Le migliori app per lo studio da casa

App Unicusano

Ben ritrovati sul Blog dell’Università Telematica Niccolò Cusano di Roma. Oggi vedremo quali sono le migliori app per chi studia da casa online.

Tutti gli studenti dell’Università Telematica di Roma che seguono i corsi di laurea online e i master online Unicusano troveranno sicuramente un grande aiuto in queste piccoli grandi assistenti allo studio.

I vantaggi dello studio online, infatti, giacciono soprattutto nella possibilità di organizzare l’attività accademica in maniera indipendente e personalizzata, studiando da casa, o da un qualsiasi altro luogo, che permette quindi di articolare i propri impegni, le proprie lezioni e le proprie ore di studio da casa a seconda delle proprie esigenze. Questo ovviamente presuppone anche avere grande autodisciplina e magari avere bisogno di qualche aiuto in più nel pianificare le proprie giornate e il proprio studio.

Parliamo di app che aiutano a studiare, ad esempio, come anche app che aiutano ad organizzare i propri impegni, app per vivere in maniera sana e regolare e, in generale, app per gli studenti universitari che vogliono raggiungere con successo i loro obiettivi.

La tecnologia viene quindi ancora una volta in aiuto degli studenti Unicusano, che grazie ai loro smartphone, tablet e computer potranno crearsi le condizioni per studiare al meglio. Si tratta ovviamente di app perfette anche per chi si chiede come conciliare studio e lavoro, oppure come fare a lavorare e essere genitori allo stesso tempo.

