Poche lauree scientifiche delle donne? Non ditelo all’università UniCusano

Lauree scientifiche donne

In Italia esistono ancora tanti gap culturali. Uno dei più evidenti e squalificanti è quello legato alla scarsezza delle lauree scientifiche delle donne. Perché accade questo? Come viene vista la situazione dal mercato del lavoro? In Europa le questioni sulle lauree scientifiche delle donne girano in modo diverso? Tutte le risposte a questi quesiti ma, soprattutto, al modo in cui affronta l’università UniCusano, le avrete soltanto continuando a leggere.

Come spiega il blog di settore Universitàtelematica.it, esiste nella formazione targata Italia un dato sconcertante legato alle lauree scientifiche delle donne. Solo lo 0,3% delle laureate possiede un titolo di studi in scienze tecnologiche. Un numero davvero esiguo e molto imbarazzante. Ma non è che fuori dai confini l’aria per le lauree scientifiche delle donne tiri meglio. In Germania, da sempre caposquadra del continente e nonostante una Merkel laureata in Fisica, la percentuale sale appena all’1,4%. Per fortuna non stanno tutti con le mani in mano. L’associazione Valore D, infatti, vuole porre rimedio a questa situazione sulle lauree scientifiche delle donne. Durante il convegno “Donne, scienza e tecnologia, un’opportunità per l’Italia”, alla presenza del ministro Carrozza, ha espresso la ferma volontà di seguire in prima linea la promozione del programma ministeriale sulle lauree tecnico-scientifiche finalizzato a rafforzare i rapporti tra scuola, università e mondo del lavoro. Si tratta di non pochi soldi: se, infatti, l’anno scorso il programma è stato finanziato con la cifra di 1 mln di euro, ora il fondo sarà raddoppiato consentendo l’istituzione di laboratori di orientamento per la promozione di corsi di laurea in chimica, fisica, matematica ed ingegneria. Il problema delle lauree scientifiche delle donne non se lo pone però solo l’associazione Valore D. Anche l’università UniCusano apporta concretezza al tema attivando un nuovo corso di laurea in Ingegneria con tutta una serie di specializzazioni ad hoc per far sì che si esca competitivi sul mondo del lavoro.  Se l’obiettivo sociale dichiarato è quello di aumentare la percentuale di lauree scientifiche delle donne può essere davvero di grande aiuto il metodo eLearning dell’università UniCusano che consente grande risparmio e grande agilità e quindi che rende più accessibili studi scientifici anche a donne, come giovani mamme o lavoratrici, che usualmente avrebbero difficoltà ad investire sul proprio futuro.
Se poi volete maggiori informazioni sull’università UniCusano, oltre al ricco sito, vi consigliamo di leggere con continuità il BLOG di UNICUSANO dove sono presenti tanti topic sulle attività più recenti del mondo accademico e della vita degli studenti. In alternativa potete andare sul form https://www.unicusano.it/contatti-universita.