Niccolò Cusano: un nome, una scultura, un destino…

Campania e Puglia, tra le Università c'è la Cusano

Ieri mattina, alla fine della conferenza di presentazione del nuovo CdA, all’interno del Campus dell’Università Niccolò Cusano è stato scoperto il busto dedicato proprio a Niccolò Cusano, l’illustre filosofo neoplatonico, teologo, cardinale e scienziato del Quattrocento, da cui l’università prende il nome. 

IMG_4839
Il busto di Niccolò Cusano sta per essere scoperto: gli istanti immediatamente precedenti

La verità è l’unico fine che l’uomo desidera e che, in quanto eterna, eternamente pasce l’intelletto. Questa verità che nutre l’intelletto non è altro che il Verbo stesso“, ha affermato il grande Niccolò Cusano, nato nel 1401 e scomparso nel 1464.

 

20150521_122135Da ieri il cardinale, teologo, filosofo neoplatonico, umanista e rinascimentale, giurista, matematico e astronomo è idealmente presente all’interno del Campus dell’Università Niccolò Cusano, con un busto che guarda all’ingresso dell’Ateneo e che può ispirare tutti gli studenti che varcano le soglie dell’Università in cerca, prima di ogni altra cosa, della conoscenza.

IMG_4816Niccolò Cusano era dotato di un ingegno eccezionale. Un ingegno che deve essere fonte di ispirazione per ogni studente. Egli meditò a lungo sui concetti di misura e di peso delle cose, rendendosi pienamente conto della relatività e della parzialità delle misurazioni. In sintesi, la sua vita è stata tutta un invito allo studio e alla ricerca.

Ha scritto Cusano: “La verità non ha né gradi, né in più né in meno, e consiste in qualcosa di indivisibile. Perciò l’intelletto, che non è la verità, non riesce mai a comprenderla in maniera tanto precisa da non poterla comprendere in modo più preciso, all’infinito“. Un’intuizione geniale. Un invito all’eterno studio e all’eterno perfezionamento.