Le migliori app per lo studio da casa

  • GoogleDrive – Ma se una cosa vuole essere fatta davvero bene e se si voglio condividere non solo le note, gli appunti o l’agenda, ma tutto il proprio computer, i propri file, i propri document e intere cartelle, allora una app “leggera” non basta. Serve una specie di hard disk condiviso, che però sia accessibile sempre da tutti e da qualsiasi dispositivo connesso alla rete. Parliamo di Google Drive, una grande area cloud dove si possono caricare i file che si preferisce, creare documenti di lavoro e fogli excel, e in generale lavorare come se fosse un desktop online. Si possono poi condividere i propri documenti con altre persone e restare sempre aggiornati quando gli stessi vengono modificati e aggiornati. L’unica clausola: tutti devono avere un account Gmail.
  • Sleep Better – Si sa, il riposo è una parte fondamentale dello studio e del lavoro. Se non si riposa bene, la produttività non fa che peggiorare, i nervi salgono a fior di pelle e si rischia, app o non app, di perdersi per strada. Una mano in questi casi, quindi, può sempre far comodo. Sleep Better è un’applicazione che vi aiuta a migliorare il vostro sonno, a monitorarlo, a capire se state dormendo la giusta quantità di ore e soprattutto le giuste ore (non tutte le ore della notte hanno lo stesso potenziale a livello di riposo), come anche a svegliarvi di buon umore grazie a sveglie particolarmente dolci ed invitanti. Il tutto verrà poi racchiuso e analizzato in statistiche che possono aiutarvi a migliorare le vostre abitudini.
    A questo punto è doveroso fare un piccolo inciso: è assolutamente fondamentale non solo dormire bene, ma anche mangiare bene e fare sport, due componenti fondamentali quando si tratta di produttività. Questo perché una vita sana aiuta a gestire meglio, se non addirittura azzerare i livelli di stress e favorire la concentrazione e la lucidità mentale.
  • Pocket – Quante volte durante il viaggio in treno da un posto all’altro, oppure durante una breve pausa prima di rimettervi a lavoro su una consegna importantissima vi siete imbattuti in una pagina web, un articolo, un post o una qualsiasi altra entità telematica che avete ritenuto molto utile e interessante magari per il vostro studio, o il vostro lavoro, ma non sapevate come “farci l’orecchia” per poi ritrovarla? Pocket vi permette proprio di fare questo, ma non solo. Sincronizzerà per voi la pagina su tutti i vostri dispositivi, così da permettervi di ritrovarla in ogni momento, andandola a pescare da un archivio cloud illimitato e gratuito. Funziona su tutti i sistemi operativi e, una volta salvata, la pagina di vostro interesse diventa disponibile anche offline, così da poterla consultare anche in aereo, oppure in treno, là dove il segnale è meno forte. Ciliegina sulla torta: la sintesi vocale. Se siete stanchi di leggere o di guardare uno schermo, potrete sempre chiedere a Pocket di sintetizzarvi a voce il contenuto che avete salvato. Già vi piace, vero?
  • CamScanner – Quante volte vi è successo di vedere un documento cartaceo pieno di informazioni utili e volerlo rendere un documento multimediale, cosa che si può fare, ad esempio, con uno scanner? Beh, la buona notizia è che non serve per forza girare con un macchinario del genere al seguito, o poter realizzare la scansione solo tramite desktop: con CamScanner il vostro cellulare diventerà anche il vostro scanner. Basterà fare una foto al documento in questione, delineare con precisione le parti da scannerizzare e clickare su ok. I documenti si possono convertire sia in formato .jpg sia in formato .pdf a seconda della necessità e inviarli via mail o via messaggi a chi di dovere. Di certo uno strumento utilissimo sia per studiare meglio, che per lavorare.
  • iSource MLA – Il terrore di ogni studente sono proprio loro, le bibliografie, ognuna con il suo stile richiesto e ben specifico, ma soprattutto ognuna davvero lunga e difficile da scrivere. È forse uno degli aspetti dello studio che succhia via più tempo e che però, se non fatto a dovere, può penalizzare moltissimo. Questa app intende proprio essere la salvezza in merito e aiutare lo studente a scrivere la bibliografia senza sbagliare, ottimizzando al massimo i tempi e senza dimenticarsi nessun elemento fondamentale. Grazie ad iSource MLA, la formattazione delle bibliografie diventerà un gioco da ragazzi. Piccolo suggerimento per studiare meglio: nonostante l’aiuto di quest’app, è comunque buona norma scrivere la bibliografia di ogni fonte che si usa in corso d’opera e non al termine di tutto, affrontando anche il grande lavoro di recupero di ogni fonte che si è deciso di utilizzare. Anche questa buona abitudine vi aiuterà a risparmiare tantissimo tempo.app per studiare meglio online
  • Sunrise Calendar – Quanti calendari, agende e liste di impegni avete sparse tra i vostri vari dispositivi e il vostro mondo online ed off line? E se ci fosse un’app che vi permette di unire tutto in un unico grande agenda-calendario con un solo “tap”? Sunrise Calendar permette proprio di fare questo, unendo tutti gli impegni e le partecipazioni che avete annotato sulle varie app e sui vostri vari canali di lavoro e svago. In questo modo, non dovrete preoccuparvi anche di questo e potrete affidarvi ad una sincronizzazione davvero impeccabile, che include scadenze, compleanni, cene e impegni suggeriti da altri.
