Come e perché conseguire una laurea in Giurisprudenza online

Corso di laurea in Giurisprudenza

Alla luce di una situazione occupazionale piuttosto delicata, sono in molti gli studenti che alla vigilia della scelta della facoltà si domandano se ha ancora senso conseguire una laurea in Giurisprudenza.

L’Italia è, notoriamente, un paese pieno di avvocati; i dati statistici per chi intende intraprendere la professione e raggiungere una buona gratificazione economica sono tutt’altro che incoraggianti, soprattutto se si considera l’iter per conseguire l’abilitazione.

Sappiamo anche che la facoltà esercita un forte appeal, sia dal punto di vista della gratificazione economica che personale e professionale.

Ecco quindi che si materializza il dubbio amletico: iscriversi o non iscriversi a Giurisprudenza?

Chiaramente la risposta è fortemente dipendente dalle ambizioni e dalle motivazioni personali, alle quali bisogna aggiungere una perfetta conoscenza dalla specializzazione, del percorso di studi e delle prospettive occupazionali.

In linea generale possiamo dire che la facoltà, a prescindere dalle tradizionali professioni legali per le quali il mercato risulta saturo ed estremamente competitivo, offre numerosi sbocchi lavorativi, che si materializzano sia in ambito pubblico che privato, sia a livello nazionale che europeo.

Se poi aggiungiamo alle opportunità lavorative una modalità formativa pratica, personalizzabile e di qualità, è facile comprendere che in realtà l’indirizzo giuridico rappresenta ancora una strada percorribile; e tra l’altro con buone prospettive di carriera.

Il presupposto fondamentale affinché la scelta risulti vincente è identificare un percorso attuale, aggiornato e in linea con le dinamiche e le evoluzioni del mercato.

Corso di laurea in Giurisprudenza

Il percorso di studi ad indirizzo giuridico attivato dall’università telematica Niccolò Cusano prevede una durata quinquennale, per un totale di 27 esami e 300 cfu (crediti formativi universitari).

Il titolo rilasciato dal corso di laurea online in Giurisprudenza è valido a tutti gli effetti di legge per cui ha pari valore di quello rilasciato dalle università statali.

Tra i plus del programma didattico rientra il livello di aggiornamento degli argomenti e degli approfondimenti, perfettamente allineati alle evoluzioni normative.
Si tratta quindi di un percorso che intende fornire ai corsisti una base solida nel campo del diritto, e più in generale della cultura giuridica.

Ecco nel dettaglio il piano di studi, con le relative materie:

Primo anno

  • Diritto privato
  • Istituzioni di diritto pubblico
  • Filosofia del diritto
  • Istituzioni di diritto romano
  • Economia politica

Secondo anno

  • Diritto commerciale
  • Diritto costituzionale
  • Diritto amministrativo I
  • Diritto amministrativo II
  • Diritto privato comparato

Terzo anno

  • Diritto tributario
  • Diritto civile
  • Diritto costituzionale comparato
  • Diritto ecclesiastico
  • Politica economica
  • Informatica
  • Materia a scelta

Quarto anno

  • Diritto processuale civile
  • Diritto dell’Unione Europea
  • Storia del diritto medievale e moderno
  • Diritto penale
  • Materia a scelta

Quinto anno

  • Diritto processuale penale
  • Diritto del lavoro
  • Diritto internazionale
  • Lingua straniera
  • Materia a scelta

La struttura del programma e gli argomenti in esso inseriti mirano ad erogare le competenze indispensabili per poter operare in ambito giuridico e per poter risolvere le relative problematiche.

Al termine del quinquennio i neo-laureati avranno acquisito una cultura giuridica di base sia nazionale che europea, oltre ad una serie di conoscenze storiche utili per la valutazione degli istituti del diritto positivo moderno.
Nel dettaglio, al conseguimento del titolo i corsisti avranno acquisito le capacità per:

  • Progettare e redigere atti giuridici, normativi, negoziali e processuali, adeguatamente argomentati
  • Gestire in maniera appropriata le capacità interpretative, di analisi casistica, di comprensione, di valutazione e di qualificazione per affrontare e risolvere le problematiche interpretative e applicative del diritto positivo
  • Utilizzare il lessico giuridico sia in italiano che in un’altra lingua dell’Unione Europea

Per l’iscrizione al corso non sono previsti vincoli temporali.

Il requisito per accedere al percorso giuridico è il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore, o di un titolo conseguito all’estero riconosciuto idoneo (art. 6 del DM n. 270 del 2004 e art. 5 del DM del 2005).

Per quanto riguarda il background formativo-didattico è richiesta una buona padronanza della lingua italiana e il possesso di un livello di cultura generale atto allo sviluppo delle capacità necessarie per argomentare in maniera logica nell’ambito disciplinare giuridico.

Per la verifica della preparazione iniziale è previsto un test di ingresso, svolgibile online sulla piattaforma telematica.
Eventuali carenze messe in evidenza dal test vengono comunicate agli studenti, ai quali vengono quindi assegnati i cosiddetti OFA (Obblighi Formativi Aggiuntivi), da assolvere entro il primo anno attraverso la frequenza di percorsi specifici.

Sbocchi di una laurea in Giurisprudenza

L’indirizzo giuridico è comunemente associato ad una carriera nell’ambito delle tradizionali professioni legali: avvocato, notaio, magistrato.

