Neolaureato in economia? Ecco 7 buoni motivi per scegliere un master in finanza

motivi per scegliere un master finanziario

In un mercato complesso e globalizzato la finanza assume un ruolo sempre più rilevante nell’ambito di qualsiasi sistema economico; ecco perché, oggi più di ieri, sono individuabili tanti buoni motivi per scegliere un master finanziario.

Per quanto esistano corsi di laurea in economia in grado di erogare una preparazione completa e attuale, essi non riescono a garantire il livello di specializzazione richiesto per fare carriera nel mondo della finanza.

I settori lavorativi, in particolare quelli bancari e finanziari, sono alla costante ricerca di profili altamente competenti e specializzati, capaci di inserirsi rapidamente in un contesto operativo.

Perché scegliere un master in finanza: 7 motivi per specializzarsi

I master in finanza si rovolgono principalmente ai laureati in discipline economiche e giuridiche, ma anche ai professionisti (ad es. commercialisti e giuristi) che intendono riqualificare e/o aggiornare il proprio know how.

Nel corso di questo post ti forniremo 7 buoni motivi per scegliere un master finanziario, approfondendo nello specifico i vantaggi in ottica occupazionale di una specializzazione post-laurea.

Per rendere completo l’articolo abbiamo selezionato alcuni percorsi di specializzazione afferenti le discipline finanziarie che permettono di acquisire un know how attuale e completo, spendibile sia nei settori pubblici che in quelli privati.

1 – Specializzarsi in una disciplina attuale e versatile

Specializzarsi nel campo della finanza significa acquisire una professionalità versatile, spendibile in svariati settori del mercato.
Infatti, all’interno dell’attuale sistema economico la disciplina gioca un ruolo di prioritaria importanza.

Per comprendere fino in fondo le potenzialità della specializzazione è d’obbligo capire cosa studia la materia e in quali ambiti può essere applicata.

Partiamo dalla definizione di Wikipedia:

“La finanza è la disciplina economica che studia i processi e le scelte di investimento e finanziamento …”

In altre parole si tratta della disciplina che studia i processi e le strategie attraverso le quali imprese, governi e singoli individui gestiscono i flussi monetari, ovvero gli investimenti e i finanziamenti in determinati sistemi.

Per approfondire ulteriormente: per ‘finanziamento’ si intende la cessione di una somma di denaro legata al vincolo della restituzione, che a seconda dei casi può essere dello stesso valore o di un valore maggiore.
Per ‘investimento’ si intende invece l’attività finanziaria finalizzata ad incrementare un capitale.

La materia si presenta piuttosto complessa; per comprenderla è richiesta l’acquisizione di nozioni e competenze specifiche, affiancate dalla padronanza di un peculiare linguaggio tecnico.

Trattandosi di una scienza complessa la finanza può essere suddivisa in varie branche.
A seconda dei soggetti economici interessati può essere suddivisa in finanza personale, finanza aziendale e finanza pubblica.
A seconda al comportamento dei soggetti sul mercato può esere suddivisa in finanza cognitiva/comportamentale e finanza etica.

2 – Emergere sul mercato del lavoro

La crescente complessità del mercato del lavoro determina la richiesta di profili altamente qualificati.

La formazione universitaria riesce a garantire le basi sulle quali costruire poi una carriera di successo nel mondo della finanza; ma si tratta di basi tendenzialmente stadard, che raramente consentono di emergere e farsi notare dai recruiter.
Ecco perché il conseguimento di una laurea, in economia o in quasiasi altro indirizzo, non è sufficiente per crescere professionalmente.

Tra l’altro, bisogna sottolineare il fatto che gran parte dei corsi di laurea sono ancora legati ad una formazione prevalentemente teorica, mentre la richiesta proveniente dal mercato si orienta esclusivamente verso profili in possesso di esperienza, ovvero di una preparazione tendente all’operatività.

3 – Acquisire una preparazione specifica

Come accennato nel corso del precedente paragrafo i corsi di laurea si focalizzano su programmi che approfondiscono l’indirizzo di studi ad un livello ‘generico’.

Se ad esempio prendiamo in considerazione l’indirizzo economico ci rendiamo conto che affronta le principali discipline economiche senza scendere nel dettaglio di specifiche funzioni o contesti operativi.

Un master in finanza consente di acquisire competenze più approfondite e specifiche afferenti a determinati settori di attività.

4 – Acquisire una preparazione operativa

Un altro motivo estremamente valido per scegliere un master in finanza dopo il conseguimento di una laurea riguarda l’aspetto pratico della preparazione.

Come già evidenziato nei precedenti paragrafi la teoria rappresenta ‘soltanto’ la base di un know how da professionista.  La pratica è ciò che realmente consente di accedere al mondo del lavoro.

Potremmo quindi dire che il master rappresenta una sorta di connessione tra la teoria e la pratica.
La specializzazione post-laurea consente di conseguire una professionalità orientata al mondo del lavoro, dal punto di vista operativo, grazie ad un approccio pratico alle dinamiche e ai meccanismi del settore cui fa riferimento.

Inoltre, tutti i percorsi di specializzazione prevedono un periodo di stage e attività formative presso aziende e realtà operative attive sul mercato.

