale in edicola da oggi ogni martedì con il Corriere dello Sport. Su Unicusano Focus Sport&Ricerca di oggi c’è una interessantissima intervista a Stefano Baldini, oro olimpico nella maratona di Atene 2004, che interviene in occasione della giornata mondiale contro il diabete.

Tra le altre cose, poi, nel numero odierno di Unicusano Focus Sport&Ricerca si segnala una indagine che boccia le abitudini degli universitari italiani, una ricerca che evidenzia come quattro ragazzi su dieci non consumino il giusto numero di pasti.

Su Unicusano Focus Sport&Ricerca del dieci settembre 2015, si parla anche di basket, con un bell’articolo su un progetto didattico e sportivo che a Formia unisce, con nobili risultati, la passione per il canestro ad importanti funzioni sociali e con una interessantissima intervista a Cavagnini, la stella azzurra del basket in carrozzina, che rivela come grazie allo sport sia riuscito ritrovare la fiducia in sé stesso.

Non poteva mancare su Unicusano Focus Sport&Ricerca un approfondimento sugli Special Olympics e sulla loro missione di valore mondiale, che vuole utilizzare lo sport come strumento di unione e integrazione tra persone con e senza disabilità intellettive.