Istruzioni sulle modalità di pagamento della retta universitaria

Modalità di pagamento della retta universitaria

Facciamo un passo in avanti. Avete conosciuto il mondo dell’università Niccolò Cusano, ve ne siete innamorati ed avete deciso quale corso di laurea fosse quello giusto per voi. Tutto bene. Ora però dovete assolutamente concretizzare questo iter. Come? Procedendo per bene con le modalità di pagamento della retta universitaria. Riuscirci è facile e ben lontano dalle procedure burocratiche di molti altri competitors perché, fin da questa prima fase di approccio, l’università Niccolò Cusano si vuole presentare per quello che è e cioè un luogo dove la vita dell’ateneo è facile e non complessa. Ecco quello che c’è da sapere sulle modalità di pagamento della retta universitaria.

Lo sapete già no? Che all’università Niccolò Cusano i corsi di laurea li potete scegliere da sei aree tematiche e che i servizi collaterali sono molti e tutti improntati a rendere la vita dello studente in discesa. Saprete anche che non sono previste sorprese per voi perché il costo all’anno di questo percorso di studi è all-inclusive, dove per all-inclusive si intendono anche i libri e, più in generale, tutto il materiale didattico. Se siete arrivati fin qua, d’altronde, vuol dire che avete fatto tutte le vostre belle ricerche e che ogni cosa è andata a buon fine. Ora dovete passare all’azione e cioè alle modalità di pagamento della retta universitaria. Fedele alla sua filosofia di fondo di semplificare ciò che è semplice e non viceversa, l’università Niccolò Cusano propone ai suoi ragazzi ben tre modalità di pagamento della retta universitaria. Eccole:

–  PAGAMENTO TRAMITE RID – BANCARIO
Prevede il versamento della retta di 5 rate mensili consecutive di pari importo;

–  PAGAMENTO TRAMITE RID – POSTALE
Prevede il versamento di 5 rate mensili consecutive di pari importo;

–  PAGAMENTO TRAMITE BONIFICO BANCARIO
Prevede il versamento della retta in un’unica soluzione all’atto dell’iscrizione oppure in due soluzioni di pari importo a distanza di 30 giorni l’una dall’altra.

Tutto molto chiaro, anche il fatto che la spesa complessiva sia pari a € 2.400,00 oltre all’imposta di bollo (una tantum) da affrancare alla domanda di iscrizione. Altro da chiedere? Eccovi qua l’apposito form informativo.