Università Niccolò Cusano: la realtà a misura di studente

Chi si laurea all'Università Niccolò Cusano trova lavoro

Prevenire è meglio che curare. Scegliere con attenzione l’università cui iscriversi è fondamentale e per questo l’Università Niccolò Cusano ha attuato da tempo un sistema di orientamento universitario in grado di offrire ai neodiplomati quel quadro di informazioni necessarie per scegliere bene in vista del proprio futuro accademico. E non è un caso se le opinioni di chi frequenta l’Università Niccolò Cusano sono entusiastiche nei confronti di questo ateneo in cui, è bene sottolinearlo, si contano pochissimi abbandoni.

Non va così bene alle altre università italiane. Lo dimostra uno studio reso noto non più tardi di una settimana fa da diversi organi di stampa. Questa indagine, basata su un questionario del tutto anonimo che si compila in soli 10 minuti  ha coinvolto ben 950 università  dislocate in 27 Paesi per un totale di circa 343.000 studenti.

Ecco il poco gratificante quadro emerso per quel che riguarda l’Italia: gli italiani non sono soddisfatti del proprio ateneo a differenza di quanto accade in Francia, Germania, Svizzera e Gran Bretagna.

Una delle maggiori fonti di insoddisfazione è legata alle strutture, il più delle volte desuete, e al grado di disponibilità dei professori, che quasi sempre fanno svolgere agli assistenti le lezioni che saranno poi oggetto d’esame.

Il risultato è che il 36% degli studenti italiani è disposto ad andare all’estero: una media superiore di ben 10 punti a quella degli altri Paesi europei. Altro che fuga dei cervelli, a breve, di questo passo, non rimarrà più nessuno.

Eppure non c’è bisogno di andare via dall’Italia per ritrovarsi nell’Università dei sogni. Basta scegliere l’Università Niccolò Cusano: che ha strutture all’avanguardia, che considera i propri studenti persone e non numeri, che gli affianca un tutor in grado di seguirli passo dopo passo fino al conseguimento della laurea, che offre la possibilità di dare esami con appelli mensili, con i professori che erogano di persona lezioni che possono essere ascoltate in presenza o in videoconferenza e riascoltate tutte le volte che se ne avverte il bisogno tramite la piattaforma e-learning.

Tutto compreso nella retta annuale accademica che è di 2,400 euro e che comprende anche il capitolo di spesa alla voce “libri di testo”.

Invece di seguire la massa e di dar retta ai sentito dire, conviene informarsi. Sempre. In particolar modo quando si ha a che fare con le prospettive future di se stessi o dei propri figli.

Per avere ulteriori informazioni sull’Università Niccolò Cusano, clicca qui