Le start up decollano: ecco come lavorarci!

Si mantengono su piccoli numeri, ma le start up innovative in Italia, come nel resto del mondo, sembrano crescere sempre di più e creare sempre più posti di lavoro. Iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese, queste piccole aziende sono società di capitali o cooperative, oppure società europee con sede fiscale in Italia e hanno come missione principale lo sviluppo, la produzione e il business di prodotti o di servizi hi-tech innovativi.

E per quanto detta così sembri facile ideare, aprire e gestire una start up, in realtà richiede molta più competenza e spirito innovativo di quanto si possa pensare. Al primo posto, sono richiesti infatti ingegneri e laureati in economia, che abbiano forti basi e conoscenze in questo ambito e che sappiano come far decollare un’impresa, seppur piccola e magari territoriale. Senza contare l’importanza che la telematicità ha raggiunto in tutte le aziende italiane e mondiali, in primis quando si parla di start up innovativa.

Ecco perché, visti i requisiti, l’Università Telematica di Roma Niccolò Cusano si propone come una delle migliori università dove studiare per lavorare in questo settore. Oltre ai suoi tanti e specializzanti corsi di laurea online in Ingegneria ed Economia, propone anche moltissimi master online e corsi di aggiornamento professionale dedicati proprio a questo settore lavorativo e che rappresentano il perfetto mix tra qualità accademica e innovazione.

Inoltre, la modalità blended con cui tutti i percorsi di studio vengono svolti, grazie alle piattaforme telematiche Unicusano, permettono un metodo di studio assolutamente al passo coi tempi e indipendente, che già nella sua natura prepara alla telematicità delle aziende stesse.

Si tratta inoltre di corsi di studio spiccatamente job oriented, grazie ai tanti workshop, seminari, tirocini e simulazioni, nella consapevolezza di quanto sia importante avere una concreta opportunità di lavoro al termine dei propri studi.

Se volete saperne di più, basta chiedere qui maggiori informazioni. Per tutto il resto, vi aspettiamo puntuali sul Blog di Unicusano: a presto! 🙂