Il master in finanza consente quindi di acquisire le skills realmente richieste dal mercato del lavoro.

5 – Raggiungere una buona gratificazione economica

La laurea è la base di partenza indispensabile per lavorare nel mondo della finanza; il master è lo strumento che consente di migliorare le prospettive di crescita professionale.

La specializzazione è la chiave per poter raggiungere livelli retributivi più alti e per conquistare una buona gratificazione economica.

I dati riportati nel rapporto di AlmaLaurea confermano il fatto che con il master si guadagna di più (circa il 37% in più rispetto a quanto percepito con una laurea magistrale).
Inoltre un iscritto al master su 5 trova lavoro nella realtà operativa presso cui ha svolto il tirocinio.

6 – Aggiornare il know how

Il campo della finanza in generale, e quello delle banche in particolare, è costantemente interessato da mutamenti; cambiamenti determinati da crisi finanziarie, eventi economici ed evoluzioni digitali.
Ciò significa che è necessario acquisire un kow how attuale e aggiornato, ovvero una professionalità in grado di adeguarsi rapidamente ai cambiamenti.

Oggi, ad esempio, per lavorare nel settore bancario bisogna conoscere le evouzioni normative e padroneggiare il sistema dell’home banking relativo alle operazioni telematiche.

In sintesi, chi opera nell’ambito di un determinato mercato finanziario deve conoscerne le regole e le strutture organizzative.

master in finanza
Credits immagine: DepositPhoto.com/donscarpo

7 – Ampia proposta di specializzazioni

Concludiamo il post con l’enorme varietà di corsi post-laurea ad indirizzo finanziario attualmente presenti sul mercato.
La proposta formativa relativa ai percorsi di specializzazione afferenti il mondo della finanza consente di assecondare qualsiasi ambizione professionale.

Il neo-laureato intenzionato a completare e approfondire la propria preparazione universitaria ha la possibilità di scegliere il campo disciplinare, ovvero il settore specifico in cui intende specializzarsi.

Di seguito abbiamo selezionato alcuni dei master finanziari presenti nella proposta dell’università telematica Niccolò Cusano. Analizziamone brevemente caratteristiche e potenzialità.

Master in Banca e finanza

Il master in Banca e finanza è un corso post-laurea di II livello che mira a formae professionisti in grado di operare nell’universo bancario/finanziario.

Il piano di studi approfondisce argomenti che riguardano l’attuale sistema bancario, la corporate finance, il risk management e i mercati.

Al conseguimento del titolo il laureato avrà la possibilità di accedere ai seguenti settori:

  • Pianificazione e controllo
  • Risk management
  • Risorse umane
  • Marketing
  • Relazioni esterne
  • Area business (crediti e finanza)

Master in Banking e risk management

Il master in Banking e risk management è un corso post-laurea di II livello, afferente l’indirizzo economico, che si focalizza principalmente sul mercato del credito, nazionale ed internazionale, e sugli strumenti pratici della finanza.

La specializzazione si allinea perfettamente alle trasformazioni dei settori bancario e finanziario determinate dalla crisi e dalle evoluzioni normative, per cui garantisce una preparazione fortemente orientata al mercato del lavoro.

Il programma ruota intorno ad argomenti che riguardano l’analisi del rischio, i fondamenti dell’intermediazione finanziaria, il sistema bancario internazionale, l’econometria finanziaria, la statistica dei mercati finanziari, la gestione dei derivati e la regolamentazione bancaria italiana ed internazionale.

Master in criminologia finanziaria

Tra i percorsi di specializzazione di II livello rientra anche il master in Criminologia finanziaria, nell’ambito del quale vengono affrontati i crimini economici che hanno un forte impatto sull’economia.

Il programma approfondisce i fenomeni criminosi nelle varie dimensioni, per cui giuridica, psicologica, sociale ed antropologica.

Il master mira quindi a formare professionisti di alto livello in possesso delle conoscenze e delle competenze per poter contrastare i crimini di natura finanziaria.

Master in Diritto antitrust e della regolazione dei mercati

Il master in Diritto antitrust e della regolazione dei mercati si rivolge a tutti i laureati che operano o che intendono operare nel settore del diritto antitrust.

Il programma di studi fornisce ai corsisti un quadro dettagliato della disciplina di settore, ovvero una qualificazione professionale che consente di allinearsi alle evoluzioni normative e di accedere agli enti pubblici, agli uffici legali di amministrazioni statali, agli studi legali e alle imprese private.

Master in finanza comportamentale

Concludiamo con il master in Finanza comportamentale, un corso post-laurea di I livello finalizzato ad erogare le conoscenze necessarie per comprendere il comportamento degli agenti economici.

In particolare, il piano di studi si focalizza sui meccanismi neurocognitivi che determinano le scelte di investimento.
Non a caso la finanza comportamentale analizza le componenti psicologiche ed emotive che conducono al comportamento di scelta.

Ora che conosci i principali motivi per scegliere un master finanziario non ti resta che approfondire i percorsi di specializzazione che ti abbiamo proposto per individuare quello più adatto a te.

Se desideri ricevere ulteriori info e dettagli sui master Unicusano compila il form che trovi cliccando qui!

Credits immagine: DepositPhoto.com/mast3r