La differenza di guadagno tra lavoratori laureati e non laureati sarà sempre più marcata

Corsi di laurea in presenza

I laureati guadagnano più degli altri. Negli ultimi quarant’anni il divario non ha fatto che crescere ed in futuro sarà ancor più marcato.

Un articolo scritto poche settimane fa dalle brillanti penne degli economisti Daron Acemoglu e David Autor sottolinea la crescente divergenza retributiva tra lavoratori dotati di differenti livelli d’istruzione.

Negli ultimi 40 anni i salari settimanali dei diplomati si sono ridotti, mentre quelli dei laureati non hanno subito riduzioni. I lavoratori con un’istruzione universitaria, in altre parole, hanno fotografato un significativo progresso nei loro guadagni, che è stato ancor più grande per coloro che hanno completato la formazione di laurea.

Ma c’è di più, l’aumento del costo relativo dei lavori altamente specializzati, arriva in un periodo in cui anche l’offerta è aumentata.

La combinazione di un alto salario con un’offerta crescente punta inequivocabilmente ad un aumento della domanda relativa di lavoro qualificato.

Considerando che chi ha una minore istruzione aveva già da prima un salario più basso, questo cambiamento tecnologico non ha fatto altro che aumentare la disuguaglianza nei redditi complessivi.

Seppur l’istruzione non possa essere definita come sinonimo assoluto di abilità, ne è però il correlato più facilmente misurabile. Per questo, quindi, l’analisi dei due economisti suggerisce che la domanda per lavoratori altamente qualificati sia aumentata più velocemente dell’offerta.

Una laurea, dunque, rappresenta il miglior investimento su sé stessa che una persona possa fare. Anche dopo aver trovato lavoro, per coltivare ambizioni di guadagni e successi professionali sempre più importanti.

Non perdere altro tempo. Ottieni ulteriori informazioni cliccando qui