Studiare economia nel 2018: quali opportunità? Intervista a Mario Risso

Intervista Mario Risso

I Corsi di laurea dell’area economica sono tra i più richiesti dagli studenti.

Il percorso formativo legato a questi studi ha a che fare con l’economia, la finanza, il management e la giurisprudenza, in un mix di discipline volte ad offrire competenze altamente profilate.

Gli sbocchi lavorativi di una laurea in economia sono molteplici, dal commercialista al responsabile amministrazione, contabilità e bilancio all’interno di aziende o pubbliche amministrazioni.

Ma quali sono le opportunità che i corsi di laurea in economia di Unicusano offrono agli studenti e perché, nel 2018, un giovane dovrebbe scegliere di intraprendere questo percorso?

Lo abbiamo chiesto al Prof. Mario Risso, Preside della Facoltà di economia dell’Università Niccolò Cusano, nel corso di questa intervista.

Prof. Risso, potrebbe raccontarci brevemente la sua carriera?

Subito dopo la laurea scelsi di seguire un Master in Retail Management e iniziai a lavorare per un importante gruppo di grande distribuzione. Parallelamente vinsi un concorso per accedere al Dottorato di Ricerca in Banca e Finanza presso l’Università di Roma Tor Vergata.

Dopo due anni di studio e lavoro decisi di lasciare l’attività in impresa per dedicarmi completamente all’attività di ricerca recandomi in Francia e nel Regno Unito per completare la tesi di dottorato.

Nel 2006 divenni ricercatore universitario presso la Facoltà di Economia dell’Università di Roma Tor Vergata e nel 2011 vinsi un concorso divenendo Professore associato di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università Niccolò Cusano.

Nel 2014 ottenni l’abilitazione per professore ordinario di Economia e Gestione delle Imprese e divenni Preside della Facoltà di Economia presso l’Università Niccolò Cusano.

Cosa l’ha spinta ad intraprendere gli studi economici?

La volontà di contribuire a costruire la società coniugando creatività e razionalità.

C’è un argomento o una tematica particolare (es. libro pubblicato, intervista recente, studio o indagine a cui ha partecipato, progetto dell’Ateneo) che vorrebbe mettere in luce nell’ambito di questa intervista?

Tra i vari e gratificanti impegni in cui sono coinvolto, mi fa piacere segnalare il progetto per l’”Inserimento professionale dei giovani italiani nelle relazioni commerciali Italia – Iran” di cui sono Responsabile che è promosso dall’Università Niccolò Cusano è cofinanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Tale progetto è frutto dell’esperienza maturata nell’ambito del Master in internazionalizzazione delle imprese verso l’IRAN e i Paesi mediorientali e rappresenta un’ottima occasione per l’interscambio culturale e la crescita dei giovani che vi parteciperanno per meglio comprendere le dinamiche degli scambi internazionali in un’era di globalizzazione.

Il progetto consentirà a un gruppo di giovani italiani con forte attitudine a lavorare in un ambiente internazionale di vivere per un mese a Teheran e svolgere uno stage presso delle imprese/istituzioni iraniane.

La facoltà di economia suscita, ancora oggi, una forte attrattiva nei confronti degli studenti. Quali sono gli elementi di innovazione che il piano formativo Unicusano offre alle matricole?

La possibilità di studiare e interagire con un corpo docente giovane che è in grado di coniugare le teorie economiche con la realtà economico-sociale in forte e continuo divenire.

Le tecnologie e-learning offerte dal nostro Ateneo consentono agli studenti di sperimentare un’opportuna miscela di interazione/lavoro a distanza e in presenza che stanno progressivamente caratterizzando il mondo del lavoro e delle imprese.

L’accusa che viene più spesso rivolta all’Università è quella di non offrire abbastanza strumenti pratici per approcciarsi al lavoro. In che modo la facoltà di economia prepara i neolaureati nella ricerca e nell’inserimento professionale?

Oltre a promuovere progetti come quello precedentemente menzionato, l’Ateneo è impegnato a creare una rete di contatti con le imprese attraverso lo sviluppo dell’associazione Amici di Unicusano per favorire la ricerca scientifica e l’inserimento professionale dei giovani neolaureati.

L’Ateneo inoltre favorisce lo sviluppo dell’imprenditorialità dei giovani attraverso la promozione della competizione StartCup Lazio che mira a sostenere le idee imprenditoriali innovative e consente l’accesso al Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI-Cube).

In che modo la vostra offerta formativa risponde alle sfide del mondo lavorativo odierno?

Attraverso un’attenta costruzione dei corsi di laurea volta a favorire un’opportuna integrazione delle diverse discipline economiche, aziendali, matematico-quantitative e giuridiche necessarie per comprendere la realtà economica che circonda e in rapido cambiamento.

L’offerta formativa post-laurea è composta da molteplici corsi Master che forniscono una formazione focalizzata su temi di elevata attualità nei campi economici, sociali e giuridici.

Infine, l’offerta è arricchita dal Dottorato di ricerca in “Governance and Management for Business Innovation” che vede impegnati 17 dottorandi nello sviluppo delle proprie tesi di dottorato inerenti la tematiche dell’innovazione.

Questa intervista ha portato alla luce aspetti e peculiarità che caratterizzano l’offerta formativa dei corsi di laurea economici Unicusano.

Se desideri maggiori informazioni, non esitare a contattarci.

Per iscriverti ai nostri corsi di laurea, scrivici o chiama il numero verde 800.98.73.73