Unicusano: qui puoi scegliere la tua università

No ai test d'ingresso. All'Unicusano sei padrone del tuo futuro

Universitari in rivolta contro i test d’ingresso: la polemica monta ogni giorno che passa e i casi anomali, se ne contano a centinaia, hanno sempre più il sapore della beffa. Ma andiamo con ordine. Alcuni aspiranti universitari si sono trovati a pagare per sostenere due o tre test d’ingressouniversitari diversi, trovandosi poi nella condizione di poterne affrontare solo uno. Perché? Semplicemente perché il più delle volte sono indetti nello stesso giorno, praticamente alla stessa ora e, magari, in sedi lontane anche 200 km l’una dall’altra. L’Unione universitari non ci sta più: “Diversi partecipanti  –  attaccano gli studenti – avevano pagato il Mav per due o addirittura tre dei corsi citati e sono ovviamente stati impossibilitati a prendere parte a tutte le prove per via della contemporaneità delle stesse, comunicata a poche ore dal test”. L’Udurincara la dose: “E’ inconcepibile prevedere lo svolgimento contemporaneo ditest per corsi di laurea affini, consentire agli studenti di pagare le tasseper tutti i corsi e non garantire, di fatto, di potervi prendere parte”. Ma il problema non è solo questo: le facoltà della maggior parte degli atenei italiani sono tutte a numero chiuso, gli studenti sono costretti a segnarsi a piùtest d’ingresso solo per avere più chance di essere ammessi e, in alcuni casi, ilnumero dei partecipanti al test è anche inferiore ai posti disponibili, evidenziando come il numero programmato si traduca spesso solo in disagi per le future matricole che, tra le mille difficoltà entro le quali debbono districarsi, si trovano a dover scegliere non ciò per cui si sentono ‘tagliati’, bensì, una demoralizzante ancora di salvataggio. A questo punto si rende necessario esaltare l’offerta didattica di un ateneo pubblico ma non statale come è l’Università degli studi N. Cusano-Telematica Roma che, oltre ad offrire un ampio ventaglio di scelta in termini di percorsi di studio (da Scienze Politichead Economia passando per PsicologiaIngegneria Giurisprudenza) conserva intatto il diritto di ogni studente di poter scegliere la strada che ritiene più aderente alle sue peculiarità. Se un test d’ingresso deve rappresentare solo l’ennesimo sbarramento da piazzare sulla strada di un giovane che ambisce a diventare ad esempio un avvocato, allora si perde totalmente il suo carattere didattico-valutativo per diventare solo ed esclusivamente un ostacolo. Un test d’ingresso, così come è pensato, non indirizza una scelta, la nega e basta. L’UniCusano pone lo studente al centro del suo progetto didattico e, prima di tutto, si preoccupa che il suo diritto di scegliere resti intatto e inattaccabile.

Redazione/am