Università | 18 Gennaio 2024
Web Marketing Manager: chi è, cosa fa e quanto guadagna

Web Marketing Manager: chi è, cosa fa e quanto guadagna

Il web marketing manager si occupa di gestire il marketing in rete. Si tratta di una figura professionale che si muove in ambito digitale, grazie a una formazione fortemente incentrata sulla comunicazione e il marketing. 

É evidente, ormai, come l’uso della rete sia diventato centrale non solo nella vita quotidiana privata, ma anche in quella lavorativa. Immagina un ufficio senza connessione internet o un imprenditore senza telefono cellulare. Le aziende non possono più fare a meno della promozione online e, proprio per questo motivo, sono sempre alla ricerca di figure in grado di gestire le strategie di comunicazione sul web.  

In effetti, il web marketing manager è il responsabile della comunicazione, la persona che definisce tutte le scelte promozionali con cui un marchio punta ad aumentare le proprie vendite, a fidelizzare i proprio clienti e a costruirsi una reputazione solida e inattaccabile.  

Per chiarire ancora meglio mansioni e formazione di questa figura, continua la lettura della guida:

  • cos’è il web marketing
  • chi è e cosa fa il web marketing manager
  • quanto guadagna un web marketing manager

Andiamo con ordine e iniziamo dal concetto di web marketing.

Web marketing: cos’è?

web marketing manager grafici

Credits: [ml12nan]/Depositphotos.com

Prima di rispondere alla domanda “web marketing manager cosa fa?”, è bene soffermarsi sul concetto stesso di Web Marketing. 

Con questo termine si indicano tutte quelle attività promozionali online volte all’incremento delle vendite di prodotti e servizi e alla promozione di nuovi prodotti e servizi.  

Per attività di web marketing, cioè, si intendono le varie forme di pubblicità che utilizzano i canali del web con l’intento di far crescere un’attività online. 

Non solo, un’altra delle mansioni del web marketing manager che rientra nelle classiche attività di questa specializzazione è la costruzione di una presenza online efficace, tramite anche la cura del rapporto con i consumatori e lo sviluppo di strategie per l’allargamento e la fidelizzazione di nuovi clienti. E-mail, social network, banner pubblicitari, sistemi di messaggistica istantanea: tutti questi sistemi (e molti altri) rientrano tra gli strumenti tipici del web marketing. 

LEGGI ANCHE – Come diventare un influencer: guida pratica

Web Marketing Manager: chi è e cosa fa?

Come già evidenziato nei paragrafi precedenti, il web marketing manager si occupa di creare e implementare le strategie di marketing online. Il suo primo compito è quello di studiare il mercato di riferimento dell’azienda per cui lavora. Conduce cioè delle indagini di mercato, monitora i competitor e analizza il comportamento dei clienti, sia di quelli reali che di quelli potenziali. Questa fase di analisi preliminare consente al web marketing specialist di elaborare un piano di marketing che, per essere valido, deve tenere conto anche di una precisa lista di obiettivi aziendali da perseguire.  

Di seguito, un elenco che risponde più esaustivamente alla domanda “digital marketing manager cosa fa?”: 

  • monitora il mercato di interesse dei suoi clienti e le attività dei competitor  
  • dirige il team del reparto marketing, composto da figure come copywriter, web designer, SEO/SEM specialist e web developer  
  • gestisce il budget previsto per le campagne di marketing 
  • monitora l’andamento delle campagne in base a una serie di indicatori predefiniti  
  • misura i risultati delle campagne promozionali in rapporto all’investimento effettuato (ROI) 
  • modifica, ottimizza o interrompe le campagne sulla base dei risultati rilevati 
  • stila la reportistica da presentare ai dirigenti aziendali  

Su quali canali digitali opera il web marketing manager?