Il corso di laurea Unicusano prepara a tutti gli effetti alle professioni di avvocato, notaio, magistrato, garantendo allo studente le competenze e i requisiti per poter espletare l’iter per l’iscrizione all’albo: esame di stato, concorso pubblico e tirocinio.

Per chi invece non intende abilitarsi alle professioni legali esistono tante strade alternative, che afferiscono sia al settore pubblico che a quello privato.

Tra gli sbocchi lavorativi rientrano gli organismi istituzionali, gli organismi internazionali, il settore delle fondazioni e dell’associazionismo.

Una delle professionalità più appetibili attualmente, che garantisce un buon livello di occupazione sul mercato, è quella dell’esperto legale in impresa e in enti pubblici.
Si tratta di un profilo che trova impiego sia in aziende private che in organizzazioni e pubblica amministrazione, con funzioni che riguardano la gestione degli aspetti legali, l’assistenza per la corretta applicazione di leggi e regolamenti, la gestione delle problematiche giuridiche relative al personale, la rappresentanza e la difesa in contenziosi stragiudiziali e in sede processuale.

Un laureato in Giurisprudenza presso l’Unicusano possiede requisiti e competenze per poter ricoprire funzioni di elevata responsabilità nell’ambito delle attività sociali, socio-economiche e politiche; ma anche nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nel settore dell’informatica, nel settore del diritto comparato, nelle organizzazioni internazionali.

Metodologie didattiche

Con l’obiettivo di allinearsi alle esigenze di tutti i corsisti, la Niccolò Cusano rende fruibile la formazione attraverso diverse modalità didattiche.

A seconda delle preferenze, delle necessità e delle dinamiche pratico-logistiche, ogni studente può decidere liberamente attraverso quale metodologia conseguire la laurea.

Scopriamole insieme nel dettaglio, analizzandone caratteristiche e vantaggi.

Formazione in presenza

Il corso di laurea in Giurisprudenza Unicusano è fruibile attraverso la tradizionale formazione in presenza, erogata presso la sede centrale di Roma.

Strutturato sullo stile dei college inglesi, il campus universitario mette a disposizione degli studenti servizi didattici, di accoglienza e ricreativi di ogni genere.

I corsisti iscritti alla facoltà giuridica possono quindi usufruire della residenza, della mensa, del bar, delle strutture sportive, delle biblioteche e di tutti i servizi amministrativi erogati dagli uffici dislocati all’interno del complesso.

Per quanto riguarda l’erogazione delle lezioni, Unicusano dispone di aule e sale attrezzate con Lavagne Interattive Multimediali (LIM) che consentono la digitalizzazione dei contenuti, computer, videoproiettori, lettori DVD e televisori.

Formazione a distanza

Con l’obiettivo di rendere più agevole la formazione giuridica, di per sé complessa e impegnativa, anche a chi abita lontano dall’ateneo e a chi già lavora e si ritrova a dover conciliare studio e lavoro, Unicusano ha strutturato una pratica modalità formativa a distanza.

La metodologia didattica si avvale di una piattaforma telematica di ultima generazione, all’interno della quale è disponibile tutto il materiale didattico afferente il corso in Giurisprudenza.

Ecco nel dettaglio come funziona l’e-learning della Niccolò Cusano.

In fase di iscrizione ogni corsista riceve user name e password per accedere alla propria area riservata.
La piattaforma consente di scaricare il materiale didattico, disponibile in formato digitale, per poter preparare gli esami: e-book, slide, appunti, dispense e test di autovalutazione.

Lo strumento permette inoltre di accedere allo streaming delle video-lezioni e di partecipare, a distanza, a quelle in diretta, in video-conferenza.

L’accesso all’area riservata non prevede limiti o vincoli di accesso per cui ogni corsista può studiare quando e dove vuole; può ascoltare l’intera lezione, o parte di essa, più volte, così da migliorare il livello e la qualità dell’apprendimento.

Lo studente di Giurisprudenza iscritto presso l’Unicusano ha inoltre la possibilità usufruire del supporto didattico di tutor e docenti; in particolare sono previsiti: il ricevimento del docente, di 2 ore per due volte al mese, presso l’ateneo oppure attraverso la videoconferenza, e l’assistenza continuativa espletata tramite chat, forum e sistemi di messaggistica istantanea.

L’università telematica dispone inoltre di numerosi learning center, dislocati su tutto il territorio nazionale, presso i quali è possibile effettuare l’iscrizione al corso, ricevere assistenza e informazioni e in alcuni casi anche sostenere gli esami.

I vantaggi

Frequentare un corso di laurea in Giurisprudenza online significa avere la possibilità concreta di risparmiare tempo, denaro ed energie.

L’impostazione personalizzata dell’apprendimento consente di studiare comodamente da casa, senza vincoli di orario.

Non essendo previsti obblighi di presenza in aula per seguire le lezioni vengono tagliati tutti i costi relativi a trasferte, spostamenti ed eventuali vitto ed alloggio per i fuori sede.

Rientra nell’ambito del risparmio economico anche l’eliminazione delle spese relative ai libri di testo, presenti all’interno della piattaforma per cui inclusi nella retta annuale.

Dal punto di vista pratico il modello formativo è perfettamente compatibile con un impiego.
La flessibilità dell’e-learning consente di conciliare lo studio con gli impegni lavorativi, per cui risulta perfetto anche per chi già lavora.

Se desideri ricevere ulteriori info e dettagli sul corso di laurea in Giurisprudenza e sull’innovativa modalità didattica e-learning contattaci attraverso il modulo che trovi cliccando qui!