  • Dropbox – Forse in molti già la conosceranno, ma per chi non sa di cosa stiamo parlando, sarà una piacevolissima scoperta. Tra le app migliori per studiare da casa abbiamo anche questo grande bacino di raccolta dati non solo per poter salvare i propri lavori, i propri file e in generale il proprio materiale di studio e/o di lavoro, ma anche per condividerlo con altri colleghi, siano essi di lavoro o di università, portando sempre tutto con sé. Niente pesi e nessun cavetto, nulla che si possa rompere, scaricarsi o smettere improvvisamente di funzionare. Sarà come avere un dispositivo in più su cui lavorare, modificando anche documenti di lavoro, categorizzando i vari contenuti e tenendo sempre tutto ben in ordine. Inutile dire che durante lavori di gruppo e progetti di studio molto grandi si tratta davvero di un’app molto utile e salvifica.
  • WeTransfer – In questo caso non si tratta propriamente di un app, bensì di un sito web che può risolversi in un grandissimo aiuto quando si tratta di inviare file troppo pesanti senza però voler pagare nulla per poterlo fare, come avviene nelle versioni Pro di molte delle migliori app gratuite per studenti. Basterà uploadare i file che si desidera condividere con un amico, inserire la mail dell’interessato e la propria, cliccare su invio, e il gioco è fatto. Senza bisogno di utilizzare pennette USB, o di incontrarsi, We Transfer è il modo perfetto per trasferire file e documenti tra più dispositivi, in maniera facile, veloce e gratuita.
  • Duolingo – Quest’app è perfetta quando si parla di apprendere una seconda lingua, cosa fondamentale per tutti gli studenti Unicusano. L’apprendimento di almeno una seconda lingua parlata all’interno dell’Unione Europea è infatti uno dei capisaldi di tutti i corsi universitario online a Roma proposti dall’Università Telematica Niccolò Cusano. Ovviamente, non si tratta di un’impresa facile per tutti: sono molti coloro che hanno difficoltà a ricordare termini, coniugazioni e il famigerato spelling. Grazie a quest’app tutto sarà più facile e intuitivo. Il tutto avviene anche in maniera divertente, strutturando ogni lezione come un gioco, così da rendere più leggero l’apprendimento, tra momenti di conversazione, materiale di studio, scambio in lingua e anche la possibilità di contattare tutti gli altri utenti.
  • Redooc – E se invece sono i numeri il vostro dramma, un’app che dia un aiuto con la matematica è proprio Redooc, che aiuterà anche coloro che hanno più difficoltà con questa materia. Parliamo ovviamente di un’app molto semplice da usare, per non rendere il tutto ancora più complicato e poco piacevole. Al suo interno potranno essere trovati tanti video e tante lezioni di spiegazione e ripasso, esercizi da svolgere per fissare meglio i concetti e un sussidiario delle formule e dei concetti più importanti da tenere sempre sotto mano, così da poter sempre contare su un valido sostegno quando non ci si ricorda qualcosa. Sarà possibile trovare al suo interno tutte le materie STEM, cioè Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica, dunque è perfetta per tutti gli studenti che hanno a che fare più o meno da vicino con queste materie e con qualche esame un po’ più complesso.
  • Mindomo – Tra le app per studiare meglio c’è infine Mindomo, davvero utilissima quando si tratta di formulare delle mappe concettuali per potersi ricordare meglio ciò che si è appena studiato, oppure per ripassare più velocemente prima di un esame. Grazie a quest’app sarà molto più facile memorizzare tutte le proprie conoscenze, e a saltare da un argomento all’altro durante i momenti di studio più importanti, in cui per capire un nuovo concetto bisogna fare per forza riferimento a qualche altra nozione. Una mano certa, che vi aiuterà insieme alle piattaforme telematiche Unicusano a rendere il vostro studio più semplice e più chiaro, a schematizzare ciò che avete appreso e a comprenderlo realmente con più facilità. È ottima soprattutto per chi sfrutta la memoria visiva.

Il supporto Unicusano

Ovviamente, se avete difficoltà a trovare un valido modo per organizzare il vostro studio e la vostra vita, o in generale volete un supporto e un consiglio su come organizzare al meglio la vostra attività accademica, l’Università Telematica Niccolò Cusano mette a vostra disposizione un intero team di supporto, tra staff e dispositivi per l’apprendimento.

In primis, le piattaforme telematiche, a cui potete accedere in ogni momento e da qualsiasi dispositivo connesso alla rete. Qui saranno presenti tutte le lezioni online e tutto il materiale di studio, di cui potrete usufruire a seconda del vostro bisogno.

Per un valido supporto per chi studia online c’è poi la figura del tutor personale, che assicura il suo sostegno e la sua presenza allo studente sia in maniera telematica che di persona, aiutandolo nel redigere il piano di lavoro più adatto alle sue esigenze e in generale organizzare la propria vita universitaria al meglio.

Per tutti gli studenti della Cusano è disponibile l’app Unicusano. Scaricabile su play store di android o su apple store per ios!