In base agli specifici obiettivi dell’azienda per cui lavora, il web marketing manager utilizza diversi canali:

  • Search Engine Marketing (SEM), creazione di annunci pubblicitari sui motori di ricerca con lo scopo di migliorare la visibilità dell’azienda e portare traffico verso il sito web  
  • Search Engine Optimization (SEO), insieme di attività volte ad aumentare il traffico e a migliorare il posizionamento organico del sito aziendale sui motori di ricerca 
  • Display Advertising, gestione di campagne pubblicitarie web a pagamento con banner pubblicitari, video o altri formati, ideate in modo da catturare l’attenzione dei potenziali clienti e indurli a visitare il sito web dell’azienda 
  • Social media marketing, gestione della presenza online dell’azienda sui principali canali social (Facebook, Twitter, LinkedIn, YouTube, Instagram) 
  • Mobile marketing, insieme delle attività di marketing mirate agli utenti collegati tramite smartphone 
  • E-mail marketing, creazione di campagne di messaggistica tramite posta elettronica per acquisire clienti, pubblicizzare promozioni e curare la customer satisfaction 
  • Affiliate marketing, creazione di programmi di affiliazione  

Quanto guadagna un web marketing manager?

E dal punto di vista economico, si tratta di un lavoro soddisfacente? Qual è lo stipendio di un web marketing manager? 

Chiaramente, gli stipendi variano a seconda delle dimensioni dell’azienda, delle competenze e dell’esperienza acquisita nel tempo.  

Un manager di un’azienda di medie dimensioni percepisce un compenso annuale medio pari a circa 48.000 euro. Un web marketing specialist con funzione di manager, assunto all’interno di grandi realtà, può arrivare a guadagnare anche cifre comprese tra i 60 e gli 80 mila euro annui. In alcune aziende sono previsti anche dei bonus, che vengono corrisposti al raggiungimento di determinati risultati e fanno lievitare ancora di più gli stipendi. 

Ovviamente, per puntare a stipendi alti bisogna possedere tutte le competenze richieste a questa figura:  

  • padronanza del web marketing e dei suoi canali (motori di ricerca, social, SEO, SEM ecc.) 
  • conoscenza dei principali strumenti di analisi web  
  • dimestichezza con le piattaforme di marketing online 
  • infarinatura dei linguaggi di programmazione più utilizzati
  • buone competenze informatiche di base
  • conoscenza dei principali CSM, dei tool web e delle piattaforme di e-commerce 
  • capacità di analisi e interpretazione dei dati e conoscenza dei più importanti indicatori di performance (KPI)
  • doti di leadership e abilità comunicative 
  • propensione all’aggiornamento costante 
  • capacità di lavorare sotto stress e per obiettivi  

Come lavorare nel digitale con i master Unicusano

Qual è il percorso per diventare web marketing manager? Sicuramente, la laurea in marketing è un ottimo primo passo. Si possono scegliere, però, tutta una serie di corsi affini come le lauree in economia e management. Unicusano, per esempio, propone una laurea magistrale in Scienze economiche con curriculum in Mercati globali e innovazione digitale, che fornisce un bagaglio di conoscenze adeguate al contesto internazionale del web. Al di là del proprio titolo universitario, è comunque consigliabile l’iscrizione a un master post-laurea specifico per il ruolo.  

Presso l’Università Niccolò Cusano è attivo il master di I livello in Digital Marketing. Si tratta di un corso per laureati triennali della durata annuale con 1500 ore di didattica. Al termine del percorso, tra l’altro, è prevista una prova finale con rilascio del diploma.

Qui sotto, un elenco con alcune delle materie del master:

  • Elementi di marketing
  • SEO: motori di ricerca, ottimizzazione onsite e KPI
  • Offisite SEO: dall’audit all’ideazione di una campagna di link building
  • Destination Marketing: strategie e nuovi canali per promuovere il territorio (Social Media, content maketing e influencer marketing)
  • Digital marketing VS Web Marketing
  • SEM: fare pubblicità sui motori di ricerca
  • Programmatic Advertising DSP e Audience Buying
  • SMM: fare pubblicità sui canali social (Facebook, Instagram e altri)
  • Content marketing: scrivere per il web
  • Influencer marketing: come creare una strategia di successo
  • Web usability, Architettura e Strategy
  • Analytics: definizione dei KPI, obiettivi e monitoraggio
  • Comunicazione istituzionale: il caso della comunicazione sanitaria durante l’emergenza Covid

A completamento del percorso ci sono due workshop:

  • Inbound marketing e Marketing Automation – Nuove strategie digitali per Lead Generation ed e-commerce
  • Technical SEO Site Audit – Strumenti, case study e test pratico di analisi SEO di un sito web

Sei interessato a ricevere maggiori informazioni? Contattaci subito!

Credits: [garagestock]/Depositphotos.com

CHIEDI INFORMAZIONI

icona link