E’ ufficialmente iniziata l’era dell’Unicusano Ternana

Unicusano Ternana

E’ iniziata ufficialmente ieri l’era dell’Unicusano Ternana. Con una conferenza stampa di presentazione a Terni l’Università Niccolò Cusano ha esposto il proprio progetto sportivo. Calcio e ricerca scientifica continueranno a camminare in simbiosi. Con un obiettivo ambizioso: la qualificazione ai play off già nel prossimo campionato. 

UNICUSANO TERNANA, PROGETTO FANTASTICO

All’interno dell’hotel Garden il dottor Stefano Ranucci, nuovo Presidente dell’Unicusano Ternana, ha illustrato quali sono i progetti dell’Università Niccolò Cusano a Terni. “Il nostro obiettivo  è arrivare ai play off. Vogliamo creare un gruppo ambizioso, una squadra che sia un mix tra giovani ed esperti. Il nostro allenatore sarà Sandro Pochesci, mentre il nostro direttore sportivo sarà Luca Evangelisti. L’Università Niccolò Cusano, quando decide di mettersi in gioco, lo fa sempre con l’idea di vincere. Anche a Terni porteremo questo spirito”.

TANTI APPLAUSI DAI TIFOSI

Diversi gli applausi dei tifosi umbri in questa giornata di presentazioni in casa Unicusano Ternana.  Il primo sa di liberazione e arriva quando il presidente Ranucci dice: “Non sarei venuto a Terni se prima non avessi ricevuto questa: l’ok della banca per la fideiussione. E’ l’ultima e-mail che mi è arrivata ora sullo smartphone, se volete potete anche avvicinarvi e vederla”. Il Presidente, Stefano Ranucci, ha spiegato quanto il progetto accademico possa rivelarsi interessante: “Vogliamo assolutamente tutti calciatori italiani. Questa è la nostra filosofia. Ma non per ragioni discriminatorie, ma perché siamo convinti che possiamo raggiungere buoni risultati anche con calciatori del nostro Paese. Il ritiro inizierà i primi di luglio. E abbiamo scelto di andare a Norcia, anche per dare un segnale forte alle famiglie colpite dal terremoto”.

CALCIO E RICERCA SCIENTIFICA

Anche con l’Unicusano Ternana, c’è da scommetterci, continuerà il binomio vincente che proprio l’Università Niccolò Cusano ha introdotto nel sistema calcio italiano. Quello tra pallone e ricerca. E’ importantissimo, fondamentale: associare al gioco più amato dagli italiani dei messaggi che possano andare oltre un semplice rettangolo verde, che non si esauriscano in 90 minuti di partita, che possano sensibilizzare tutti gli appassionati su tematiche tanto importanti quanto trascurate. Dare voce a chi voce non ha. Il viaggio dell’Unicusano Ternana è appena iniziato. Ma, c’è da scommetterci, andrà lontano.