Il master in Antiterrorismo per chi lavora nelle Forze Armate.

Ormai, gli scontri e gli attacchi che portano il marchio del terrorismo internazionale avvengono all’ordine del giorno, incalzando la sicurezza internazionale a prendere le giuste e dovute misure non tanto per combatterli, quanto per prevenirli e sventarli. Si tratta di una priorità a livello internazionale, che vede coinvolti moltissime figure professionali.

Per chi lavorasse all’interno delle Forze Armate e fosse interessato a specializzarsi in questo specifico settore, l’Università Telematica Niccolò Cusano di Roma propone un master online specifico e dedicato in Antiterrorismo Internazionale, svolto in partnership con l’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausialiarie (IsAG). Il master è, appunto, rivolto esclusivamente alle seguenti categorie: appartenenti alle Forze dell’Ordine e alle Forze Armate, Magistrati, Funzionari Pubblici della Presidenza del Consiglio, del Ministero degli Interni e del Ministero della Difesa, Ricercatori, Studiosi, Analisti di sicurezza interna, antiterrorismo, intelligence e politica internazionale, Giornalisti, Operatori privati nel settore della sicurezza e Neolaureati in materie giuridiche e umanistiche.

Si tratta di un master che mira a fornire tutte le conoscenze e competenze di analisi, previsione e gestione necessarie per operare nell’ambito dell’Antiterrorismo Internazionale.

Erogato in modalità blended, questo corso di studi è particolarmente adatto anche per chi appunto, già lavoratore professionista avviato nella propria carriera, abbia bisogno di conciliare studio e lavoro. Grazie alle piattaforme telematiche, infatti, lezioni e materiale didattico sono disponibili 24 ore su 24, rendendo possibile un’organizzazione completamente autonoma della propria attività accademica.

Per maggiori informazioni in merito, non esitate a chiedere subito qui: il nostro staff è a vostra completa disposizione.

L’approccio di questo master sarà fortemente interdisciplinare, rispondendo alla necessità di comprendere a fondo non solo le dinamiche, ma le ragioni che portano allo sviluppo del terrorismo. Non si tratterà dunque solo di sicurezza internazionale, ma anche di argomenti di carattere più storico, culturale, sociale, psicologico e ambientale.